Home / Fai da te / Attrezzi fai da te / Martello | Quale scegliere e come utilizzarlo in funzione del tipo di lavoro
martello, scegliare il mertello, tipi di martello, tipologie di martello, martello da carpentiere, mazzetta da muratore, mazzetta monoblocco, martello tedesco, martello a penna, martello a palla, martello da tappezziere, martello levachiodi

Martello | Quale scegliere e come utilizzarlo in funzione del tipo di lavoro

 

A seconda del tipo di lavorazione, occorre il martello giusto

Oltre al materiale con cui è fatta la testa del martello, a specificarne l’impiego sono anche la forma della bocca (l’estremità piatta) e della penna (l’altra estremità che può avere forme diverse). È bene scegliere il questo attrezzo con attenzione in base al lavoro da svolgere, per non danneggiare le superfici o sprecare inutilmente energie, inoltre, occorre valutarne il peso più congeniale a parità di forma, tenendo presente che l’energia cinetica che imprimiamo all’utensile si trasforma in lavoro in modo proporzionale.

Diverse tipologie di martello

tipi di martello
In base alla forma e alle dimensioni dei suoi componenti, il martello è “specializzato” per un determinato uso. Ecco i più comuni:
1: da carpentiere con penna levachiodi.
2: mazzetta da muratore con notevole massa battente per lavori pesanti.
3: mazzetta monoblocco con battenti intercambiabili.
4: tedesco di uso universale, è il tipo più comune.
5: a penna da tappezziere, ideale per piccoli chiodi.
6: a palla per meccanici e carrozzieri, serve a raddrizzare lamiere.

Utilizzi differenti del martello

utilizzi differenti del martello

  1. da carpentiere: è sempre dotato di penna levachiodi, la bocca è rinforzata e allargata, piatta o leggermente convessa. La zona centrale è rinforzata intorno all’occhio per l’utilizzo battente in spazi ristretti.
  2. da muratore: quando percuotiamo un altro corpo per demolire una superficie (uno scalpello da muro), dobbiamo disporre di una testa abbastanza larga e bilanciata, montata su un manico che assicuri buona presa.
  3. tedesco: è il tipo più diffuso e universale, adatto a tutti i lavori di falegnameria a esclusione dell’estrazione di chiodi. La penna è infatti piatta e cuneiforme e può servire per divaricare parti o frantumare laterizi.
  4. da tappezziere: per uso specifico e poco diffuso, ha un peso modesto e forma affusolata, ideale per conficcare chiodini a testa larga e bullette. La lunga penna permette di intervenire anche all’interno di spazi ristretti.
  5. Mazzuolo morbido: ha due battenti quasi sempre di materiali differenti, talvolta intercambiabili, e viene utilizzato per trasmettere efficacemente l’energia del colpo senza causare danni alle superfici con cui viene a contatto.
  6. Martello a palla: questo tipo è molto utilizzato dai carrozzieri per ribattere le lamiere e nella carpenteria metallica in genere. L’estremità a forma sferica è molto utile quando si devono raddrizzare ammaccature su superfici curve.

Consigli per l’acquisto di un martello

Martello | Quale scegliere e come utilizzarlo in funzione del tipo di lavoro ultima modifica: 2016-08-25T16:25:02+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *