Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Laboratorio / Come costruire un banco per tornio
banco per tornio

Come costruire un banco per tornio

 

Un ottimo progetto per costruire un banco per tornio fai da te

Destinato a tutti gli appassionati della tornitura del legno o dei metalli, questo banco per tornio, di una robustezza a tutta prova, risolve tanto il problema della stabilità della macchina quanto quello della pulizia e della comodità di lavoro. Quello illustrato, opera del nostro lettore Ernesto Piglione, è fatto su misura per ospitare il bel tornio fai da te che l’autore si è costruito, azionato dal classico motore di lavatrice e dotato di dispositivi per la filettatura e la realizzazione di ingranaggi, ma il principio costruttivo è valido, con le opportune modifiche, per ogni tipo di tornio, da metallo o da legno. Il banco per tornio è costruito per lavorarvi seduto, il piano di lavoro è a 740 mm da terra ma per farlo più alto basta solo allungare a misura i quattro montanti. Il mobile è realizzato con un telaio di tavole e listelli di legno duro di generosa sezione tutti connessi con incastri a tenone e mortasa e con le aperture chiuse da sportelli di multistrato incernierati ai montanti per facilitare l’accesso alla parte inferiore.

Come fissare il tornio
Il tornio si fissa sulle traverse poste di coltello fra i due longheroni superiori, sotto le quali, in corrispondenza della macchina, scorrono due vassoi metallici in cui cadono i trucioli mentre lo spazio fra le ultime due traverse di destra è chiuso da un rettangolo di multistrato. Qui, poi, dove il motore si trova sotto il piano di lavoro, la traversa di sinistra è spostata all’interno per consentire il passaggio della cinghia di trasmissione. Ai montanti posteriori sono fissati due listelli, alti quanto è alto il tornio, ai quali è avvitata una parete di multistrato (o listellare o simili) fissata su una cornice di listelli. Al bordo superiore della parete si impernia un coperchio a scatola (tre pareti ed un tetto di multistrato da 10 mm) che ospita una lampada che illumina il campo di lavoro e che un listello imperniato a farfalla sulla cornice mantiene aperto durante il lavoro. Il coperchio, chiuso, protegge il tornio dalla polvere e trasforma il banco in un semplice armadietto che non stonerebbe in cucina o in tinello.

Il vano inferiore
Ospita a sinistra il motore ed a destra una cassettiera metallica, ma può essere attrezzato come meglio si crede (ripiani, cassetti, scansie a casellario ecc.) secondo il tipo di tornio usato e le lavorazioni preferite. Sotto la cornice di tavole che collega in basso i quattro montanti è avvitato un rettangolo di multistrato spesso 15 mm, aperto negli angoli da scarichi che abbracciano lo spigolo dei quattro piedi: oltre che come piano d’ap­poggio, serve ad irrigidire e mantenere in squadra il banco. 

Come progettare un banco per tornio fai da te

disegno banco per tornio

Chiuso e aperto

base per tornio

Il banco, le cui misure dipendono in pianta da quelle del tornio e in altezza dal modo preferito di lavorare (e dalla statura di chi lo usa), è costruito senza risparmiare sul materiale, per resistere alle vibrazioni ed allo sforzo impartiti dal tornio. Particolare qualificante è il coperchio a scatola che chiuso (1) trasforma il banco in un armadietto che ripara e nasconde il tornio ed aperto (2) lascia un ampio campo di lavoro, illuminato dalla lampada fissata al suo interno.

E ora… ecco qui una guida per costruire un bel tornio fai da te!

E per prendere spunto, possiamo anche prendere spunto da una base per tornio professionale

Come costruire un banco per tornio ultima modifica: 2015-10-15T10:47:15+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *