Fai da te costruzioni
veranda fai da te
veranda fai da te
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Esterni / Veranda fai da te antizanzare | Come costruirla utilizzando profilati d’alluminio

Veranda fai da te antizanzare | Come costruirla utilizzando profilati d’alluminio

 

Per realizzare questa veranda fai da te si usa una struttura in profilati metallici che supporta i telai rivestiti con rete antizanzare

Costruire una veranda fai da te può essere un’ottima idea, sia perché permette di estendere l’abitabilità di un ambiente, sia perché realizzandola fai da te con alluminio risulta sicuramente più economica che farla fare su misura da un installatore.

Veranda fai da te: come renderla antizanzara

Nella stagione calda chi ha un giardino, un terrazzo o un portico può godersi un po’ di frescura senza muoversi da casa, ma spesso il piacere è disturbato dalle zanzare; in alcune zone, come quella in cui abita il nostro letttore Fabrizio Marni, ce ne sono veramente tante e difendere i propri spazi non è facile.

Il porticato della sua abitazione è abbastanza ampio da essere sfruttato in estate come zona pranzo o spazio relax, ma bisognava trovare una soluzione per proteggere quest’area senza attuare vere e proprie chiusure e senza grosse spese. Da qui l’idea di realizzare una veranda fai da te con profilati metallici che facesse da supporto a telai rivestiti con rete antizanzare, lasciando passare luce e aria, ma non gli insetti.

Quali profili d’alluminio utilizzare per la veranda fai da te

Per gli scatolati si utilizzano profilati zincati per cartongesso da 50×50 mm reperibili in barre da 3 metri e facilmente sezionabili alle lunghezze necessarie; i telai sono fatti con listelli a sezione 25×25 mm e la rete antizanzare di alluminio si trova larga 1000 e 800 mm. Per tenerli in posizione occorrono angolari metallici a L da 30×30 mm, anche questi per cartongesso. I telai con le zanzariere della veranda fai da te si possono facilmente rimuovere a fine stagione; anche la struttura è concepita per lo smontaggio, con un po’ più di lavoro.

Quanto tempo e quanto costa costruire una veranda fai da te?

Utilizzando i ritagli di tempo libero il nostro lettore ha impiegato due mesi e mezzo per completare l’opera, ma ha speso solo 775 euro, ai quali vanno aggiunti altri 150 euro per l’acquisto della gattaiola e del ventilatore a soffitto.

Come costruire una veranda fai da te

1 – La trave principale da 5,2 metri appoggia sul bordo del pilastro a sinistra e su una staffa preformata a destra.

2 – Su questa e sul soffitto si montano profilati a L per cartongesso e si montano in prova i telai.

3 – Dopo il rivestimento con le zanzariere si montano definitivamente i telai; questa parte rimane fissa.

4 – I montanti a L sono costituiti da due profilati rivettati 

5 – l’angolazione dei due profilati che costituiscono i montanti è di 100°, per poterli fissare alla trave e a filo esterno della pavimentazione garantendo la discesa della tenda.

6 –  Mantenendo la larghezza dei telai superiori, si realizzano quelli per chiudere la parete esterna e lo sbalzo tra questa e la parte fissa.

7 – I montanti si incastrano su staffe a U e si predispongono i profilati a L per montare i telai.

8 – Montaggio zanzariere previa finitura a cera.

9 – A fine lavoro, viene installato anche un ventilatore a soffitto.

Come installare una gattaiola nella veranda fai da te

1 –  L’apertura laterale è sagomata ad arco e impone la costruzione di un telaio curvo per la chiusura superiore. Rilevato lo sviluppo della curvatura, la si scompone per ritagliare i pezzi necessari a riprodurla da pannelli di legno, potendo così utilizzare avanzi di dimensioni ridotte. Con i pezzi uniti di testa tramite spinotti si realizzano due curvature che vanno sovrapposte e fissate con colla e viti per raddoppiare lo spessore; il profilo va poi regolarizzato con la levigatrice.

2 – Alla base dell’arco si fissa un profilato metallico e si chiude la parte superiore con il telaio munito di zanzariera.

3 – Il perimetro dell’apertura sotto l’arco viene delimitato con profilati e diviso in due da un montante intermedio un poco decentrato. Nella parte più larga si installa una porta, realizzata sempre in profilato e telai con zanzariera, l’altra parte è costituita da una zanzariera fissa e un pannello inferiore di legno in cui si installa una gattaiola, affinché gli animali domestici possano entrare e uscire liberamente. Tutte le parti in legno sono trattate con due mani di impregnante effetto cera tinta castagno e una finitura trasparente, sempre effetto cera.

Veranda fai da te antizanzare | Come costruirla utilizzando profilati d’alluminio ultima modifica: 2017-04-14T12:30:00+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *