Packaging: una questione di qualità

 

Nel caso specifico delle viterie, la confezione ricopre un ruolo importantissimo; un’azienda, che peraltro ha sempre puntato sull’alta qualità del prodotto, ha compreso meglio di altre questo concetto e ha trovato eccellenti soluzioni per agevolare l’acquirente al momento della scelta e poi della fruizione, nel catalogare e utilizzare le viti, mantendo ordinato il laboratorio

L’insegnamento più evidente che riceviamo guardando lavorare i professionisti è l’utilizzo da parte loro di prodotti della massima qualità. Questa regola ormai è nota a tutti; ma se è facile potersi orientare, a seconda anche delle proprie tasche, su un elettroutensile di marca, meno banale è individuare e scegliere i prodotti di consumo, che siano di alta qualità. Nell’ambito della viteria, per fortuna, siamo facilitati da un’azienda storica che della qualità ha sempre fatto il suo vessillo e che non ha mai dimenticato le esigenze dei professionisti, ma anche di tutti coloro che hanno bisogno di costruire, installare, riparare con sicurezza del risultato, risparmiando tempo e fatica. L’azienda si chiama Mustad ed è tutta italiana.

Quanto abbiamo appena detto circa la qualità è già ampiamente tangibile osservando la confezione in cui sono contenuti i suoi prodotti. Questo non perché le scatole siano preziose, al contrario sono realizzate in semplice cartone totalmente riciclato, senza coloranti aggiunti e limitato utilizzo di inchiostro, in virtù della sostenibilità ambientale.

Ma, a parte la robustezza che le contraddistingue, le scatole Mustad sono importanti perché sono realizzate per aiutare l’utilizzatore in ogni momento: dalla scelta allo storaggio, dal trasporto alla fruizione del contenuto. Tutto quanto è dovuto a due fattori: da un lato la forma e la modalità costruttiva della scatola, dall’altro la posizione e il contenuto dell’etichetta, una fonte di informazioni utili e disponibili sempre. Infatti, anche impilando le scatole, la parte descrittiva del contenuto rimane perfettamente visibile sul frontale.

 

Attenzione verso la qualità e verso la sostenibilità

Il marchio MUSTAD stampato sulla testa di tutte le viti è una “firma” a garanzia di qualità, affidabilità e sicurezza; inoltre le viti Mustad sono un prodotto completamente italiano. Numerose le certificazioni ottenute:

  • Certificazione Lloyd’s come Produttore di viti ISO 9001: 2015 e IATF 16949: 2016.
  • Garanzia di Prodotto Europeo EIFI.
  • Riconoscimento AQP (Assicurazione Qualità Prodotto) conferito dalle aziende del settore Automotive.
  • Marcatura CE relativa agli elementi di assemblaggio per la realizzazione di strutture portanti in legno, secondo la norma EN 14592:2009 (conferita dal CSTB Centre Scientifique du Bâtiment di Parigi).
  • DDP (Dichiarazione Di Prestazione) secondo regolamento europeo delle costruzioni 305/2011.

Rigoroso, inoltre, il rispetto delle normative che tutelano i lavoratori, l’ambiente e i clienti.

  1. Numero lotto produttivo. Per il cliente è garanzia del costante controllo lungo l’intera catena produttiva.
  2. Codice articolo. Un numero univoco che identifica il contenuto della scatola: utilissimo in caso di ordini al negozio o acquisti on line.
  3. Finitura. Descrizione del trattamento cui è sottoposta la vite, che può caratterizzarne la resistenza all’ossidazione, ma anche il colore.
  4. Misura vite. Un dato fondamentale, quindi espresso in modo ben visibile e a caratteri cubitali.
  5. Numero pezzi contenuti.
  6. Colore di fondo. Il colore dell’etichetta identifica una famiglia di prodotto: azzurro – Autofilettanti, arancio – Panelvit®, arancio con fascia verde – Panelvit® con impronta torx, grigio – Panelvit® inox.
  7. Utensile di avvitamento. L’utensile di avvitamento è indicato graficamente, con il disegno della faccia superiore della vite, e con il nome tecnico, inclusa la misura.
  8. Immagine prodotto. Il disegno della vite, vista di lato, rispecchia le caratteristiche delle viti contenute e mostra la forma della testa, della punta a ogiva e il filetto elicoidale.

La scatola: riduttivo definirla un semplice confezionamento

La forma squadrata del contenitore è la più indicata per ottimizzare il volume per le viti, ma risulta anche più facilmente manovrabile quando si devono portare più scatole e si ha libera una sola mano. Le scatole Mustad, dalla più piccola alla più grande, hanno tutte la medesima larghezza; questo permette un eccellente storaggio sugli scaffali del laboratorio, senza alcuno spreco di spazio.

Il cartone è molto robusto: le scatole piene resistono benissimo all’impilaggio senza deformazioni e sono fatte in modo da consentire l’apertura dello sportello anche se sovrapposte l’una all’altra. Tutta la parte frontale si apre verso l’esterno, mentre le pareti laterali collegate a questa fanno da contenimento; il lembo che rimane sopra il frontalino, richiuso all’interno, impedisce la fuoriuscita delle viti quando si porta la scatola a mano.

La scatola è fatta di cartone in tinta naturale, quindi senza coloranti aggiunti, ed è interamente prodotta con carta riciclata. I marchi sono stampati con una speciale tecnica che apporta quantità minime di inchiostro.

Articoli simili

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

No, ma dove si trova? 😃

Hai già guardato l'ultimo numero di FAI DA TE?

È GRATIS! 😱 Vai su: FAIDATE FACILE