Un baule armadio fai da te per la cameretta

Un grande contenitore fatto come un baule, ma allestito internamente per essere un armadio a misura di teenager. Messo su rotelle pivotanti, lo si sposta agevolemente nella stanza; può rimanere aperto, per una maggiore comodità di utilizzo, e in questo caso una quinta rotella permette di aver maggiore stabilità. Ecco come realizzare un baule armadio fai da te

Per la stanza dei più giovani si cercano sempre idee per rendere l’ambiente giocoso e allegro, ma non bisogna mai sottovalutare la necessità che sia anche funzionale e comodo per incentivare gli occupanti a gestirsi con piacere e non come imposizione. Pertanto, è importante che l’arredo sia a misura per la loro statura oltre che colorato e divertente. Il baule armadio fai da te che proponiamo è un’ottima idea perché è una costruzione semplice e ampiamente personalizzabile, sia nelle misure, per adattarle all’età e alla statura del ragazzo, sia nelle decorazioni e nelle finiture.

Si tratta di costruire un parallelepipedo di legno, usando pannelli di OSB, di multistrato o di MDF; qualsiasi materiale va bene perché sia esternamente sia internamente lo si può rivestire mascherandolo completamente. Questa scelta semplifica molto il lavoro perché permette di fissare i pezzi con chiodi o viti, mandandole sotto filo piano e, al termine, dare una rapida stuccatina agli avvallamenti, prima della verniciatura coprente.

Cassa con coperchio

Si monta la cassa unendo i pannelli che la compongono, ottenendo un parallelepipedo completamente chiuso. Per ricavare il coperchio si effettua un taglio preciso, ovvero eseguito con cura e perfettamente rettilineo, a 100 mm circa da quello che è stato designato come il lato frontale del baule. Per fare un buon taglio ai fini estetici bisogna andare diritti e paralleli al lato, facendo in modo che i lembi del legno non siano rovinati dalla lama.

Completamenti

La parte profonda del baule si allestisce come se fosse un armadio, applicando un bastone in alto per appendere le grucce e, in basso, tre ripiani. Nell’esiguo spessore del coperchio si realizzano col legno alcuni ripiani/contenitore come quelli delle porte dei frigoriferi; alcuni di questi si lasciano aperti nella parte sotto in modo da potervi mettere le calzature. Sempre nello spazio del coperchio, ma nella parte alta, si applica uno specchio fissandolo con due listelli, uno sotto e uno sopra come contenimento, e altri due in sovrapposizione, per tenerlo aderente al pannello posteriore. Ogni coppia di listelli è fissata con una serie di 4 viti.

Il posizionamento naturale del baule armadio fai da te è in piedi; per poterlo spostare comodamente, si applicano sotto la base alcune rotelle di tipo pivotante. Ne servono in tutto cinque: quattro si mettono sotto il corpo grosso del baule e una sotto il coperchio. Quest’ultima è necessaria per sostenere la parte a sbalzo del coperchio quando è in posizione di apertura: a causa delle strutture fissate all’interno e degli oggetti che vi si ripongono, infatti, il peso complessivo di questa parte può diventare molto elevato e, senza un punto d’appoggio a terra, riuscirebbe a sbilanciare in avanti l’intero baule. Alla base del coperchio, ma internamente, si applica anche un listello, fissandolo con 4 viti, messo in modo che sporga di circa 15 mm. Questo è utile per allineare perfettamente la porta del baule armadio fai da te quando viene chiusa.

Finiture del baule armadio fai da te

Il lavoro si conclude con l’applicazione degli angolari tipici dei bauli, ma solo dopo aver completato la colorazione del mobile. In questo caso, avendo usato per la cassa il legno multistrato, la vernice coprente è stata applicata solo esternamente, mentre all’interno è stata data vernice trasparente (flatting).

baule armadio fai da te

Cosa occorre

Multistrato spessore 15 mm:

  • 2 pareti A di 400×1300 mm,
  • 2 basi B di 400×520 mm,
  • 3 ripiani C di 290×518 mm.

Multistrato spessore 10 mm:

  • 2 facciate D di 550×1300 mm.

Abete o pino massello, spessore 8 mm:

  • 9 listelli E da 44×520 mm.

Abete o pino massello, spessore 15 mm:

  • 6 tavolette F da 91×91 mm,
  • 3 tavolette G da 91×520 mm,
  • 2 tavolette reggiscarpe H da 44×140 mm.

Ramino, spessore 4 mm:

  • 4 listelli J da 20×400 mm.

1 specchio piano K, 400×500 m, spessore 4 mm.

In aggiunta: 5 rotelle pivotanti M, con attacco a piastra; 2 tubi reggiabito N, con relativi supporti; 12 reggipiano; 8 rinforzi angolari O; 1 maniglia da baule; 3 cerniere; 1 chiusura a leva; colla vinilica; vernici acriliche e all’alluminio; chiodi e viti.

Baule armadio fai da te: costruzione della cassa di legno

Seguendo le misure indicate, ma redigendo in proprio un disegno dettagliato per confermarne la correttezza, possiamo far tagliare i pezzi direttamente nel centro fai da te, soprattutto i pannelli di multistrato spessi 15 e 10 mm.

baule armadio fai da te

Gli altri pezzi in abete e ramino massello sono facilmente producibili tagliando listelli e tavole piallate: possiamo tagliarli con precisione usando una cassetta tagliacornici e una sega a dorso. I pezzi della cassa li uniamo con chiodi senza testa (gruppini), ma avendo l’accortezza di stendere un filo di adesivo vinilico sulle superfici di contatto, prima dell’inchiodatura.

baule armadio fai da te
Misurati circa 100 mm dal bordo, tracciamo a matita una linea sul fianco, facendola proseguire sulla base e, via via, su tutto il contorno. È la linea da seguire per tagliare la cassa in due pezzi ottenendo fondo e coperchio del baule. Tagliando con il seghetto alternativo, quando arriviamo in fondo a una faccia, incliniamo indietro la lama (portando in avanti l’impugnatura) in modo che la sua punta non vada a toccare la parete della faccia che segue, facendo rimbalzare pericolosamente lo strumento. Con la sega circolare il problema non sussiste.
Costruiamo a parte i ripiani del coperchio. Ogni listello è fissato con due chiodini per estremità: li prepariamo già piantati nel pezzo, poi mettiamo un filo di adesivo, posizioniamo il listello e mandiamo a fondo i chiodini, mandandoli sotto filo piano con il cacciachiodi.
Prima di applicare gli angolari di protezione, dobbiamo colorare l’esterno del baule armadio fai da te, quindi decidiamo se applicare veri profili angolari d’alluminio sugli spigoli oppure simularne la presenza verniciando la parte con smalto argento, previo mascheramento con nastro di carta.

Per bordi di taglio netti e non sbrecciati

Per la divisione del parallelepipedo in coperchio e fondo, se si considera di utilizzare un seghetto alternativo o una sega circolare, va tenuto conto che in entrambe le macchine i denti delle lame lavorano agendo dal basso verso l’alto, quindi tendono a sbrecciare il bordo superiore (in uscita).

Per ovviare al problema, un sistema è quello di appoggiare una tavola di scarto sulla cassa e procedere tagliando contestualmente anche quella: se la tavola viene tenuta bene in appoggio sulla cassa, il bordo rovinato risulterà soltanto il suo.

Articoli simili

- Annunci -

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

Progetti dei lettori

176,107FansLike
8,265FollowersFollow
97,382FollowersFollow
40,000SubscribersSubscribe