Fai da te costruzioni
pulire i pozzetti
Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Risanamenti / Come pulire pozzetti e gronde

Come pulire pozzetti e gronde

 

Foglie e altri corpi estranei occludono grondaie e scarichi: dobbiamo intervenire con… forza

Stiamo decisamente andando verso la bella stagione ed è il momento di mettere mano ai danni provocati dall’inverno e dalle piogge primaverili. Tra questi, i più frequenti e fastidiosi sono gli intasamenti di pozzetti, canali di scolo e grondaie, causati dall’accumulo di foglie ed altri detriti. In apparenza sembrerebbe un problema da poco pulire pozzetti di scolo e acque grigie, ma i danni conseguenti da un insufficiente deflusso dell’acqua piovana sono sempre rilevanti: infiltrazioni, formazioni di muschi e muffe, deterioramento di pareti, tetti e pavimenti. Fortunatamente l’intervento non presenta particolari difficoltà se ci attrezziamo con apparecchiature adeguate come l’idropulitrice ad alta pressione. I pozzetti di raccolta, protetti da griglie e tombini si puliscono con il potente getto d’acqua (magari con l’aggiunta di un valido degrassatore) , dopo aver asportato le griglie protettive e raccolto, con la paletta o con la cazzuola, gli accumuli di foglie e detriti. Non dimentichiamo una bella pulita anche a pavimentazioni esterne, vialetti pavimentati, marciapiedi, ecc.

Per pulire pozzetti è consigliabile l’utilizzo di una idropulitrice

idropulitrice lavorL’idropulitrice permette di effettuare efficaci pulizie con acqua ad alta pressione emessa da una lancia con ugello regolabile. Il carrello di cui è dotata la rende agile negli spostamenti e molto stabile durante il funzionamento. In foto: idropulitrice Tormenta a sviluppo verticale con l’avvolgitubo per tubo alta pressione integrato sul manico. Motore da 2800 W, pressione max 160 bar, portata max 510 l/h, equipaggiata con lancia pressione regolabile e lancia turbo, in ottone. Lavorwash

Per pulire pozzetti intasati occorre asportare le griglie di protezione

pulire pozzetti

  1. asportiamo le griglie che proteggono i pozzetti di raccolta. Se non si tolgono facilmente agiamo lungo il loro bordo con la lama di una spatola.
  2. foglie, detriti, sassi che non sono stati trattenuti dalle griglie, si raccolgono con una paletta per evitare che vadano ad intasare il tubo di deflusso.
  3. con la lancia dell’idropulitrice laviamo accuratamente sia la griglia protettiva che il fondo del pozzetto di raccolta asportando anche eventuali incrostazioni.
  4. prima di ricollocare in posizione la griglia ci conviene dare una bella lavata anche alla pavimentazione per eliminare ogni traccia di ghiaia, terra e foglie.

Come pulire le grondaie

Le grondaie presentano qualche difficoltà aggiuntiva sia perché la loro posizione non concede un facile accesso, sia perché non sempre è conveniente forzare verso il tubo di discesa le foglie presenti lungo il canale, in quanto si potrebbe provocare un intasamento difficile da sgorgare. Il materiale va pazientemente raccolto ed asportato prima di procedere con un bel lavaggio. Per evitare che i detriti cadano nella discesa ci conviene inserire sulla bocca di questa una griglia fermafoglie che lascia passare l’acqua e ferma i corpi estranei.

come pulire una grondaia

  1. le foglie e altri detriti colmano le grondaie dei tetti sovrastati da alberi.
  2. le grondaie vanno liberate manualmente da ciò che le intasa. Affranchiamo bene la scala e lavoriamo in sicurezza, meglio se con l’assistenza di qualcuno.
  3. la discesa va liberata da eventuali intasamenti facendovi scorrere dell’acqua. Si possono usare anche liquidi sgorganti.
  4. sulla bocca della discesa inseriamo una griglia sagomata fermafoglie che ne impedisce l’intasamento.
Come pulire pozzetti e gronde ultima modifica: 2016-05-24T10:45:34+00:00 da Redazione Bricoportale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *