Vetro

Vetrofusione

0
vetrofusione
 

La vetrofusione è una tecnica abbastanza impegnativa perché richiede l’uso del forno, ma i risultati sono davvero splendidi

La vetrofusione o glassfusing, è una tecnica con cui si possono realizzare vetrate decorative per porte e finestre, ma anche lampade, vasi, bomboniere e molte altre cose, a patto di disporre di un forno, che è indubbiamente indispensabile e che deve essere preferibilmente concepito per questo specifico uso: in commercio ne esistono di varie dimensioni, con funzionamento elettrico o gas, ma potrebbe bastare anche un forno per ceramica, purché fornito di termometro molto preciso.

oggetti in vetrofusioneVetrofusione: la cottura

A circa 550°C il vetro comincia ad ammorbidirsi, a 750°C diventa viscoso e a 850-900°C inizia a scorrere. È assolutamente vietato aprire il forno prima che si raggiungano i 500°C, lo stesso discorso vale per la fase di raffreddamento: si può aprire un attimo quando sono stati raggiunti gli 800°C, ma poi bisogna richiudere in fretta ed aspettare il completo raffreddamento.
Importanti anche il periodo di preriscaldamento e di mantenimento: un vetro di 6 mm di spessore necessita in genere dì 90 minuti per arrivare integro a 550°C e di circa 30 minuti di mantenimento in fase di discesa.

L’utilizzo di vetri colorati ritagliati ad arte, non è l’unica tecnica possibile: si può ad esempio far uso di smalti e colori in polvere, o di ossidi metallici.
Giocando sulla temperatura si può rendere malleabile una lastra fino a farla adagiare sul modello ed ottenere così un piatto o un vassoio.
A temperature più elevate, superiori ai 900°C, il vetro diventa una massa fluida che può essere colata in stampi acquistati od autocostruiti.

Lavorazioni a sandwich

La lastra di base può essere ulteriormente ricoperta con un vetro trasparente di pari dimensione: sotto l’azione del calore tutti gli elementi si fondono fino a creare un unico blocco ma, proprio per non rendere visibile il trucco, è necessario che le due facce esterne siano perfettamente coincidenti su tutto il perimetro.
Nel regolare la temperatura del forno ed i tempi di cottura dobbiamo naturalmente tener conto dello spessore complessivo.

Vetrofusione step by step

come fare la vetrofusione

  1. La lastra di vetro su cui posare i pezzi colorati deve essere accuratamente pulita  e sgrassata con alcool.
  2. Si preparano delle sagome su cartoncino da usare come guida per il taglio delle lastre di vetro.
  3. Si esegue il taglio del vetro colorato utilizzando le sagome; volendo si possono anche fare tagli a mano libera.
  4. Le diverse parti della decorazione, perfettamente pulite, si appoggiano sulla lastra di base posizionandole con precisione.
  5. Con ossidi metallici o colori specifici si prepara lo sfondo a tonalità sfumate, senza muovere i ritagli di vetro.
  6. Tenendo delicatamente la lastra di base, e evitando che gli elementi si spostino dalla loro posizione, si introduce il tutto nel forno.

vetrofusione-come-si-fa

 

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Vetro