Fai da te costruzioni
cuccia riscaldata

Cuccia riscaldata

 

I gatti sono amanti degli angolini caldi, vediamo come costruirgli una cuccia riscaldata dove possano andare a riposarsi anche in giornate fredde e piovose.

L’idea di questa cuccia riscaldata è di un nostro utente che, trovandosi con mamma gatta e una nuova cucciolata in casa, e con l’inverno alle porte, ha pensato bene di costruire un gattile con riscaldatore incorporato.

La cuccia riscaldata si realizza assemblando dei pannelli su telaio di abete, con rivestimento esterno in perline, interno in compensato e coibentazione in polistirolo.  Tutte le unioni sono con viti e colla. Il tetto, in perline con rivestimento bituminoso, è mobile, per la pulizia e manutenzione della cuccia, che è sollevata da terra su due travi quadrate 60×60 mm.
Sul fondo si trova il sistema riscaldante, protetto da una lastra di alluminio e rivestito di moquette.

cuccia-riscaldata-fai-da-te

Cosa occorre per costruire la cuccia riscaldata

Gli utensili:

  • Trapano;
  • seghetto;
  • cacciavite;
  • pennello.

I materiali:

  • Trave 60×60 mm;
  • listelli abete 30x20mm;
  • pannelli polistirolo spessore 20 mm;
  • compensato spessore 3 mm;
  • perline di abete spessore 20 mm;
  • guaina bituminosa ardesiata;
  • 1 pezzo moquette; 1
  • lastra di alluminio da 2/10;
  • 1 pannello masonite;
  • 3 elementi riscaldanti 220V/150W;
  • 1 termostato a bulbo;
  • cavi elettrici;
  • 1 interruttore salvavita;
  • 1 interruttore magnetotermico;
  • colla, viti e impregnante.

Riscaldatore estraibile

cuccia-riscaldata-far-da-se

Si realizza il supporto per la lastra di alluminio con perlinato di abete, praticando tre fori di due centimetri sui lati corti; si avvita la lastra e, sulla faccia interna, si collocano i tre riscaldatori a lamina con lato adesivo, collegati fra loro in serie (1), per ottenere una temperatura superficiale di circa 30° C. Un termostato di sicurezza con sonda a bulbo apre il circuito se si superano i 32°C. La lastra di allumino è collegata al conduttore di protezione giallo-verde presente nel cavo di alimentazione per la messa a terra (2).Sul fondo il riscaldatore è chiuso da un pannello di masonite. La potenza assorbita è di circa 30-40 W. La tenuta all’acqua di tutto il riscaldatore e delle parti elettriche deve essere molto curata; inoltre è garantita la protezione magnetotermica e differenziale (salvavita), mediante gli appositi interruttori. L’intero riscaldatore può essere facilmente scollegato (3) e rimosso. Tutti i materiali impiegati per la costruzione della cuccia riscaldata possono essere reperiti con facilità, compresi quelli elettrici.

riscaldatore estraibile

Cuccia riscaldata ultima modifica: 2014-07-21T17:34:43+00:00 da Redazione Bricoportale

3 commenti

  1. Ciao,
    vorrei costruire la cuccia riscaldata.
    potrei avere tutte le istruzioni per assemblare il riscaldatore estraibile?

     
  2. Buona idea!
    Dove posso reperire i riscaldatori?
    Grazie

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *