Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Fioriere / Fioriera fai da te per esterni
fioriera fai da te

Fioriera fai da te per esterni

 

Ecco come costruire una spettacolare fioriera fai da te a forma di piramide rovesciata, che occupa poco spazio

Sicuramente è possibile costruire fioriere fai da te in poche mosse, ma è altrettanto vero che per avere un prodotto più rifinito dobbiamo impegnarci maggiormate.. La forma di una fioriera, soprattutto se è di grandi dimensioni, ha una forte valenza estetica, perché rappresenta un visibile elemento d’arredo e può caratterizzare notevolmente un giardino. La fioriera fai da te che vediamo raffigurata in queste pagine ha una forma originale a piramide rovesciata (in effetti ricorda la piramide di Djoser a Saqqara) che ha il pregio di offrire una grande superficie “coltivabile” con un ridotto ingombro a pavimento.

Struttura portante della fioriera
La struttura portante della fioriera fai da te è realizzata interamente con listelli d’abete smaltati di bianco, opportunamente tagliati e uniti con viti autofilettanti. Le superfici interne sono inoltre “rivestite” con tavolette smaltate di nero per ottenere un piacevole contrasto cromatico. La prima operazione da compiere consiste nel tagliare i listelli a misura e disporli su un tavolo da lavoro in modo da poterli smaltare facilmente con il rullo. Per facilitare il fissaggio dei listelli, al fine di comporre una struttura a tronco di piramide, dobbiamo lavorare al contrario, nel senso che una volta assemblato il primo telaio (l’estremità superiore del vaso) procediamo a fissare gli altri listelli in successione, avvitandoli a quelli sottostanti con viti autofilettanti fino ad arrivare alla base. Sfruttiamo una dima cubica da 45x45x45 mm per segnare velocemente, di volta in volta, l’esatta posizione in cui fissare i listelli, in modo che la “luce” tra i vari telai posti in successione sia sempre uniforme.

Il rivestimento
Effettuiamo il rivestimento interno della struttura con tavolette smaltate in nero, opportunamente sagomate, fissate con viti autofilettanti alle facce interne dei listelli che compongono la struttura portante. La base d’appoggio per il terriccio è costituita da una serie di tavolette avvitate internamente al vaso, non all’estremità inferiore, ma sul quarto telaio a partire dal basso, in modo da limitare il quantitativo di terra necessaria per riempire la fioriera. L’applicazione di un telo di plastica nera ci permette contenere il terriccio e di proteggere il legno della struttura.

Cose serve

listelli di abete
Servono:
Listelli d’abete sez. 45×45 mm:
4 da 1200 mm (A); 6 da 1110 mm (B);
4 da 1020 mm (C); 4 da 930 mm (D);
4 da 840 mm (E); 4 da 750 mm (F);
4 da 660 mm (G); 2 da 570 mm (H).
Listelli d’abete 19×45 mm:
2 da 1072 mm (A1).
Tavolette d’abete 19×90 mm:
4 da 1220 mm (K); 2 da 1020 mm (B1); 4 da 930 mm (C1); 4 da 840 mm (D1);
4 da 750 mm (E1); 4 da 660 mm (F1);
4 da 570 mm (G1); 2 da 480 mm (H1);
2 da 1110 mm (J1); 7 da 800 mm (K1).
Viti autofilettanti; primer universale, smalto acrilico bianco, smalto acrilico nero, telo di plastica per giardinaggio.

 

Il progetto

fioriera in legno

Assemblaggio dei listelli della fioriera fai da te

costruzione fioriera in legno

  1. Dopo aver tagliato a misura tutti i listelli, li disponiamo su un piano e li proteggiamo con primer universale e smalto acrilico bianco, steso in due mani con il rullo.
  2. Il vaso è formato da una serie di telai quadrati (con dimensioni a scalare) costituiti da listelli d’abete 45×45 mm uniti con viti autofilettanti. Durante le operazioni di fissaggio dei telai morsettiamo i listelli in modo da eseguire giunzioni precise.
  3. Per facilitare l’assemblaggio lavoriamo “a salire” partendo dalla realizzazione del telaio più grande per poi sovrapporre gli altri telai.
  4. Utilizziamo una piccola dima cubica di legno (45x45x45 mm) in modo da segnare sui listelli l’esatta posizione in cui fissare i telai.
  5. Continuiamo ad assemblare i listelli avvitandoli a quelli sottostanti con viti autofilettanti. Controlliamo, di volta in volta, la luce tra i telai, mantenendola costante in modo da ottenere un risultato regolare.
  6. Ecco come si presenta la struttura una volta ultimato l’assemblaggio dei listelli: la forma a tronco di piramide a gradini (che verrà poi rovesciata) è ormai evidente.

Tavolette di chiusura

rivestimento fioriera

  1. La luce tra i telai viene chiusa tramite l’applicazione di tavolette da 90×19 mm con lunghezze scalari. Dopo averle tagliate a misura le trattiamo con primer e smalto acrilico nero steso in due mani con il rullo.
  2. Disponiamo le tavolette in successione e pratichiamo su di esse i fori d’invito per le viti autofilettanti.
  3. Fissiamo le tavolette internamente ai profili laterali dei telai, serrando le viti autofilettanti poste nei fori precedentemente praticati.
  4. la struttura del vaso è completata, dobbiamo realizzare la chiusura inferiore e applicare un telo di plastica nero per isolare il legno dalla terra.

Base rialzata e rivestimento

fondo fioriera

  1. Se chiudessimo il vaso alla sua estremità inferiore, il quantitativo di terra necessaria per riempirlo sarebbe eccessivo: realizziamo dunque una base rialzata con tavolette d’abete.per evitare il contatto diretto della terra con il legno dobbiamo applicare un robusto telo di plastica nero. Fissiamolo ai listelli aiutandoci con una graffatrice.
  2. Applichiamo lungo il bordo superiore quattro tavolette tagliate a 45° che fungano da cornice. Utilizziamo dei chiodini per il fissaggio.
  3. Ecco come si presenta il vaso visto da un angolo: l’alternanza dei listelli crea un piacevole effetto estetico.
  4. La fioriera può essere riempita di terriccio dopo aver steso sul fondo una decina di centimetri di argilla espansa.

Acquista subito ciò che ti serve per costruire la tua fioriera fai da te

Ecco altri esempi di fioriere fai da te

fioriera di vimini

vecchia fioriera

fioriera con cestino

fioriera appesa

fioriera olandese

Fioriera fai da te per esterni ultima modifica: 2015-06-25T10:08:04+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *