Costruire tavoliOggetti decorati

Tavolo patchwork fai da te

0
tavolo patchwork, tavolo fai da te, patchwork, tavolo decorato
 

Tre pezzi di multistrato e ritagli di vecchie riviste: ecco nascere un Tavolo patchwork fai da te

Il tavolo patchwork fai da te è una soluzione originale che prevede l’utilizzo di vecchie riviste. Dopo aver tagliato i tre pezzi, sovrapponiamo, allineiamo e blocchiamo con i morsetti il piano e una gamba in modo da forarli contemporaneamente sul bordo (aiutandoci con l’apposita guida) per la successiva spinatura. Ripetiamo l’operazione con l’altra gamba del tavolo patchwork fai da te. Inseriamo le spine nei fori dopo averle spalmate con colla vinilica. Infine rinforziamo l’unione avvitando due triangoli di multistrato tra gambe e piano, a filo di un bordo. Da pagine di riviste tagliamo strisce regolari di immagini colorate e incolliamole sulla struttura con colla vinilica diluita con acqua (1 parte acqua e 4 di colla). Sovrapponiamole in modo da formare tanti tasselli quadrati. Lasciamo asciugare per un paio di giorni e rifiniamo il tavolino con vernice per decoupage stendendo, se necessario, più mani per compattare il rivestimento. Posizioniamo “strategicamente” il tavolino e completiamo l’effetto con una lampada, che dia vita ai mille colori delle superfici.

Cosa serve per realizzare il tavolo patchwork fai da te

tavolo patchwork, tavolo fai da te, patchwork, tavolo decorato

Per questa realizzazione non occorre molto materiale. Multistrato da 19 mm : 2 pezzi da 780×450 mm (gambe), 1 pezzo da 900×450 mm (piano), alcuni ritagli del medesimo multistrato; viti autofilettanti 3×40 mm; spine ø 8 mm ; vecchie riviste; colla vinilica, vernice per découpage; cutter; forbici e pennello.

Assemblaggio

tavolo patchwork, tavolo fai da te, patchwork, tavolo decorato

  1. Pratichiamo sui bordi del piano e delle gambe i fori per l’unione con le spine di legno ø 8 mm. Utilizziamo l’apposita guida che garantisce l’assoluta corrispondenza dei fori.
  2. Prima di alloggiare le spine nelle loro sedi spalmiamole con un velo di colla vinilica (senza eccedere). Le spine vanno inserite nei fori lasciandone metà fuori.
  3. Procediamo con l’assemblaggio di piano e gambe inserendo le spine (precedentemente collocate sotto il bordo del piano) nei corrispondenti fori sul bordo delle gambe. Un filo di colla stabilizza l’unione.
  4. Per rinforzare la struttura del tavolino avvitiamo, a filo del bordo posteriore, due triangoli, sempre in multistrato. Utilizziamo viti autofilettanti lunghe almeno 40 mm applicate con il trapano avvitatore

Applicare le figure per creare l’effetto patchwork

tavolo patchwork, tavolo fai da te, patchwork, tavolo decorato

  1. Prepariamo la colla vinilica diluendola in acqua (colla/acqua 4:1). Misceliamo bene. In alternativa possiamo utilizzare colla spray per carta che forma un sottile velo e non la impregna.
  2. Con il cutter e il righello ritagliamo da vecchie riviste tanti fogli quadrati e rettangolari scegliendo immagini dai colori vivaci. La varietà cromatica è fondamentale per un bel risultato.
  3. Spalmiamo sulla superficie del piano un velo di colla e altrettanto facciamo sul retro dei fogli di carta. Applichiamo il primo foglio parallelamente a un bordo del tavolino.
  4. Procediamo con la posa colmando tutti gli spazi vuoti. Sovrapponiamo con regolarità i fogli in modo da formare tanti tasselli colorati. A colla asciutta applichiamo una mano di vernice per découpage.

tavolo patchwork, tavolo fai da te, patchwork, tavolo decorato

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *