Attrezzi fai da te

Aspiratore Einhell TE-VC 2340 SA | Recensione completa

0
Aspiratore Einhell TE-VC 2340 SA
Aspiratore Einhell TE-VC 2340 SA
 

L’aspiratore è un ottimo ausilio per qualsiasi frangente ci si trovi ad affrontare, ma deve essere ben accessoriato, potente, capiente e versatile

Abbiamo già detto tante volte quanto sia importante avere in laboratorio un buon aspiratore; non è soltanto questione di pulire l’ambiente in cui si lavora, ma soprattutto di salvaguardare la propria salute, l’efficienza delle macchine con cui si opera e, non ultimo, la migliore esecuzione del lavoro. Durante un progetto di costruzione, si taglia, si pialla, si leviga, si fresa ecc. In ogni operazione si produce scarto in termini di polvere, segatura, trucioli.

Le particelle più leggere prendono il volo e, se non si porta una maschera protettiva, in parte vengono inalate; quelle pesanti, restando sul posto, tendono a inibire i movimenti della macchina, mettendola sotto sforzo; inoltre, distribuendosi sul piano di lavoro, impediscono di vedere distintamente come si sta procedendo.

Le possibilità con un aspiratore funzionale e potente

Anche se non è possibile tagliare una tavola senza lasciare per terra un po’ di polvere di legno, con un aspiratore funzionale e potente la dispersione resta minima. Quindi sì alla potenza, ma anche alla capienza del serbatoio e non solo. Fondamentale è la presa per l’elettroutensile con disponibilità di elevata potenza servita: quando si accende l’elettroutensile si avvia anche l’aspiratore e al suo spegnimento, dopo pochi secondi (il tempo di rimuovere le polveri ancora in sospensione), segue quello dell’aspiratore.

Non ultimo, per completare il quadro di un aspiratore eccellente per il proprio laboratorio, va aggiunta la possibilità di aspirare anche i liquidi, la presenza della funzione di soffiaggio, la disponibilità di un serbatoio inox da 40 litri con tappo di svuotamento, un ottimo rapporto fra potenza aspirante e consumo di corrente, una ricca dotazione di accessori solidi e fatti bene come quelli dell’Einhell TE-VC 2340 SA.

Come si presenta l’aspiratore Einhell TE-VC 2340 SA

La dotazione dell’aspiratore Einhell TE-VC 2340 SA comprende il filtro pieghettato, un sacchetto di raccolta, due tubi rigidi di aspirazione di cui uno estendibile, il tubo flessibile di aspirazione, il raccordo per il collegamento del tubo con gli elettroutensili, diversi accessori di pulizia fra cui una bocchetta combinata, una a beccuccio e una con spazzola. Nella confezione le ruote sono smontate.

Il montaggio delle ruote

Rimossi tutti gli accessori, sistemati per il confezionamento all’interno del contenitore, si ribalta sul bancone l’aspiratore per l’applicazione delle ruote, iniziando dalle posteriori, più grandi.

L’asse va inserito prima in una ruota, bloccandone la fuoriuscita con una copiglia di sicurezza, poi nella propria sede situata nel basamento.

L’asse sporge sul lato opposto e vi si applica la seconda ruota, fissando anche questa con un’altra copiglia e mettendo in mezzo una rondella. Tutto ovviamente in dotazione.

Il montaggio delle ruote grandi si conclude con l’applicazione delle due coperture di finitura, che si incastrano a scatto.

Le due ruote piccole hanno un perno che si inserisce a pressione nell’apposita sede, in posizione d’angolo del basamento. Queste sono pivotanti, ovvero ruotano liberamente di 360 gradi attorno al perno stesso. Troviamo che l’accoppiata di due ruote grandi fisse e due piccole pivotanti sia la combinazione migliore per spostare l’aspiratore nell’ambito del laboratorio.

L’installazione dei filtri

I filtri in dotazione, in realtà, sono due: oltre al già citato filtro pieghettato, viene fornito un filtro di spugna da mettere obbligatoriamente al posto del primo quando si aspirano i liquidi.

Il filtro pieghettato si calza attorno al cestello, mandandolo sino in fondo, poi si ferma con il tappo con chiusura a baionetta.

Per l’aspirazione delle polveri asciutte si monta anche il sacchetto di raccolta, che si innesta nella sporgenza del bocchettone di aspirazione, posto nella parete del contenitore inox.

Il gruppo motore, così allestito, si applica al contenitore, inserendo la protuberanza del filtro pieghettato in mezzo allo sviluppo del sacchetto di raccolta.

I tubi rigidi di aspirazione sono molto robusti, perché fatti di metallo. I due (uno curvo funge da manico, l’altro diritto da prolunga) si uniscono a pressione, avendo l’estremità leggermente conica da un lato e fatta a bicchiere dall’altro.

La prolunga diritta è telescopica: si allunga e si accorcia premendo il pulsante nero.

Nella testa del gruppo motore c’è un secondo attacco per il tubo flessibile: attaccandolo in questo punto l’aspiratore diventa un soffiatore.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *