Provati per voi

Decespugliatore GC-BC 52 I AS di Einhell | Per lavorare bene e comodi

0
 

Al vertice della gamma proposta dalla casa tedesca, il decespugliatore GC-BC 52 I AS offre diverse soluzioni che ne agevolano l’utilizzo e ne garantiscono lunga durata

Quando la cilindrata del decespugliatore con motore a scoppio è elevata, come nel caso di questo modello dalle alte prestazioni, ideale è disporre del sistema di guida a manubrio, che permette di condurre l’elemento di taglio minimizzando la fatica nelle lunghe sessioni di lavoro, mantenendo sempre il massimo controllo anche sull’altezza di taglio. In questo modo, voltandosi indietro, al termine del lavoro, c’è di che esserne soddisfatti. Il decespugliatore GC-BC 52 I AS di Einhell, però, aggiunge a quanto detto altre interessanti peculiarità.

Innanzi tutto offre una notevole possibilità di regolazione della posizione dell’impugnatura e dell’attacco di sostegno, in modo che chiunque possa operare nelle migliori condizioni di comfort. Impugnatura e tubo esterno dell’asta di lavoro sono di alluminio, quindi l’insieme risulta molto leggero, sempre a beneficio del comfort; inoltre l’asta è separabile in due pezzi, cosa che agevola non poco il trasporto del decespugliatore. L’operazione è rapidissima: si svolge in pochissimi secondi, per merito del sistema di attacco Split Shaft di cui si avvale. E ancora, il sistema di trasmissione dell’asta ha supporti a entrambe le estremità, con grande beneficio nella durata degli organi in movimento.

Il motore a scoppio è un 2 tempi con cilindrata di 51,7 cc; si alimenta con miscela benzina/olio nel rapporto di 40:1 (per 1 litro di benzina verde mettere 25 ml di olio per motori a 2 tempi). Il motore ha un bassissimo tenore di vibrazioni, è dotato di accensione digitale, che assicura stabilità del regime di giri durante il funzionamento, e, oltre al Quick Start convenzionale con pompa manuale per il “cicchetto”, ha un innovativo sistema di regolazione automatica dell’aria Auto Choke. Il decespugliatore GC-BC 52 I AS di Einhell ha un prezzo consigliato al pubblico di euro 179,95.

In dotazione con il decespugliatore GC-BC 52 I AS c’è una lama a tre denti, una bobina completa di filo di diametro 2,4 mm, il sostegno a tracolla a doppia spalla con protezione sul fianco e una tanica graduata da un litro per fare la miscela.

Allestimento rapido per lavorare

L’impugnatura a manubrio si fissa con quattro viti a impronta esagonale.
Lo schermo protettivo del tagliente ha il collare con un rilievo che va fatto corrispondere al foro presente sull’asta.
Per l’unione, i due tronconi dell’asta devono essere allineati fra loro: fanno fede il perno a scatto (lato manubrio) e il foro laterale (lato testina).
Quando la parte terminale dell’asta è giunta allo scontro, si rilascia il perno a scatto: ruotandolo, la molla lo spinge in battuta.
A questo punto si può serrare la manopola del collare che rende solidali i due tronconi dell’asta.

Il cambio degli utensili nel decespugliatore GC-BC 52 I AS

Come sempre, in questo tipo di macchine, per la sostituzione dell’utensile da taglio, si devono rispettare alcune indicazioni, riguardo la disposizione di flange, spessoramenti e protezioni.

  1. Applicare la menabrida

    Sull’alberino dentato, in uscita dalla coppia conica, va applicata la menabrida, una spessa flangia con impronta complementare.

  2. Installare la lama di precisione

    La menabrida ha una sezione centrale, in rilievo, sulla quale la lama calza con precisione. Attenzione: per evitare di ferirsi, la lama va maneggiata con i guanti, a meno che non abbia la sua protezione in plastica.

  3. Applicare la lama di pressione

    Sulla lama si applica la piastra di pressione e sopra ancora la sua cupola di copertura.

  4. Posizionare il dado M10

    Nell’imboccare il dado M10 si tenga conto che il filetto è sinistrorso, quindi si avvita e stringe in senso antiorario.

  5. Serrare il dado

    Per bloccare la rotazione dell’alberino e permettere il serraggio del dado, si inserisce momentaneamente la brugola da 4 mm nel foro sul labbro della coppia conica, intercettando quello presente sul lato della menabrida.

  6. Montare l’estensione della calotta protettiva

    Quando si lavora con la bobina a filo, si deve montare l’estensione della calotta protettiva.

  7. Montare la bobina

    La bobina si monta direttamente sulla menabrida, tendo ferma la rotazione come descritto sopra. La bobina è di tipo a doppio filo, con rilascio automatico a pressione. Sulla protezione per taglio con filo c’è il risalto che mantiene la corretta lunghezza del filo. Il diametro di taglio è di 42 cm.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *