Attrezzi fai da te

Tagliapiastrelle Montolit Brooklyn F1 | Per tagli professionali

0
 

Il tagliapiastrelle Montolit Brooklyn F1 permette tagli di alta precisione, rapidità e un’esecuzione senza polveri su piastrelle di varie dimensioni

Tagliare piastrelle è un’operazione che si può effettuare in diversi modi, ma la tendenza odierna all’utilizzo di formati grandi e di materiali durissimi impone l’utilizzo di strumenti che permettano un’elevata precisione e rapidità di lavorazione. 

Il tagliapiastrelle Montolit Brooklyn F1 è sicuramente uno strumento professionale, ma talmente semplice da utilizzare e così efficace, che vale la pena di scoprirne le proprietà e rendersi conto dello stato dell’arte in fatto di taglio delle piastrelle, orgogliosi anche del fatto che sia un prodotto del tutto italiano.

(Maggiori informazioni: Montolit)

Caratteristiche tagliapiastrelle Montolit

Innanzi tutto va detto che questo tagliapiastrelle elettrico è disponibile in diverse dimensioni: quella testata in queste pagine è la più piccola, il modello F1-101 che taglia piastrelle lunghe sino a 101 cm, ma ci sono anche altri tre modelli che arrivano rispettivamente a 131, 151 e 181 cm di lunghezza di taglio. Sono tutte uguali come diametro del disco (250 mm), potenza del motore (2,2 kW) e strutturazione del supporto; cambiano soltanto le dimensioni in lunghezza del banco.

Il disco diamantato è raffreddato ad acqua, cosa che offre anche il grande vantaggio di lavorare senza il minimo sollevamento di polveri.L’ampio piano d’appoggio, la squadra di scontro e il sistema di immobilizzazione della piastrella permettono tagli di precisione assoluta.

tagliapiastrelle Montolit

Ruotando attorno a un perno centrale, la squadra è inclinabile, quindi si può impostare un’angolazione di taglio a piacere da 0 a 45°. Allo stesso modo, la testa della macchina si può inclinare di lato, rispetto al piano di lavoro, in un range da 0 a 45°, sicché si possono anche effettuare biselli.

La testa si può anche regolare in altezza, per far lavorare la lama sempre nel modo corretto, a prescindere dallo spessore del pezzo (da 0 a 5 cm).

Il tagliapiastrelle Montolit è ideale per il taglio e lo smusso di grès, grès porcellanato, klinker, cotto, monocottura, ceramica, cemento e materiali lapidei.

I movimenti della testa

Per immobilizzare la testa sulla barra longitudinale, utile quando si deve trasportare la macchina, si stringe l’apposita manopola.
Una vite con barra e leva sblocca la regolazione della testa, che include motore e lama, in altezza sul piano di lavoro.
Una manopola permette il movimento laterale della testa…
tagliapiastrelle Montolit
…in modo che la lama si possa inclinare sino a 45° rispetto alla normale posizione verticale.

Come spostarlo

taglia piastrelle
Il posizionamento delle rotelle permette di movimentare la macchina senza fatica; arrivati sul posto si distendono le gambe da un lato.
Si sbloccano anche le gambe sull’altro lato, sganciando la levetta di fermo che le tiene raccolte.
taglia mattonelle
Prendendola per la maniglia laterale, si solleva la macchina: le gambe vanno in posizione da sole e si bloccano.
Sulla squadra, un fermo laterale permette di fissare una misura e ripetere il medesimo taglio su diverse piastrelle.
Lo Squeeze System serve per tenere la piastrella contro la squadra, impedendole di muoversi durante il taglio.

Tagliapiastrelle ad acqua

Sotto il piano di lavoro del tagliapiastrelle Montolit Brooklyn F1 si estende la vasca che contiene 25 litri d’acqua. Il livello da raggiungere è reso evidente e non è necessario misurare la quantità che si immette. Al termine del lavoro, la vasca si svuota rimuovendo il tappo sul fondo.

Tagliapiastrelle ad acqua

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *