Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Macchine / Spazzaneve fai da te | Come realizzarlo con una motozappa
spazzaneve fai da te

Spazzaneve fai da te | Come realizzarlo con una motozappa

 

Togliendo alcuni pezzi a una motozappa e aggiungendo due ruote sulla trazione, un ruotino come terzo punto d’appoggio e una pala da neve applicata a un apposito telaio di supporto, si riducono i tempi e la fatica quando va pulito il cortile di casa con uno spazzaneve fai da te

Costruire uno spazzaneve fai da te è meno difficile di quanto si possa immaginare. La particolare pala da neve che lavora a spinta è molto efficace quando il manto bianco è di limitata entità perché si fa presto ad ammucchiare la neve spingendola frontalmente. La sua “lama” di materiale plastico, con sagoma rettangolare curva, è estesa in larghezza e poco in altezza. Con queste misure, quando la neve si appesantisce compattandosi, spingere la pala risulta faticoso, anche se il manto ha altezza esigua. Per risolvere il problema, il nostro lettore Alessandro Molinelli ha pensato di trovare un valido ausilio nella spinta della pala, eliminando il manico e applicandola davanti a una motozappa. Ovviamente quest’ultima, per cambiare ruolo, deve subire delle modifiche importanti, ma nulla di definitivo. Per realizzare lo spazzaneve fai da te si applicano due ruote al posto delle frese e frontalmente si fissa un telaio che supporta la pala e un ruotino come terzo punto d’appoggio. 

Cosa va eliminato dalla motozappa per trasformarla in spazzaneve fai da te

frese motozappa

Quelle ritratte sopra sono le parti rimosse per trasformare la zappa a motore in spazzaneve fai da te: la ruota anteriore con le relative staffe di sostegno e le due frese, imperniate sui semiassi motrici. Questi pezzi vanno messi da parte per il successivo rimontaggio a primavera, quando la brutta stagione è alle spalle e si deve ribaltare la terra nell’orto per predisporlo alla semina.

Montaggio dei pezzi

spalaneve fai da te

  1. Al posto delle frese vanno messe due ruote recuperate da un carrello in disuso. Dato che queste devono avere trazione, si predispone un pezzo di tubo che calzi il semiasse uscente dalla scatola di trasmissione della motozappa, bloccando i due pezzi mediante una vite passante con dado di tenuta.
  2. Sostenuta dalle nuove ruote e da un cric da auto (provvisorio, per tenere la motozappa orizzontale), si trova la lunghezza corretta del piede frontale con ruotino, che ha funzione di reggere una parte importante del peso della macchina. Si individua anche il migliore sbalzo frontale del telaio di sostegno della pala. Al telaio è saldata una staffa a cui si fissa, con due viti passanti e relativi dadi, un segmento di manico di legno, su cui va alla fine applicata la pala di plastica.
  3. Il telaio della pala, fatto unendo vari profilati d’acciaio, si colora di giallo come la motozappa.
  4. La pala ha di suo la possibilità di essere bloccata in diverse inclinazioni rispetto al braccio di sostegno.

E se il fai da te non ti soddisfa…Scopri la gamma di spazzaneve Mccolluch

Spazzaneve fai da te | Come realizzarlo con una motozappa ultima modifica: 2015-12-28T09:39:15+00:00 da

1 commento

  1. bella idea sono sbalordito bravo ho una motozappa simile alla tua e magari ci penso su l’unica cosa non saprei dove trovare la lama spalaneve e pensare che ho uno spalaneve ma si inceppa sempre perche la neve quando e’ bagnata rimane pesante e si blocca meglio secondo me’ spingerla con la lama

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *