Tornitura

Candelabro fai da te | Realizzazione al tornio

0
candelabro fai da te
 

Un candelabro fai da te è un soprammobile abbastanza diffuso nonché utile; e si tratta di uno degli oggetti che il tornitore realizza più volentieri 

Il tornio da legno è una macchina assai meno complessa (e meno costosa) della corrispondente versione per metalli. Appena si procede nell’apprendistato, però, ci si accorge ben presto che l’operatore deve sopperire, con la sua abilità e sensibilità, alla mancanza di tutti quei dispositivi che, nel tornio per metalli, permettono di regolare con precisione la quantità di materiale da asportare e la velocità della passata. Chi è ormai diventato molto abile nel tornire il legno, poi, pensa spesso che gli automatismi siano poco indicati per lavori di tipo creativo, come per esempio un candelabro fai da te.

candelabro fai da te

I presupposti per imparare sono, come di consueto, passione ed impegno, ma anche i suggerimenti di persone competenti. Il primo valore da salvaguardare è sicuramente la nostra sicurezza, per cui bisogna porre grande attenzione al fissaggio del pezzo che, quando è pesante ed irregolare, non va solo bloccato tra la contropunta e la punta trascinatrice ma fissato con viti a un platorello o stretto tra le griffe di un mandrino; altri importanti accorgimenti sono la scelta della velocità di rotazione e la profondità di passata, meglio dedicare qualche minuto in più alla sgrossatura che rischiare impuntamenti dell’utensile. 

Tornio per metalli

Nei torni per metalli, poi, la parte tagliente lavora all’altezza dell’asse di rotazione mentre, nel legno, è opportuno tenersi un po’ più alti per evitare che il pezzo prenda sotto il ferro e ce lo strappi di mano: è necessario ravvivare abbastanza spesso il filo dell’utensile su una mola da banco con disco a grana fine. 


Ma come si realizza un portacandele fai da te? Scopriamolo qui di seguito.

Candelabro fai da te – Realizzazione

Per realizzare un portacandele in legno fai da te si tracciano le righe che individuano le parti da sagomare sul pezzo cilindrico in legno; per farlo si utilizza una matita anziché l’utensile. Dovendo tornire più pezzi identici è opportuno preparare una dima di cartone da presentare sul grezzo.
Il trattamento superficiale di finitura del candelabro fai da te si realizza man mano che si procede nel lavoro: la cera vergine, riscaldata dall’attrito, penetra facilmente nelle fibre e si stende in modo uniforme su tutta la superficie.
candelabro fai da te
La lucidatura si effettua con un panno di lana e il pezzo in rotazione. Questa tecnica garantisce risultati eccellenti, ma serve una certa attenzione per evitare incidenti; la mano va tenuta ben sopra l’asse di rotazione, in modo da avere un certo margine di fuga.

Portacandela fai da te e non solo…

L’uso più comune di questo candelabro fai da te tornito è quello di reggere, a seconda del diametro del foro, una candela o un cero. Ma basta approfondire di qualche centimetro il foro centrale per avere a disposizione un elegante vaso per fiori secchi.

   

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Tornitura