Pavimentare

5 tips per installare il pavimento grès effetto legno

0
grès effetto legno
 

Il grès effetto legno è un materiale particolarmente apprezzato in edilizia grazie all’elegante estetica che richiama il legno, alla resistenza e alla versatilità di utilizzo in ambienti differenti sia residenziali. È perfetto per essere installato sia in ambienti interni che esterni ed è un prodotto di eccellenza del Made in Italy con aziende come Marazzi che hanno fatto dell’innovazione tecnologica e della ricerca i propri punti di forza che gli hanno permesso di disporre oggi di un’offerta unica di prodotti e servizi che spaziano dalle grandi lastre in grès di ultima generazione ai piccoli formati della tradizione fino alle pareti ventilate e i pavimenti sospesi.

Di seguito troverete 5 consigli per installare al meglio un pavimento in grès effetto legno, grazie alla funzionalità di questo materiale.

Come posare il grès

Il grès porcellanato è una miscela di materie prime dall’aspetto duro e compatto che contiene il caolino, un’argilla bianca, adoperata anche per produrre la porcellana. Le lastre in grès effetto legno sono perfette per il rivestimento di superfici sia orizzontali che verticali in ambienti interni ed esterni. I supporti necessari per estrarle dagli imballaggi sono:

  • Barre con ventose;
  • Carrello rinforzato;
  • Banco di lavoro con profilati in alluminio.

Una volta verificato di avere questa attrezzatura (e che il materiale corrisponda a quello del progetto) si può procedere con il togliere le lastre dagli imballaggi, in uno spazio idoneo per avere la più ampia libertà di manovra possibile, al pianterreno. Attraverso le maniglie con ventose si inseriscono i paraspigoli e il gioco è fatto.

L’alternativa è quella di usare un kit di sollevamento, dotato di più ventose che vanno fatte aderire alla lastra facendo pressione sugli stantuffi; si ha una sorta di telaio con ventose, che permette di appoggiare in tutta sicurezza la lastra al carrello rinforzato, un modo funzionale per spostarla dallo spazio iniziale a quello dove poi avverrà la posa. Importante: in entrambi i casi è necessario pulire la lastra, per permettere la massima aderenza della ventosa. A questo punto la lastra dovrà essere posata sul banco di lavoro in alluminio.

Scegliere il tipo di posa

Fondamentale è stabilire quale tecnica di posa si vuole attuare: regolare, geometrica, a incastro; ma anche il tipo di materiale con cui attaccare la piastrella alla superficie, il collante. Una volta preparato l’adesivo idoneo (seguendo le istruzioni riportate sulla confezione) e controllata la planarità della superficie si potrà procedere posando la colla e facendovi aderire la piastra aiutandosi con la mazzuola di gomma.

Dimensionare correttamente le fughe

Fondamentale la corretta larghezza della fuga e il rispetto dei giunti perimetrali. Per un risultato ottimale è importante la precisione e l’attenzione ai dettagli. Le fughe sono un elemento assolutamente non marginale.

Scegliere la direzione corretta di posa

Altri elementi da considerare sono la corretta direzione di posa (meglio verso la luce) e il formato dei listoni che dovrà essere di spessore adeguato rispetto alla colla. Anche questo nell’ottica di un’installazione ottimale.

Fare una stuccatura adeguata

Il passaggio successivo è la stuccatura, per la quale sarà necessario attendere che la colla sia dura e quindi almeno un giorno. Lo stucco è bene che sia fatto tono su tono e prima di pulire le rifiniture sarà necessario aspettare che si asciughi e quindi bisognerà attendere almeno 36/48 ore per poter pulire adeguatamente le fughe; la pulizia andrà fatta in più fasi con una passata finale con una soluzione acida attraverso un panno umido.

Posando le piastrelle di grès effetto legno con i dovuti accorgimenti si avrà un pavimento facile da pulire e capace di durare a lungo nel tempo. Con tutta l’eleganza del grès.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Pavimentare