Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Pensiero far da sé / Dalla redazione / L’arte che inganna

L’arte che inganna

 

Tratto da “Fai da te n.82 – Giugno/Luglio 2017”

Autore: Nicla de Carolis

Tutti conosciamo il “trompe l’oil” (tradotto dal francese: ingannare l’occhio) un genere pittorico che, attraverso espedienti, induce nell’osservatore l’illusione di guardare oggetti reali e tridimensionali, in realtà dipinti su una superficie piana. Ma un po’ meno noto è un altro genere, l’anamorfosi, seppur molto usato per creare spot pubblicitari.

Anche l’anamorfosi è un inganno, un’immagine fortemente distorta che acquista la “vera forma” solo quando l’osservatore si dispone in una particolare posizione molto inclinata rispetto al suo piano e osserva il tutto in prospettiva. In questo numero ci siamo dilettati in qualcosa di molto più semplice utilizzando le foto di due visi resi visibili singolarmente con un piccolo escamotage a seconda del nostro punto di vista.

Ambasciatori (1533) di Hans Holbein il Giovane: Nella parte inferiore del dipinto è visibile una strana figura che si riesce ad identificare come un teschio solo guardandola da una prospettiva obliqua e radente, come mostrato nell’immagine a destra.

 

Fasi della realizzazione di The Crevasse, l’opera più famosa dell’artista contemporaneo Edgar Mueller, specializzato in illusioni anamorfiche. Nell’ultima foto i passanti interagiscono con l’opera fingendo di precipitare nel ghiacciaio.
L’arte che inganna ultima modifica: 2017-06-06T16:48:33+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *