Auto, moto e bici

Come sostituire le casse per auto

0
casse per auto
 

A volte basta sostituirle le casse per auto montate di serie sulla vettura con altre di qualità superiore per beneficiare di un suono più nitido mentre si è in viaggio

Le casse per auto sono una questione di passione

Non sempre le casse per auto di serie soddisfano gli appassionati di musica, che anche in auto esigono un suono pulito o preferiscono una regolazione del suono che faccia risaltare i “bassi”.

Come si rimuovono le vecchie casse per auto

In alcuni casi (esistono grandi differenze tra auto e auto), bisogna rimuovere il pannello di rivestimento, in altri la cassa è dietro a un coperchio grigliato che si può rimuovere facendo leva lungo i bordi con un cacciavite, evitando di rovinare la plastica. Questa seconda possibilità ci permette di verificare forma e dimensione del diffusore, anche la profondità disponibile per alloggiare quelle nuove, quindi di andare sul sicuro per l’acquisto. Se invece dobbiamo rimuovere il pannello, conviene prima accertarci delle dimensioni delle casse rivolgendoci a un rivenditore con il libretto di circolazione alla mano: attraverso il numero del telaio dovrebbe essere in grado di dirci quali casse sono montate di serie sulla nostra auto. Per la stessa vettura, infatti, possono esserci differenze in base all’anno di produzione. Sostituendo i diffusori acustici possiamo migliorare il suono, ma non dimentichiamo che la potenza e la qualità dipendono dall’autoradio.

casse per auto 3

Come sostituire le casse

sostituzione casse

  1. Generalmente i diffusori acustici sono montati nella parte bassa delle portiere, nell’angolo interno. In questo caso dobbiamo rimuovere il rivestimento interno, operazione da effettuare con cautela in quanto i sistemi di fissaggio dello stesso alla scocca cambiano da modello a modello di vettura.
  2. Iniziamo smontando le viti visibili, memorizzando la posizione di ognuna in quanto possono avere lunghezze e diametri differenti in base alla collocazione.
  3. Le mascherine delle maniglie, i braccioli e altri particolari in rilievo hanno anche la funzione di stabilizzare il rivestimento: anche questi vanno rimossi. Oltre alle viti, ci possono essere tappi di plastica innestati a pressione, oppure lamelle a scatto nascoste che possiamo individuare soltanto facendo leva tra rivestimento e scocca, con molta attenzione.
  4. Accedendo al retro del pannello osserviamo ciò che si nasconde all’interno: rimuoviamolo lentamente, verificando che i cavi elettrici dell’alzacristalli o di altri utilizzi non siano incastrati tra le sagomature interne o nel materiale insonorizzante.
  5. L’occasione è buona per eliminare un po’ di sporco, lubrificare le guide di scorrimento del cristallo, verificare che i contatti elettrici non siano ossidati.
  6. Il diffusore è protetto da un materassino spugnoso che ha il compito di assorbire le vibrazioni e limitare l’insediamento dello sporco: sollevandolo, abbiamo accesso ai contatti elettrici e alle viti di fissaggio.
  7.  Tolte le viti di fissaggio del vecchio diffusore, montiamo la mascherina-adattatore per quello nuovo, se necessaria, che dovrebbe utilizzare le vecchie sedi delle viti.
  8. Su questa andiamo ad avvitare il diffusore, tramite altre sedi sfalsate rispetto alle precedenti.
  9. Scolleghiamo i connettori faston dai morsetti della vecchia cassa ed effettuiamo il collegamento a quella nuova; prima di rimontare il tutto, accendiamo la radio per verificare che tutto funzioni.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *