Fai da te costruzioni
portalumini

Portalumini in ferro

 

Formato da un telaio metallico decorato con figure tipicamente natalizie

 

dis

Tutto è ricavato da un lamierino d’acciaio su cui tracciamo (con un pennarello) tutti gli elementi: le figure, l’arco e le parti diritte. Per ottenere profili perfetti delle sagome prepariamo delle dime in cartoncino e ne seguiamo il contorno con il pennarello. Per assemblare il telaio blocchiamo le giunzioni tra gli elementi orizzontali e verticali con rivetti di ferro ribattuti mentre i portalumini e le figure ornamentali le fissiamo al telaio con bulloncini inseriti in opportuni fori (coincidenti, praticati sia sul telaio sia sulle sagome) e poi bloccati da dadi. Dopo aver fissato tutti gli elementi stendiamo una mano di smalto nel colore preferito su tutto il portalumini.

Cosa occorre

  • Lamierino d’acciaio spesso 0,8 mm da 500×650 mm
  • una cornice ad arco larga 35 mm con profilo esterno 450x600mm e semicerchio con raggio interno 190 mm
  • 1 montante centrale 20×660 mm
  • 4 traverse 20×450 mm
  • 8 portalumini Ø 50 mm
  • 8 figure decorative
  • 13 rivetti Ø 8 mm
  • 8 bulloncini
  • 24 dadi
  • smalto nero
  • 8 lumini

Portalumini: realizzazione

lamierino

Prima di tagliare i vari pezzi conviene pianificare la distribuzione delle sagome sul lamierino, in modo da avere meno scarto possibile.

 

sagome

Ingrandiamo il reticolo con le sagome da ritagliare e riportiamolo su cartoncino.

 

tagli-cesoie

Pratichiamo i tagli con robuste cesoie (meglio se dotate di lame a doppia leva).

 

limare-figure

Le figure vanno poi limate lungo i bordi per eliminare tutte le sbavature e smussare gli spigoli.

 

portalumini-contorno

Il contorno cilindrico dei portalumini si modella attorno a un disco di legno e si chiude con un bullone, il cui corpo funge anche da supporto in quanto si inserisce nel telaio e e nella sagoma, venendo poi bloccato con dado e controdado.

 

fondo

Il fondo dei portalumini è un disco applicato per saldatura. Essendo il lamierino molto sottile, non lo si può saldare ad arco perché si bucherebbe.

 

martello

Se non intendiamo adottare il sistema della saldatura possiamo utilizzare un adesivo bicomponente per metalli (tipo “ferro liquido”) che realizza un’unione estremamente salda. Negli incroci, i pezzi del telaio si sovrappongono completamente e vengono forati contemporaneamente e quindi uniti per mezzo di rivetti di ferro. Si tratta di corti chiodi di ferro che si inseriscono nel foro e vengono poi ribattuti a martellate dopo aver poggiato la loro estremità su un piano duro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *