Fai da te costruzioni
Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Idraulica / Una lavanderia con Sanitrit SaniVite 3

Una lavanderia con Sanitrit SaniVite 3

 

Nessun limite nelle scelte di ridistribuzione degli spazi in casa: in cantina si può ricavare una lavanderia con lavandino e lavatrice perché allo scarico ci pensa Sanitrit SaniVite 3

Ci sono molti validi motivi per trovarsi nella scomoda situazione di dover raggiungere una colonna di scarico lontana, oppure posta più in alto rispetto a una determinata stanza della casa. La trasformazione di una cantina in lavanderia, per esempio, è già uno di questi, ma potrebbe essere anche quello di voler portare la cucina di casa in posizione meglio esposta verso il sole e la luce, cosa un tempo spesso trascurata. In tutti i casi, il desiderio di rinnovamento e i cambiamenti che avvengono nel corso della vita, come per esempio l’allargamento della famiglia, possono richiedere una migliore riorganizzazione degli spazi di casa. Mentre far pervenire in qualsiasi luogo le tubazioni di mandata dell’acqua fredda e calda non è un grosso problema, perché i tubi sono in pressione, più ostico è potersi liberare delle acque di scarico, visto che se ne vanno via per caduta. La soluzione definitiva, alla portata di tutti, in termini economici e di fattibilità, è SaniVite 3, una pompa per acque bianche prodotta da SFA Italia. La pompa ha dimensioni ridotte e trova posto dentro il mobile del lavandino di cui riceve direttamente lo scarico insieme a quello della lavatrice. Le acque, man mano che si raccolgono, vengono evacuate tramite un tubo di diametro ridotto (soli 32 mm) sino a raggiungere una colonna o una tubazione fognaria, anche se distante o più in alto, rispetto alla nuova lavanderia.

La confezione di SaniVite 3

sanivite

La pompa per acque chiare Sanivite 3 è venduta completamente montata; inclusi nella confezione, ci sono i raccordi e le fascette necessari per il collegamento di tutti i tubi possibili, i gommini e gli elementi di fissaggio a pavimento, i tappi per chiudere ermeticamente le due entrate basse eventualmente non utilizzate.

Collegamenti possibili

collegamenti sanivite

Sanivite 3 ha 4 ingressi e un’uscita. Può quindi ricevere contemporaneamente lo scarico di un lavello, eventualmente anche doppio, una lavastoviglie e una lavatrice; se posizionato in un bagno, tranne il wc, può ricevere gli scarichi di tutte le utenze, quali docce, vasche, lavabo e bidet. I due ingressi, posizionati sul top della macchina, sono quelli indicati per lavelli, lavabo, lavastoviglie e lavatrici. I due ingressi laterali e bassi, invece, sono indicati per docce, vasche e bidet. Tramite il tubo di scarico la pompa è in grado di spingere le acque raccolte sino a 5 m in altezza o 50 m in distanza.

Posizionamento di SaniVite 3

fissare lo scarico

 

 

 

  1. Il locale tecnico esistente e la stanza designata a nuova lavanderia sono separati da una parete, quindi è facile recuperare le mandate dell’acqua, calda e fredda, portando due attacchi sul muro in cui si posizionano lavandino e lavatrice. Ora non resta che collocare il tubo di scarico con diametro di 32 mm, che si deve sviluppare verso una condotta fognaria esistente.
  2. Lo scarico in questo caso esce lateralmente dal mobile, previa foratura con sega a tazza. La curva per la salita deve essere morbida, quindi si mettono in serie due curve da 45° con in mezzo una braga con tappo di ispezione, che in questo caso funziona da valvola di spurgo d’emergenza.
  3. Il tubo sale verso il soffitto e viene immobilizzato mediante tasselli con collari fermatubi di sezione adeguata.
  4. Superata la soletta, il tubo effettua un’altra curva morbida e si orienta verso l’inserimento nella colonna di scarico vera e propria, mantenendo una pendenza dell’1%, in modo da entrarvi dall’alto verso il basso. Ricordiamo che serve una presa elettrica nelle vicinanze della pompa.

Allestimento di SaniVite 3

installare sanivite

lavabo con pompa sanitrit

 

  1. Si predispone la macchina al collocamento in sede, montando sul lato d’appoggio due piccole staffe e applicando i quattro piedini adesivi di gomma che la sollevano dal pavimento. In questo modo viene impedita la trasmissione delle vibrazioni durante il funzionamento della pompa.
  2. Gli ingressi sul top della macchina sono sigillati; se è necessario utilizzarli, vanno aperti tagliando via la membrana che li chiude con un seghetto da ferro.
  3. Lo sbavo del taglio va rimosso con carta vetrata da passare sia all’interno sia all’esterno del bordo, in modo che non ci siano impedimenti all’inserimento dei raccordi.
  4. I raccordi di gomma in dotazione permettono l’innesto di tubi di diverso diametro. I punti da tagliare per adattarli a quelli della sezione corretta sono ben marcati con rilievi esterni che guidano anche il cutter per mantenere il taglio lineare.
  5. Ogni pezzo che si innesta va bloccato con una delle fascette di serraggio in dotazione. La pipa del tubo di uscita può essere orientata a piacere, in modo da far prendere subito al tubo la direzione corretta verso lo scarico.
  6. Gli ingressi alla base, se non utilizzati, vanno chiusi con i tappi in dotazione che hanno un robusto o-ring di tenuta; l’innesto a baionetta del tappo, con solo mezzo giro, assicura il serraggio più sicuro.
  7. Predisposti tutti gli attacchi e chiusi gli ingressi bassi non necessari, si fissa la pompa a pavimento con due tasselli a espansione che bloccano le piccole staffe agli angoli opposti.
  8. Il primo tubo da fissare è quello di uscita, perché è particolarmente rigido; anche questo va fissato a dovere con una fascetta.
  9. Per ultimi si inseriscono i tubi in ingresso che hanno una maggiore flessibilità nella movimentazione per l’innesto.

Guarda il video

Per ulteriori approfondimenti leggi la scheda prodotto di Sanivite 3

Una lavanderia con Sanitrit SaniVite 3 ultima modifica: 2017-02-26T08:07:44+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *