Dalla redazione

Architetto muratore

0
architetto muratore
 

L’architettura è un’arte che mescola le cose, il far da sé mescola nozioni e discipline per ottenere un risultato originale

Straordinario lavoratore, è indubbiamente l’architetto più famoso nel mondo: Renzo Piano, con più di cento persone che lavorano con lui negli studi di Genova e Parigi, ha lasciato la sua firma in ogni parte del nostro pianeta con grandi opere che possono piacere o non piacere, ma certo non lasciano indifferenti. Ama definirsi una specie di “orologiaiomuratore” e dice di sé: “Non ho mai fatto nient’altro che l’architetto e in un modo molto artigianale. Un po’ come i mastri comacini del Medioevo che giravano per cantieri. Quindi un lavoro legato ai luoghi, alla gente, al terreno, ai materiali”.

“Non bisogna dimenticare che l’architettura è un’arte che mescola le cose: la storia, la geografia, l’antropologia e l’ambiente, la scienza e la società”.

“E’ necessario avere un atteggiamento leggero: non rinunciare a quell’ostinazione che consente di testimoniare le proprie idee e al tempo stesso essere permeabili e capire quelle degli altri” (da un intervista a Panorama).

Come noi. Proviamo a leggere con attenzione queste frasi, a chiudere gli occhi dimenticando che sono riferite all’architettura e all’esperienza unica ed irripetibile di un grande del nostro tempo, a ripensare ai mastri comacini che circa 1400 anni fa, partendo dal Comasco, andavano in giro per l’alta Italia a costruire: proviamo a trasportare il tutto nel nostro mondo di far da sé operosi ed ingegnosi.

Cambiando semplicemente il contesto, non è un po’ come se  si stesse parlando di noi?

Chi meglio dei far da sé sa mescolare tutta una serie di nozioni e di discipline per ottenere un risultato originale?

Chi c’è di più testardo nel difendere le proprie esperienze, ma allo stesso tempo di più svelto nel copiare dagli artigiani, dall’industria, dal vicino rubando i loro segreti?

Chi c’è di più tenacemente legato all’ambiente e alle risorse che offre, facendo del recupero e del riciclo una vera e propria arte, per non dire una religione?

(aprile 2002)

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *