Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Costruire armadi / Appendiabiti fai da te
appendiabiti fai da te, appendiabiti, fai da te, grucce fai da te, servo muto fai da te,

Appendiabiti fai da te

 

Il classicissimo porta-abiti mobile che tutti abbiamo in casa e che ci consente di riporre il vestiario in modo ordinato, è un’evoluzione della normale gruccia in quanto si autosostiene. Vediamo come costruire un’appendiabiti fai da te

Se in casa abbondano le grucce di legno, utilizziamone tre per realizzare un simpaticissimo appendiabiti fai da te: due grucce, incastrate una dentro l’altra, costituiscono la base d’appoggio, la terza è fissata nella parte superiore della struttura e svolge la sua funzione. Per i montanti e le traverse utilizziamo listelli piatti in ramin, molto robusti e poco flessibili, da tagliare nella lunghezza che riteniamo opportuna. L’appendiabiti fai da te dev’essere sufficientemente alto in modo che camicie o giacche non tocchino il pavimento. Dopo aver sagomato le estremità delle grucce e dei listelli per poterli accoppiare, assembliamo gli elementi dell’appendiabiti fai da te con colla e chiodini. Il legno di ramin utilizzato in questa realizzazione è un legno esotico, molto duro con tessitura fine e diritta. Con questo legno, lavorabile e tornibile, perché molto compatto, si realizzano tondini, cornici, listoni.

Appendiabiti fai da te – cosa serve

appendiabiti fai da te, appendiabiti, fai da te, grucce fai da te, servo muto fai da te,
✓ 3 grucce di legno tipo piatto
✓ Chiodini d’acciaio “a testa persa”
✓ Listelli di ramin 35×8 mm
✓ Seghetto
✓ Colla vinilica, cementite, smalto acrilico all’acqua
✓ Fondo turapori, carta vetrata

Il progetto

appendiabiti fai da te, appendiabiti, fai da te, grucce fai da te, servo muto fai da te,

La realizzazione

appendiabiti fai da te, appendiabiti, fai da te, grucce fai da te, servo muto fai da te,

  1. Con il seghetto a mano apriamo sui listelli un intaglio (a 1/2 di spessore), profondo come l’altezza della gruccia. Lavoriamo delicatamente per effettuare tagli precisi e privi di sbavature.
  2. Il medesimo lavoro di ribasso e taglio lo eseguiamo sulle due estremità della gruccia, in modo da ottenere due incastri (tipo mezzo legno) per poter unire le due grucce della base, asportando il gancio.
  3. Uniamo la gruccia superiore ai listelli di ramin con colla vinilica che applichiamo su una sola delle parti da unire. Non eccediamo nel quantitativo di colla, in modo da evitare fuoriuscite laterali.
  4. Dopo aver accostato con precisione la gruccia alla sede nei listelli applichiamo un morsetto sull’incollaggio. Lasciamo agire la colla vinilica per circa 24 ore, prima di togliere i morsetti.
  5. Una delle grucce che costituiscono il piede va incollata alla base dei due montanti (anch’essi sagomati con il seghetto). Alla base, gli incollaggi vanno rinforzati con un paio di chiodini senza testa.
  6. Trattiamo tutta la struttura con un fondo turapori che, quando è asciutto, levighiamo con carta vetrata fine (n. 320). In ultimo stendiamo lo smalto acrilico all’acqua  in un colore a piacere.

 

Appendiabiti fai da te ultima modifica: 2014-09-10T09:17:37+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *