Bosch

Levigatrice palmare Bosch EasyCurvSander 12: ideale per le superfici curve

0
 

Dalla carteggiatura dei fianchi arrotondati di un mobile fino alla lucidatura delle scarpe di cuoio sono molti gli interventi che si possono effettuare agevolmente con questa macchina che si impugna con una sola mano

Piccola e maneggevole (pesa solo mezzo chilo) la levigatrice palmare Bosch ­EasyCurvSander 12 è alimentata da una batteria a 12 volt che assicura una rotazione di 800-1500 giri al minuto, preselezionabile su tre diverse velocità per adattare l’azione di levigatura al tipo di superficie e al lavoro da eseguire. Il valore più basso è indicato per la lucidatura; quello intermedio per la rimozione di vernici; il valore più alto per la levigatura del legno. Bisogna scegliere l’abrasivo adatto con grana più o meno grossolana o fine. Il numero dei giri varia anche in base alla pressione esercitata, ma una pressione eccessiva non produce una levigatura più efficace.

Monta tre platorelli da 38 mm, con attacco a velcro, che possono inclinarsi in modo diverso l’uno rispetto all’altro per seguire con efficacia anche superfici curve. Fa parte del programma “Power4All” che permette di alimentare con una sola batteria un’intera gamma di elettroutensili per la casa e il giardino. È dotata del dispositivo Syneon Chip, per il dosaggio automatico e intelligente della potenza e della durata della batteria in funzione del progetto; tre led di colore verde visualizzano la carica disponibile della batteria.

La levigatrice palmare si impugna con una sola mano; la regolazione della velocità è a portata di pollice. Costa euro 89,95 il solo corpo macchina, senza batteria e caricabatteria, euro 129,95 con batteria e caricabatteria.

Tre dischi rotanti indipendenti l’uno dall’altro

La parte attiva di questa macchina è costituita da tre dischi rotanti e mobili; ciascun disco può inclinarsi in modo indipendente dagli altri, permettendo così alla macchina di adattare l’azione abrasiva a qualsiasi superficie curva, arrotondata o piana. In luogo dei comuni dischi per levigatura, utilizza abrasivi a rete caratterizzati da un’elevata capacità di aspirazione e da un alto livello qualitativo di finitura. La dotazione di serie include nove reti abrasive (tre a grana 80, tre a grana 180 e tre a grana 320) e il sistema per l’aspirazione delle polveri.

Quanti usi diversi per la levigatrice palmare Bosch EasyCurvSander 12!

Tempo richiesto: 30 minuti.

  • Per i punti difficili

    La particolare forma permette di impugnare e muovere la levigatrice senza sforzo, mentre la disposizione dei tre platorelli agevola l’azione: si raggiungono facilmente anche i punti difficili, ma nello stesso tempo si coprono in breve anche le superfici estese.

  • Sulle superfici delicate

    Sulle plastiche o altre superfici molto delicate si riesce bene a dosare l’azione, scegliendo ovviamente una carta abrasiva a grana fine; la presenza dei tre dischi trasmette molta sensibilità al polso e si capisce bene quanto si stia premendo sulle parti più delicate come le nervature e i rilievi, più facili da danneggiare.

  • Quando non si vuole andare per il sottile

    Quando è il momento di non andare per il sottile, si monta carta abrasiva a grana grossa e si procede rapidi nel lavoro.

  • Sulle zone con curvatura accentuata

    Non rappresentano un problema neppure le zone con una curvatura molto accentuata, grazie all’angolo di snodo e alla flessione che i dischi concedono. Mentre nel caso delle comuni levigatrici la regola che richiede mano leggera sulle curvature è ferrea, nel caso della EasyCurvSander l’azione viene distribuita in modo eccellente.

  • Per levigatura più aggressive ma anche per quelle delicate

    È incredibile come si possa passare dalla più aggressiva alla più delicata azione, sostituendo l’elemento attivo e diminuendone il numero.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Bosch