Tavoletta portabicchieri fai da te per gustarsi il vino nel déhor

 

Portiamo in tavola il vino e quattro flûte con una mano, tenendo soltanto la bottiglia con un portabicchieri fai da te in legno, applicato sul collo

Un portabicchieri fai da te sul collo della bottiglia che riceve i gambi di quattro flûte collocati in altrettanti intagli, oltre che essere pratica per il trasporto è anche un’idea simpatica per offrire un buon bicchiere all’aperto, seduti sul terrazzo o sotto una pergola: con una sola mano si porta tutto, la bottiglia rimane abbastanza riparata dal sole e i bicchieri, rivolti all’ingiù, non raccolgono petali e foglioline che possono cadere dalle piante attorno.

La costruzione del portabicchieri fai da te è minimale, ma richiede l’utilizzo di almeno 3 elettroutensili, più un eventuale quarto, per la decorazione dell’esempio di questa pagina, e di un banchetto ripieghevole. Avendo scelto tutti elettroutensili a batteria, il progetto può essere realizzato comodamente in qualsiasi luogo: in garage, in terrazzo o all’aperto. Le operazioni (comuni a tutte le lavorazioni del fai da te legno) sono:

  • taglio: per ridurre a forma quadrata la tavoletta e per aprire le sedi di inserimento dei bicchieri;
  • foratura: per l’esecuzione di 5 fori in tutto, uno al centro più grande, per il collo della bottiglia, più i 4 verso gli angoli, utili per stabilizzare i gambi dei flûte;
  • levigatura: necessaria per regolarizzare gli spigoli dopo i tagli e rendere la superficie del legno morbida e vellutata al tatto.

Per la decorazione si possono avere infinite idee; per coerenza con gli altri strumenti, abbiamo usato una pistola a caldo a batteria, che non pone vincoli di alimentazione elettrica. Infine, il banchetto scelto è molto utile in casi come questo, perché ha il piano di lavoro separato in due pezzi che fungono da morsa per falegnami, consentendo di tenere ferma la tavoletta nelle operazioni di taglio e di levigatura, mentre nelle forature abbiamo preferito usare strettoi che tenessero la tavoletta bloccata al piano, con interposti alcuni pezzi di scarto in corrispondenza dell’uscita della punta Forstner. Questo permette di ottenere un bordo di uscita pulito e regolare, senza sbrecciature.

Per la tavoletta si può utilizzare indifferentemente legno massello o lamellare; si tenga conto che in queste realizzazioni la bellezza è molto importante, quindi un legno nobile e duro, con una bella fibratura, è sicuramente indicato, ma si può anche realizzare appositamente un lamellare messo insieme incollando listelli di specie legnose diverse. Il vantaggio del legno duro consiste nel fatto che i fori e gli intagli risultano molto più lisci e precisi. Nella realizzazione del portabicchieri fai da te la precisione non è solo necessaria perché la tavoletta è destinata a rimanere in vista sul tavolo, ma anche per una questione di equilibrio che dipende dalla precisa posizione dei fori e degli intagli.

L’ampio foro centrale (diametro 32 mm) per il passaggio del collo della bottiglia richiede una punta Forstner da montare sul trapano. Ideale sarebbe forare con il trapano a colonna che garantisce precisione e verticalità nella direzione; ma con un po’ di accortezza si può fare a mano libera, gestendo attentamente la posizione del trapano durante l’azione.

Gli altri quattro fori e le scanalature da fare successivamente partendo dagli angoli della tavoletta, servono per il posizionamento dei flûte capovolti, che restano appesi alla tavoletta per il piedistallo. La misura di questi fori, più larghi delle scanalature di 3-4 mm, è stabilita sulla base della sezione del gambo dei bicchieri, che vi devono entrare con un buon margine di libertà. Queste considerazioni sono da farsi prima di iniziare la costruzione del portabicchieri fai da te, dopo avere anche rilevato il diametro dei bicchieri, che talvolta sono di dimensioni generose e potrebbero richiedere l’utilizzo di una tavoletta quadrata con lato maggiore di 250 mm. Beh, ora basta parole. Gli amici sono in arrivo? Appendiamo i flûte…

Note di costruzione

Spesso, quando si effettua un foro passante sul legno, la punta del trapano, fuoriuscendo dalla parte opposta crea delle scheggiature che danneggiano la superficie posteriore. Si risolve brillantemente il problema collocando sotto il legno da forare un listello o un altro pezzo di scarto in corrispondenza del foro da eseguire. Questo inserimento, tra l’altro, protegge anche il piano di lavoro che verrebbe inevitabilmente raggiunto dalla punta.

Tempo richiesto: 2 ore.

  1. Recuperare una tavola

    La tavola di recupero per il portabicchieri fai da te ha forma rettangolare e spessore 18 mm; con il seghetto la tagliamo su un lato, facendola diventare quadrata, con lati 250×250 mm.
    portabicchieri fai da te

  2. Forare il centro della tavoletta

    Al centro della tavoletta facciamo un foro passante di Ø 32 mm. Allo scopo montiamo sul trapano una punta Forstner di tale diametro.
    portabicchieri fai da te

  3. Segnare i fori da effettuare

    Tracciamo le diagonali della tavoletta e vi segniamo i fori da effettuare, tutti alla medesima distanza, circa 70 mm dal rispettivo angolo.

  4. Effettuare i 4 fori

    Pur essendo di soli 12 mm di diametro, per fare questi 4 fori usiamo ancora una Forstner, perché lascia il foro più pulito rispetto alla punta da legno.

  5. Tagliare dall’angolo fino ai fori

    Dopo aver tracciato 2 linee parallele a distanza di 4 mm circa dalle diagonali, tagliamo via la parte in mezzo seguendo le linee fino ai fori.
    portabicchieri fai da te

  6. Lisciare le superfici e i bordi della tavoletta

    Lisciamo a dovere le superfici e i bordi della tavoletta montando la piastra a delta sull’utensile multifunzione; usiamo abrasivo a grana fine.
    portabicchieri fai da te

  7. Decorare il portabicchieri fai da te

    Per abbellire il portabicchieri fai da te possiamo applicare decorazioni varie sulla faccia superiore della tavoletta, come nastri colorati di tessuto, fissati con la pistola per colla a caldo.

Articoli simili

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

No, ma dove si trova? 😃

Hai già guardato l'ultimo numero di FAI DA TE?

È GRATIS! 😱 Vai su: FAIDATE FACILE