Fai da te costruzioni
Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Muratura / Risanare un muro con pietra tecnica

Risanare un muro con pietra tecnica

 

Come risanare un muro

Ecco come si presentava il muro prima dell’intervento:

 

Guardando il risultato finale, è difficile ipotizzare quali possano essere le dimensioni reali delle pietre utilizzate per costruire i muri che delimitano questo cortile. In effetti, i muri non sono stati costruiti, ma semplicemente rivestiti con “fette” di pietra spesse da 3,5 a 5 centimetri. La soluzione ha permesso di risanare un muro esistente senza affrontare polverose demolizioni e, al tempo stesso, di arricchire lo spazio con l’aspetto di un muro d’altri tempi affrontando una spesa tutto sommato ragionevole. Per la posa non occorre essere professionisti, basta preparare un impasto omogeneo di colla in polvere miscelata con acqua ed incollare le pietre come se fossero piastrelle, con il vantaggio che qui non occorre perfezione nell’allineamento e proporzione tra le fughe. Anzi: più la posa è incerta (così si chiama tecnicamente) e più realistico è il risultato.Se i muri concorrenti generano uno spigolo, questo può essere ricoperto con pezzi speciali dedicati allo scopo, nella stessa finitura scelta; da tenere presente che mentre il rivestimento del muro viene fornito a metri quadrati, questi particolari (ed anche eventuali “copertine” per la sommità del muro) sono da ordinare per metri lineari. Un rivestimento di pietra tecnica può essere realizzato su pareti grezze abbastanza uniformi, su cartongesso, su cappotti e su qualsiasi tipo di malta. Si tratta di una soluzione interessante anche per ambienti interni quali taverne o altri locali in stile rustico e per un accostamento estremo tra antico e moderno. Lo spessore ridotto comporta una riduzione minima dell’area calpestabile.

I più esigenti possono realizzare lo stesso tipo di rivestimento ricorrendo alla pietra naturale, con infinite variazioni di colore e sfumature che si manifestano con lo scorrere del tempo; la pietra naturale, invecchiando, migliora. Ma è possibile ricorrere anche a pannelli di pietra ricostruita, vere e proprie porzioni di muro dall’aspetto grezzo ottenute per stampaggio che misurano indicativamente 120×80 cm. I lati verticali sono sagomati ad incastro come se si trattasse di un puzzle, quelli orizzontali sono piani ed il retro del pannello è perfettamente liscio. Anziché per incollaggio (pesano 21-24 kg, ma possono arrivare a 30), i pannelli si fissano al supporto con tasselli e le teste delle viti vengono nascoste con stucco; l’effetto rustico è garantito ed il lavoro è indubbiamente più veloce e pulito.

La colla, miscelata con acqua fino ad ottenere un impasto cremoso ed omogeneo, si stende sulla parete con un frattazzo dentato, come se si trattasse di piastrelle.
I mattoncini vanno incollati alternando i formati. In presenza di particolari che interrompono la continuità della parete occorre partire da essi e convergere verso l’interno, facendo combinare le pietre in zone diverse del muro.

Trascorse 48 ore si possono riempire le fughe con lo speciale stucco, utilizzando una “sac a poche” da spremere per farlo penetrare in profondità.
La fessura tra pavimento e parete non dev’essere stuccata. Picchettando con un pennello si compatta lo stucco e gli si dà un aspetto più rustico, senza lasciare fessure. Dopo l’asciugatura le pietre si ripuliscono dai residui con una spazzola di plastica.
Risanare un muro con pietra tecnica ultima modifica: 2015-06-17T09:33:57+00:00 da Redazione Bricoportale

8 commenti

  1. gaetano camilleri

    bellissimo effetto,dove posso acquistare la stessa pietra raffigurata nella foto ?

     
  2. Alcuni giorni fa, ho fatto un rivestimento ad un muro con delle mattonelle composte da più strisce di marmo di vario colore e di altezza intorno a 7 cm a striscia ma l’intera mattonella era di 21 x 40. Di tanto in tanto però sono sorte delle fessure di 2 millimetri che è brutto da vedere, inoltre negli angoli a causa dello spessore diverso delle varie srisce, ci sono delle fessure piuttosto evidenti. ho provato con uno stucco grigio ma è troppo evidente perchè le varie strisce sono di colore diverso, dal giallognolo al verdastro, come posso mimetizzare queste fessure? Grazie

     
  3. Redazione Bricoportale

    Puoi provare con un riempifughe colorato: Keracolor Mapei è disponibile in diverse tonalità e potrebbe essercene una che rende meno percepibili le fughe del tuo rivestimento, ovviamente essendo le mattonelle di colori diversi bisogna scendere a compromessi.
    Negli angoli puoi applicare un profilo angolare sottile nel colore che ti sembra più indicato, che copra appena le fughe, quantomeno la linea risulterà uniforme e le irregolarità saranno nascoste.

     
  4. Buongiorno,

    vorrei chiedere qualche consiglio in merito alla posa di un rivestimento decorativo su un muro di contenimento in cls. L’idea sarebbe di decorare questo muro che delimita la mia proprietà da quella del vicino e creare un angolo con gazebo-pranzo. Non ho ancora deciso se posare delle placcchette in gress porcellanato o in pietra naturale, in ogni caso pensavo di procedere posando direttamente sul calcestruzzo, senza nessuna preparazione specifica (esempio rasatura)
    Secondo il vostro parere è corretto?
    Ovviamente procederei con una pulizia approfondita e con lieve picchiettatura della superfice da rivestire.

    Ringrazio anticipatamente per i consigli.

     
    • Buongiorno Benedetto,

      Se il muro non presenta eccessiva discontinuità può sicuramente procedere senza rasatura (previa picchiettatura). Se riveste in grès si assucuri che il muro sia il più possibile planare.

      Cordiali saluti.

       
      • Grazie per la risposta così sollecita.

        Il muro è abbastanza planare, ad eccezione delle classiche righe che si producono in corrispondenza delle giunture delle tavole in legno che componevano la cassaforma utilizzata per il getto della struttura.

        Procederei in questo modo:

        1) picchiettatura del muro con eliminazione, dove possibile, delle righe
        2) pulizia approfondita del muro (eliminazione di macchie e sporco dovuto della vecchia edera che rivestiva il muro)
        3) posa piastrelle con doppio incollaggio

        Il doppio incollaggio, oltre a garantire un “attacco” più forte delle piastrelle mi darebbe uno spessore di colla maggione e maggior margine di annegare le righe di cui sopra. Che ne pensa?

        Ancora grazie,

        Benedetto

         
        • Buongiorno Benedetto,

          La procedura da lei descritta è a regola d’arte. Le ricordiamo che nell’eventualità volesse partecipare al concorso a premi sulla nostra rivista FAR DA SE’ non deve fare altro che documentare il suo lavoro fotograficamente e con una breve descrizione testuale. Le foto in formato digitale di buona fattura su cd. Da inviare il tutto a EDIBIRCO Via Vallemme 23 15066 GAVI (AL)

          Cordiali saluti.

           

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *