Dalla redazione

Ampliamenti: la villa che diventa PALAZZO DA 1200 STANZE

0
 

Editoriale tratto da “Rifare Casa n.46 Luglio-Agosto 2016”

Autore: Nicla de Carolis

Non è una cosa nuova “spingere” le pareti, il soffitto… il pavimento della casa per ampliare gli spazi. Pensiamo solo al nostro Palazzo del Quirinale che con i suoi 110mila metri quadrati è uno degli edifici più grandi del mondo. Oggi, aperto ai cittadini, ospita l’appartamento del presidente della Repubblica e conta ben 1.200 stanze in cui trova posto un inestimabile patrimonio composto da arazzi di grande pregio, mobili e dipinti, sculture e carrozze storiche. In origine questo complesso altro non era che una villa con vigna che nel 1550 venne presa in affitto dal cardinale Ippolito d’Este; la vigna fu trasformata in un giardino con fontane, giochi d’acqua, sculture antiche. In seguito, vista la bellezza del posto, passò di mano da un papa all’altro, ciascuno dei quali fece degli ampliamenti; il piccolo edificio fu prima trasformato in un’elegante villa con facciata a portico e loggia collegate internamente da una splendida scala. In seguito, per ospitare la corte pontificia fu costruita una lunga ala verso la piazza e un secondo palazzo su via del Quirinale, così da formare un ampio cortile interno. L’architettura del Palazzo, nell’aspetto che ancora oggi mantiene, fu portata a compimento nel corso del pontificato di Paolo V Borghese (1605-21) con la costruzione dell’ala verso il giardino comprendente lo Scalone d’onore, la grande sala del Concistoro, oggi Salone delle Feste, e la Cappellina dell’Annunziata. Infine, nel ‘700 furono costruite le Scuderie papali, oggi adibite a esposizioni d’arte, che affacciano sulla piazza antistante il Quirinale.

E che dire del Louvre, un complesso di padiglioni costruiti anch’essi nei secoli e del più recente ampliamento che lo hanno portato ad avere una superficie di 135.000 mq? L’ultimo ampliamento, realizzato per volere del neoeletto presidente Mitterand a partire dal 1981, su progetto dell’architetto sino-americano Ieoh Ming Pei, era volto a consacrare definitivamente e completamente l’antico palazzo reale a Museo. L’operazione, durata 20 anni per una spesa di 1 miliardo di euro, ha dato vita a una città sotterranea e a uno spazio coperto esterno costituito dalla Piramide di vetro, una specie di giardino d’inverno, realizzata con vetri e tecniche all’avanguardia. Amata e discussa, nata dalla fantasia creativa e dalla ricerca tecnologica, la piramide si erge al centro della Cour Napoléon segnalando l’ingresso principale al Museo a cui si accede tramite una scala elicoidale che porta nel sottosuolo dove è stato ricavato il nuovo atrio centrale con i suoi servizi.

Certo gli ampliamenti che potremmo realizzare nelle nostre case, appartamento o casa singola che sia, nulla hanno a che vedere quanto a dimensioni con gli esempi fatti, ma possono essere, nell’economia di una famiglia, molto importanti. La legge infatti consente in moltissimi casi di aumentare la superficie abitativa della stessa unità immobiliare. Nel dossier di questo numero troverete tutte le possibilità analizzate e spiegate per poter ragionare su come chiudere un balcone o un porticato, sopraelevare, costruire un box separato, realizzare un magnifico giardino d’inverno e altri interventi che ci consentono di ampliare la superficie della nostra casa senza dover traslocare.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *