Dalla redazione

…tecnologia e manualità fanno qualità…

0
 

Editoriale tratto da Far da sé n.448 di Marzo 2015

Autore: Nicla de Carolis

Così dice Maurizio Riva, sedicente falegname, in realtà imprenditore vivace e di successo e inventore di un nuovo modo di concepire i mobili, che piace molto ai maggiori designer di tutto il mondo. La sua azienda www.riva1920.it infatti costruisce mobili in legni masselli tradizionali, ma anche molto speciali: dal cedro al kauri millenario (proveniente dalla Nuova Zelanda) alle vecchie briccole di Venezia (i pali di quercia che servono per indicare le vie d’acqua). Mobili fatti per durare, come quelli di una volta, seguendo tecniche e finiture della migliore tradizione artigianale. Ma, accanto a questo sapiente lavoro manuale, ci sono evolutissime e altrettanto affascinanti macchine a controllo numerico che magicamente riescono a scolpire nel legno oggetti belli da usare e da toccare, che assomigliano molto a opere d’arte e che sono ormai diventati degli oggetti di culto presenti negli ambienti più lussosi. Un altro esempio stupefacente della capacità tutta italiana di saper mettere a frutto la manualità artigianal-artistica che ci viene dal passato con la tecnologia più avanzata è il laboratorio Salvi di Piasco in Valle Varaita – Piemonte, il più prestigioso produttore di arpe al mondo. Una realtà incredibile in cui le competenze sono tante e ai massimi livelli: la scelta dei legni, la lavorazione di ogni singolo dettaglio, le calibrature diverse degli spessori della tavola armonica e del suo guscio (appunto con precisissime macchine a controllo numerico), la decorazione, l’intarsio, l’accordatura. Assolutamente da vedere le fasi delle lavorazioni che si alternano: da quelle totalmente manuali a quelle supertecnologiche, con la realizzazione di disegni in 3D che guidano le sofisticate e precisissime frese. Ogni arpa è un’opera unica, intarsiata e dorata a mano, uno strumento prezioso e perfetto, di oltre duemila pezzi ottenuti e assemblati in quasi sei mesi di lavoro che alterna tecnologia e manualità. Per avvicinarci al mondo della più evoluta lavorazione del legno che unisce il meglio del passato e il meglio del presente abbiamo realizzato un reportage nello stabilimento di RIVA 1920 (da pag 4) che ci fa entrare in questa meravigliosa realtà facendocene scoprire i segreti.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *