Muffa

Muffa sui muri | Come intervenire per eliminarla definitivamente

2
muffa sui muri
muffa sui muri
 

La formazione di muffa sui muri è un problema piuttosto ricorrente in molte case, anche quando si cerca di garantire un corretto ricambio d’aria ai locali.

Nei mesi freddi, in particolare, i locali riscaldati in maniera non uniforme e il vapore che si forma in bagno e in cucina causano formazione di umidità che va a condensare negli angoli più freddi della casa, in prossimità di travi in cemento armato o soffitti sottostanti zone terrazzate.

La comparsa di muffa sui muri, sotto forma di spore grigiastre, oltre a essere antiestetica, denota un ambiente poco salutare, sia per le persone, sia per il locale e ciò che contiene. Quasi tutti i prodotti in grado di contrastare il fenomeno della muffa sui muri sono efficaci solo per un periodo limitato, difficilmente sono risolutivi. Risulta definitivo, invece, ridurre il salto termico tra la faccia interna del muro perimetrale e quella esterna, limitando la condensa. In ambienti soggetti a condensa o umidità persistente come le cucine e i bagni bisogna utilizzare idropitture traspiranti antimuffa per interni a elevato potere fungicida e battericida.

Cosa serve per risolvere la muffa sui muri:

prodotti per eliminare la muffa

  • Prodotto antimuffa
  • Idropittura traspirante
  • Spazzola metallica o di saggina
  • Lastre di polistirolo
  • Cutter
  • Plafoncino, pennelli
  • Rullo
  • Adesivo di montaggio

Come eliminare la muffa sui muri

eliminare la muffa

  1. Nei casi in cui la muffa si manifesta estesa, al punto di essere causa di sfogliature, interveniamo con una spazzola a setole dure per eliminare tutte le particelle che si distaccano facilmente.
  2. Terminata la spazzolatura, trattiamo la zona interessata con un prodotto specifico per la rimozione di muffe e alghe, arricchito con sostanze (tipo candeggina) che detergono a fondo la superficie.
  3. Quando la zona trattata è asciugata completamente, può essere tinteggiata. Considerata la tendenza a formazioni fungine, impieghiamo, preferibilmente, prodotti traspiranti ad acqua.
  4. Ritagliamo da pannelli di polistitolo ad alta densità gli elementi di finitura. Per fissarli alla muratura utilizziamo un adesivo strutturale privo di solventi che possono deteriorare il materiale.
  5. La cornice, applicata a soffitto e a parete, garantisce un’ulteriore protezione isolante nello scambio termico tra interno ed esterno. Non volendo installare la cornice si procede direttamente alla finitura.
  6. Utilizzando una spatola metallica stucchiamo accuratamente le giunzioni tra gli elementi consecutivi e anche la zona di collegamento tra il profilo a soffitto e quello applicato a parete.
  7. Per rendere meno netto il collegamento tra gli elementi perpendicolari a soffitto, applichiamo nell’angolo un raccordo triangolare. Stendiamo una mano di primer su tutta la cornice.
  8. Possiamo pitturare la cornice  con lo stesso prodotto utilizzato per il muro, in più mani, fino a ottenere la giusta copertura. Tinteggiamo anche il soffitto con una tinta contrastante a scelta.

Vedi anche

2 Commenti

  1. […] La muffa si sviluppa nei locali chiusi soggetti a umidità e scarso isolamento; le sue spore entrano nelle vie respiratorie agevolando l’insorgenza di allergie e, in taluni casi, di pericolose infiammazioni dell’apparato respiratorio. […]

     
  2. […] Se vi è presenza di muffa si interviene con spruzzature di liquidi antimuffa (ma una miscela al 50 per cento di acqua e candeggina va benissimo) e successiva asportazione con straccio e spugna. Per approfondire leggi la nostra guida (su Bricoportale) per capire come eliminare la muffa […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Muffa