Masterpiuma Power 5 di Montolit | Tagliapiastrelle… al top

 

Masterpiuma Power 5 è una macchina che racchiude tutti i pregi del modello P3, riferimento assoluto nel settore, e aggiunge ulteriori plus richiesti dai professionisti per affrontare le crescenti criticità imposte dalle tempistiche sempre più stringenti e dalle peculiarità delle piastrelle di oggi

Migliorare un prodotto eccellente e privo di difetti sembra impossibile, ma al costruttore l’impresa può riuscire se non ci si adagia sugli allori. Nello specifico non va trascurata la rapidissima evoluzione che subiscono i materiali con cui i produttori realizzano le piastrelle, impegnati da un lato sul fronte delle sottilissime, mentre, con maggiori spessori, sono alla ricerca di sempre nuovi effetti materici delle superfici, sino addirittura alle realizzazioni tridimensionali. Soprattutto quest’ultimo traguardo, ovvero costruire una tagliapiastrelle manuale che riuscisse a tagliare le durissime ceramiche a spessori variabili, poteva sembrare difficile da raggiungere. Montolit ha risolto il problema con il nuovo braccio di Masterpiuma Power 5, dotato di un portarotelle potenziato e ammortizzato, che permette di seguire in modo naturale il saliscendi sulla superficie della piastrella, durante l’incisione.

Il sistema è studiato per applicare una grande pressione senza fare alcuno sforzo; per non rovinare le piastrelle più sottili o meno dure, ci sono riferimenti lungo l’impugnatura che indicano la forza espressa mettendo la mano in quel punto, in modo da potersi regolare facilmente. Ma non è tutto.

Nuovo anche il doppio sistema di spacco che permette di sezionare senza alcun problema strisce strettissime di piastrella e, lavorando a 45°, consente di ottenere triangoli di piccolissime dimensioni. La rotella in titanio taglia indifferentemente materiali spessi e materici oppure sottili piastrelle di vetro, anche in mosaico. Poi le due ali di supporto che si aprono di 180°, lo scontro laterale che è ribaltabile pur mantenendo la misura impostata e, non ultima, la rapidità con cui la macchina diviene pronta all’uso: in pochi secondi si imposta la squadra a 0°, 45° oppure valori intermedi, anche fuorisquadra sull’altro lato, e si procede col taglio.

Masterpiuma Power 5 è disponibile in 5 diverse misure per andare incontro a tutte le esigenze: la più piccola (art. 63) a 0° taglia una lunghezza massima di 63 cm e a 45° arriva a 44×44 cm; la “75” (il modello della nostra prova) a 0° arriva a 75 cm e a 45° fa 53×53 cm; la “93” taglia 93 cm a 0° e 66×66 cm a 45°; la “131” taglia 131 cm a 0° e 92×92 cm a 45°; la “161” taglia 161 cm a 0° e 113×113 cm a 45°.

Il modello 75 con guida di scontro impostata a 0° e ali di supporto aperte; la macchina è robustissima e pesa solo 14 kg.
I due supporti laterali si sganciano con la pressione di un dito; dalla posizione di riposo, possono ruotare a piacimento sino a 180°.
Svitando la manopola si libera la rotazione della squadra di misura che normalmente ruota e può essere impostata fra 0° e 75°.
Sollevando l’apposito fermo la squadra può anche ruotare nel senso opposto per fare tagli fuorisquadra da 0° a -60°.
I riferimenti sull’impugnatura indicano le posizioni in cui, mettendo la mano, si sviluppa 4 volte, 7 volte e 10 volte la forza applicata.
Il sistema di ammortizzazione della rotella è dato da un perfetto bilanciamento, con l’aggiunta del gioco dentro un’asola con molla.
In dotazione la fiala di lubrificante per la rotella incisore, da applicare nell’apposita sede: basta una leggera pressione una tantum.
Dopo anni di utilizzo, se necessario, si può registrare il gioco sulla barra.

Prova di taglio a 0°

Mettiamo la piastrella allo scontro con la guida; la scala millimetrata aiuta a impostare l’entità del taglio.
Posizioniamo la rotella d’incisione sul bordo di attacco della piastrella.
Impugnando la leva nel punto che permette di fare la forza corretta, spingiamo la rotella d’incisione, facendo un’unica passata.
Con il portarotelle in posizione di finecorsa diamo un colpetto sull’impugnatura: il tampone applica la forza in modo da attuare uno spacco perfetto.

Prova di taglio a 45°

Svitando la manopola, regoliamo la guida con l’angolo di taglio desiderato.
Per dividere la piastrella a metà, mettiamola allo scontro con la guida e con il vertice sullo zero.
Mettiamo la rotella sul bordo della piastrella e poi spingiamo la leva facendo l’incisione lungo tutta la superficie. Considerata l’elevata durezza di questa piastrella, ma il suo basso spessore, abbiamo valutato di impugnare la leva in una posizione intermedia.
Lo spacco è avvenuto in modo perfetto, utilizzando l’apposito cavalletto aperto, con il solito colpo deciso sulla leva.

Articoli simili

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco