Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Attrezzatura / Truschino e compasso per tracciature precise

Truschino e compasso per tracciature precise

 

Truschino, metro e compasso: quando affrontiamo una costruzione, non si può fare a meno di eseguire una tracciatura precisa, cioè disegnare sul legno i segni precisi e ben visibili delle sagome e dei tagli.

La tracciatura precisa è un’operazione così fredda e tecnica, che molti fai da te la evitano fino a non considerarla importante, quasi fosse cosa solo da industria o da studi di architettura e design. Però non è così. Anche se eseguita in modo domestico, la tracciatura è una fase preliminare di grande importanza, che assicura la giusta esecuzione del pezzo. Utilizziamo truschino, metro, calibro e compasso per ottenere segni precisi.

GLI STRUMENTI DEL FAI DA TE
Innanzitutto il metro. Possiamo usare il metro di legno a stecche, ma è in alcune situazioni è più comodo il flessometro, cioè il tipo a nastro metallico avvolgibile, dotato di millimetratura ben chiara e costruito con materiale affidabile.
Dopo aver misurato, bisogna squadrare il materiale, portare cioè le teste nelle giuste angolature.
Occorre una squadra da falegname, di quelle completamente in metallo o con base in legno; ne esistono diversi modelli: lisce, graduate in centimetri o in millimetri.
Quella classica, con base e lama fissa, rimane la migliore: è alta da 200 a 400 millimetri, con una larghezza di base che va da 120 a 290 millimetri.
Alcune di esse presentano anche un foro per essere appese e possiedono la suddivisione di misurazione su entrambi i lati della lama.
Sempre a proposito di squadre, non si deve dimenticare quella adatta a segnare angoli differenti dai soliti 90°.
Si chiama falsa squadra e non ha grandi dimensioni. La lama non supera i 200 millimetri, mentre la base possiede una lunghezza compresa fra i 120 e i 160 millimetri.
Poiché è necessario orientare la lama a seconda dell’impiego, lo snodo centrale viene dotato di un dispositivo di bloccaggio, che, in genere, può essere un dado a galletto.
La lama è in acciaio cromato, graduata da entrambi i lati e lunga 310 millimetri. Addirittura è completata da punta a tracciare, a scomparsa, per essere usata come un truschino. Inoltre possiede una bolla (per livellature) infrangibile.

LA GIUSTA MATITA
Altro fondamentale e purtroppo trascurato strumento per la tracciatura, è la matita. Sono da scartare quelle troppo morbide, che si spuntano facilmente e lasciano una traccia di spessore superiore al millimetro. La grafite dev’essere dura, quella ideale è il tipo da disegno 3H, che durante l’impiego incide un leggerissimo solco sul legno per niente deturpante.

IL COMPASSO E IL TRUSCHINO

immagini misurazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Il compasso: è differente da quello usato dal disegnatore. È dotato di due punte fisse, in ferro dolce. La traccia viene lasciata soltanto per effetto della pressione di una delle due punte sul legno. Inoltre possiede un arco fisso, detto alidada, che permette di bloccare le punte all’ampiezza voluta. Le dimensioni massime del compasso per tracciare sono di 30 cm in altezza con un’apertura di 90°. Se si devono tracciare circonferenze o sagome maggiori, della capacità del compasso, si usa l’antico metodo della matita legata a un filo e fissata al centro della tavola da un chiodino o una spilla. Unica accortezza è quella di fare un nodo a cappio, per evitare che il filo si arrotoli, girando attorno al chiodino.
  2. Il truschino o graffietto, è un altro utensile importante nel bricolage. Serve per riportare con precisione una misura su una tavola da tagliare, per tutta la sua lunghezza. È formato da un listello di legno duro con un ago d’acciaio infisso su di un capo. Sul listello scorre un cursore, una specie di anello piatto, bloccabile con una chiavetta, per riportare la misura che serve esattamente.

IL CALIBRO
Il calibro é costituito da una parte fissa, graduata in centimetri e in pollici, e una mobile (cursore), unita a una punta e a un’astina che fuoriesce dall’estremità dello strumento.
Con il calibro si possono misurare spessori (con le punte grandi), diametri interni (con le punte piccole) e profondità (con l’astina).
Il cursore del calibro è un nonio, che ci fornisce anche i decimi di millimetro.

UTENSILI

metro, flesso metro, squadra, falsa squadra, matita, compasso, truschino, calibro

Truschino e compasso per tracciature precise ultima modifica: 2013-09-23T16:06:49+00:00 da Redazione Bricoportale