Dalla redazione

Ritorno all’eurythmia

0
 

Editoriale tratto da Rifare Casa n.38 di Marzo-Aprile 2015

Autore: Nicla de Carolis

Gli obiettivi principali che ciascuno di noi si pone quando costruisce o ristruttura la propria abitazione credo siano due: comfort ed estetica. Questo da sempre, basti pensare all’architetto ante litteram, punto di riferimento ancora oggi per gli esperti della materia, Marco Vitruvio Pollione, architetto e ingegnere romano del primo secolo a.C. che, nella suo trattato in latino De Architectura, già diceva: “In tutte queste cose che si hanno da fare devesi avere per scopo la solidità, l’utilità, e la bellezza” inserendo anche “la solidità”, cosa per noi superata, diciamo quasi sempre, con l’introduzione del cemento armato. Nel trattato di Vitruvio si legge che l’architettura è imitazione della natura, l’edificio deve inserirsi armoniosamente nell’ambiente naturale. L’architetto deve possedere una vasta cultura generale, anche filosofica, oltre alla conoscenza dell’acustica per la costruzione di teatri ed edifici simili, dell’ottica per l’illuminazione degli edifici, della medicina per l’igiene delle aree edificabili. Purtroppo, soprattuto dalla seconda metà del ventesimo secolo, tutte queste indicazioni, più che mai valide, sono state disattese e abbiamo toccato il fondo con l’orripilante quanto scadente cementificazione selvaggia degli anni ‘60. Sembrava ormai perso e irraggiungibile l’affascinante concetto di eurythmia dell’edificio, citato da Vitruvio, ovvero quella bellezza dell’insieme, che risulta dal perfetto accordo delle parti, e quell’armonia della costruzione, che deve creare il benessere delle persone che ci abitano. Ma, sfogliando le pagine di questo numero, prima con le ristrutturazioni raffinate e al tempo stesso ricche di tutto il meglio che offre l’innovazione in fatto di ecologico comfort abitativo, e poi con gli approfondimenti sulle novità più interessanti ed evolute nel settore dell’edilizia, ritroviamo gli ingredienti e la linea di pensiero per un ritorno a una moderna eurythmia delle nostre abitazioni.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *