Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Attrezzi fai da te / Disco per piastrelle Montolit Squadro
disco per piastrelle montolit

Disco per piastrelle Montolit Squadro

 

Utilissimo perché piccolo, quindi capace di tagli “chirurgici” su ceramiche anche di elevata durezza come il grès porcellanato, per l’esecuzione facile di pezzi speciali con elevata precisione

Il disco per piastrelle Montolit Squadro nasce per coprire alcune specifiche esigenze, ma che ricorrono con altissima frequenza. Derivazioni, quadri e scatolette elettriche di casa richiedono un gran numero di fori quadrati nei rivestimenti ceramici. Rispetto al passato, il numero di questo tipo di fori è aumentato notevolmente a causa della diffusione di telefoni, antenne TV, antifurti, elettrodomestici, computers ecc. Inoltre, le piastrelle sono diventate sempre più dure e con superfici “difficili” per la realizzazione a regola d’arte di questi tagli. Nasce così il disco per piastrelle Montolit Squadro, un minidisco diamantato (uso a secco) utilizzabile su smerigliatrici angolari di piccola taglia. è un disco dal diametro ridotto (85 mm), in grado di realizzare fori rettangolari anche di piccolissime dimensioni (40X40 mm) su tutti i tipi di ceramica, grès porcellanato, marmo e granito. l Provandolo, ci siamo resi conto che oltre a poter fare fori quadrati molto piccoli, il diametro limitato incrementa parecchio il controllo dell’elettroutensile da parte dell’operatore, consentendo di manovrare con estrema fermezza e sensibilità lo strumento, guadagnando di molto in precisione del taglio. Il diametro ridotto permette di essere “chirurgici” anche nell’esecuzione dei pezzi speciali, come quelli che circondano elementi d’ingombro, angoli, sporgenze e gradini. Montolit

Come lavora il disco per piastrelle Montolit Squadro

montolit squadro

    1. Il disco è adatto al montaggio su qualsiasi smerigliatrice angolare di piccola taglia, con attacco standard da 22 mm di diametro; essendo molto sottile, può essere che si debba aggiungere la rondella di ottone in dotazione, quando la flangia del flessibile non riesce a stringere a sufficienza il disco.
    2. La marcatura del foro deve essere molto precisa: rilevata con esattezza la posizione di uno dei 4 angoli della scatola, si riporta sulla piastrella, quindi, con l’aiuto di una scatola nuova, se ne tracciano i contorni dopo averla allineata perfettamente con il segno, mantenendo il parallelismo con i lati.
    3. Con un po’ di mano ferma e, soprattutto, molta delicatezza si incidono i quattro segmenti. La lama segue con estrema docilità il percorso che le indichiamo sino ad arrivare agli angoli. Per completare il distacco del tassello centrale bisogna voltare la piastrella e, sempre con lo stesso disco, eliminare i piccoli setti che nella parte dietro rimangono in corrispondenza degli angoli.
    4. La precisione è assoluta, come si può rilevare già testando l’inserimento della scatola nel foro eseguito. Si noti anche come rimanga preciso il bordo del tassello rimosso, cosa che lascia immaginare ottimi risultati nell’esecuzione anche di altri pezzi speciali, con bordi a maggiore visibilità. 

Acquista altri prodotti Montolit

       
Disco per piastrelle Montolit Squadro ultima modifica: 2015-09-10T17:14:01+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *