Fai da te costruzioni
Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Elettricità / Canaline esterne | Guida completa alla scelta e all’installazione fai da te
canaline esterne
canaline esterne

Canaline esterne | Guida completa alla scelta e all’installazione fai da te

 

Una guida completa per conoscere e sapere come installare le canaline esterne

In tutti i locali di servizio dell’abitazione come la cantina, il box, la taverna e, se lo possediamo, il laboratorio, se dobbiamo rifare o anche parzialmente rinnovare l’impianto elettrico, non conviene ricorrere a martello e scalpello per canalizzare i cavi.  Possiamo fare ricorso alle canaline esterne di plastica e metallo che ci permettono di realizzare l’impianto senza incorrere in polverose demolizioni.

applicazione canaline esterne

Le canaline esterne sono esteticamente gradevoli
Negli ultimi anni l’industria fornisce canaline esterne che ben si adattano anche agli ambienti domestici: se prima eravamo abituati a vedere questo tipo di impianto solo nelle officine e nelle fabbriche, oggi questo sistema si è diffuso negli uffici fino ad entrare nelle nostre abitazioni. I canali di un tempo, rigidamente standardizzati alle forme di tubi e rettangoli metallici, oggi si sono abbelliti e trovano posto o sostituendo i tradizionali battiscopa di legno o fissati alle pareti.

Tagli e ingombri

guida di taglio per legno

  1. le canaline esterne si tagliano con una sega a dorso rigido aiutandosi con la guida per cornici; usiamo l’angolazione a 45° o a 135° se dobbiamo ottenere angoli oppure spigoli.
  2. le scatole portafrutti che si applicano lungo il percorso delle canaline sporgono dalla parete per cui bisogna tenere presente questo ulteriore ingombro.

Le giunzioni delle canaline esterne

giunzioni per canaline esterne
Le canaline esterne sono costituite da una base che si avvita alla parete e da un coperchio che si applica a scatto; questi elementi tagliati con il seghetto possono presentare delle irregolarità, ma tutto viene nascosto dalle piastre di giunzione, che si applicano sopra i coperchi e possono essere diritte, ad angolo e a spigolo.

Canaline esterne curve

canaline esterne curva
I modelli più moderni di canalina si integrano alla perfezione in ogni ambiente e riescono anche a sottolineare particolari architettonici; come nel caso di questo arco, che la flessibilità della canalina consente di seguire. Le scatole portafrutti si collocano a piacere lungo la canalina o alle sue estremità.

Eleganti e veloci
Le canaline esterne più adatte alle abitazioni hanno un prezzo più sostenuto rispetto ai tubi; inoltre, se montate sulla parete, bisogna tener conto di un certo ingombro.
L’impianto realizzato con questa tecnica riduce moltissimo i tempi di posa e offre soluzioni che in certi casi superano quelle offerte dal tradizionale impianto incassato.

Se ristrutturiamo un vecchio appartamento e decidiamo di montare il controsoffitto, possiamo collocare le guaine per i cavi nell’intercapedine, senza necessità di canalizzazioni regolari e tantomeno di incasso nelle pareti.

L’attrezzatura necessaria
Per realizzare questo tipo di impianto, non occorrono molti attrezzi:

  • un seghetto da ferro,
  • un martello,
  • alcuni cacciaviti con lama a taglio e a croce,
  • un trapano elettrico a percussione,
  • le punte al widia e i tasselli ad espansione con le viti.

Oltre ai tubi sono disponibili curve e manicotti di diversa foggia per fare derivazioni, fascette rigide per sostenerli, speciali rastrelliere per poter fissare più tubi assieme, scatole di derivazione esterne, prese, interruttori sia a tenuta stagna, sia normali per interno. Prima di acquistare il materiale dobbiamo progettare il percorso dell’impianto e, in base ad un disegno, decidere quante curve ci servono, quanti manicotti per unire i tubi, quante scatole, fascette, ecc.

Canaline sagomate per interni

canaline sagomate
La loro forma le rende particolarmente adatte a seguire l’angolo tra pareti e soffitto, diventando così una precisa scelta architettonica. Sono disponibili in varie sezioni e le nervature di irrigidimento poste all’interno servono per separare le varie linee; in questo modo il cablaggio diventa ordinato e sono più semplici gli interventi successivi. Esistono i raccordi ad angolo e lineari come per gli altri modelli, oltre ad elementi di derivazione per le discese. Le scatole portafrutti accolgono gli stessi frutti delle altre canaline e delle scatole a incasso. Nelle foto: canaline a sezione angolare adatte alla collocazione lungo angoli tra pareti o pareti e soffitto.

Canaline in esterno

canaline per esterno
Alcuni tipi di canaline esterne a tubo rigido sono adatte anche per impianti esterni, a condizione che le giunzioni con le scatole portafrutti siano effettuate con gli appositi passacavo dotati di guarnizione isolante, per impedire l’ingresso dell’acqua piovana. L’interruttore, da parte sua, dovrà riportare sull’involucro la sigla IP5, a significare che la scatola è in grado di sopportare l’acqua spruzzata con violenza senza subire infiltrazioni.

Canaline battiscopa

canaline battiscopa

  1. applicabile al posto del tradizionale battiscopa, la canalina battiscopa ha il coperchio dotato nella parte inferiore di un profilo flessibile che assicura una chiusura ermetica; il coperchio sfiora il pavimento impedendo l’accesso allo sporco ed alla polvere. Le canaline a battiscopa sono suddivise in più scomparti, entro i quali si fanno passare i conduttori della linea elettrica, i cavi telefonici, quelli per la TV, eccetera.
  2. per collegare gli spezzoni di canalina battiscopa in corrispondenza degli angoli si ricorre a giunti di collegamento dedicati allo scopo.
  3. un paio di strisce ritagliate dalla copertura ed incastrate alle estremità di uno spezzone di canalina permettono il fissaggio a parete alla giusta distanza dal pavimento.
  4. normalmente per il fissaggio si utilizzano tasselli ad espansione, ma se la cosa comporta difficoltà si può anche ricorrere ad un adesivo di montaggio da stendere a strisce sul retro della canalina, purché sia caratterizzato da una forte presa iniziale (effetto ventosa).

canaline portacavi

  1. ogni produttore dispone per i diversi modelli di canalina di scatole di derivazione, giunti, portafrutti per interruttori e prese. Le scatole portafrutti sono componibili con più prese, universali o Schuko (quella “tedesca”); vanno incastrate a ridosso della canalina e fissate a parete con tasselli ad espansione.
  2. i conduttori vanno stesi all’interno della canalina e fatti uscire, lasciandoli abbondanti per comodità di lavoro.
  3. i giunti quadrati,si utilizzano per variare di 90°il percorso della canalina sullo stesso piano.
  4. il supporto per gli interruttori è costituito da un terminale che può mantenere la direzione della canalina oppure essere orientato verso destra o verso sinistra un coperchio.
  5. i coperchi vanno applicati, tagliandoli di lunghezza adeguata con un seghetto: le coperture delle variazioni di percorso, delle prese e degli interruttori vanno a sovrapporsi ad essi.
  6. i frutti si incastrano a scatto sulla mascherina per poi collegare i conduttori.
  7. dopo aver avvitato il portafrutti si applica a scatto la piastrina di finitura.

Canaline tonde per ambienti di servizio

canaline tonde
La sezione dei tubi varia dai 16 ai 50 millimetri. Gli altri componenti per l’impianto sono: curve, manicotti di giunzione, manicotti a T e a croce, graffe semplici per il fissaggio e rastrelliere per fissare più tubi assieme, scatole di derivazione e portafrutti. Esistono diversi sistemi per incastrare i tubi di plastica in una scatola di derivazione: il primo è costituito da una membrana di plastica con scolpite varie sezioni sporgenti. Con un coltello dobbiamo tagliare solo la parte più prossima al diametro del tubo da incastrare.

Tasselli reggitubo per canaline

tasselli reggitubo
I sistemi di sostegno per i tubi rigidi sono svariati; uno dei più robusti e semplice da montare è costituito da collari di plastica di diametro interno pari a quello del tubo, che si fissano al muro mediante tasselli. Il collare si compone di due parti quasi uguali, una delle quali si chiude a scatto su quella aderente alla parete.

Montaggio a parete di canalina e scatola comandi

montaggio a prete di una canalina

  1. dopo aver tracciato il percorso da seguire sulla parete si eseguono i fori sulla canalina per poterla fissare al muro con piccoli tasselli ad espansione.
  2. fissata la canalina si inseriscono i cavi al suo interno e la si chiude collocando il coperchio a scatto. I cavi vanno lasciati sufficientemente abbondanti per collegarli ai comandi o alla cassetta di derivazione.
  3. le scatole dei comandi e le cassette di derivazione vanno opportunamente forati sia per permettere l’ingresso delle canaline,
  4. sia per praticare le aperture che consentono di fissarle alla parete.
  5. attraverso i fori praticati sul fondo delle scatole e delle cassette si marcano i punti da forare per l’inserimento dei tasselli.
  6. eseguiti i fori si inseriscono i tasselli, quindi si presenta la cassetta che si fissa con le viti.
Canaline esterne | Guida completa alla scelta e all’installazione fai da te ultima modifica: 2017-03-16T17:10:04+00:00 da claudia

6 commenti

  1. ciao a tutti. Volevo capire una cosa io devo istallare una canalina che corre sopra tutto il mio box e farla finire con questa scatola qua perchè compatibile con tutto il resto http://www.spesaelettrica.it/webapp/wcs/stores/servlet/it/shop/Casa-A/Canali-e-passarelle-per-cavi-A20/BOCCHIOTTI-01567-scatola-porta-apparecchi-per-canale-design. io volevo capire come mi devo regolare per il grado di portezione ip. per la canalina non mi interessa anche se si bagna che tanto non c’è poblema ma dove ci stanno gli interruttori è più importante. non si dovrebbe bagnare mai ma meglio star tranquilli. ora il grado di protezione ip che mi consigliate qual’è? ip 68. e poi la protezione ik che è? grazie

     
  2. Bellissimo impianto, ma i prezzi dei singoli pezzi quali sono ed eventualmente come posso ordinarli?
    Grazie

     
  3. Redazione Bricoportale

    Il lavoro va eseguito da un elettricista che può consigliarti sulla scelta dei prodotti e sa indicarti informazioni sui prezzi

     
  4. peccato che le canaline bianche si ingrigiscono o ingialliscono nel tempo.

     
  5. le canaline a muro con insrimento prese elettriche e molto interessante. vorrei se possibile avere alcuni prezzi dei vari componenti. grazie

     
  6. scarimbolo giacomo

    ho necessita di mettere sottopavimento le canaline e possibile grazie

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *