Pitturare casa

Pennelli e rulli | Tipologie e utilizzo

0
pennelli e rulli
 

Pennelli e rulli per pittura non sono tutti uguali, ma presentano  rilevanti differenze di forma, dimensione e struttura

Per tinteggiare e pitturare ampie superfici di norma utilizziamo pennelli e rulli. I primi, a plafoncino, sono pennelli rettangolari di grossa dimensione e di buon spessore che permettono, con poche passate, di applicare la pittura con grande regolarità sulle pareti. I secondi, con pelo più o meno lungo, facilitano il lavoro (muri lisci= pelo cortomuri rugosi= pelo lungo),

Per superfici minori dobbiamo valutare la tipologia del pennello e la sua forma. Le case produttrici offrono prodotti diversificati in funzione del tipo di pittura da applicare in quanto le setole sono di materiali diversi e hanno diversa flessibilità.

Scegliamo la forma in funzione del lavoro da svolgere; piccole superfici e finiture precise esigono punte fini.

Attrezzi vari

1: pertica telescopica per pennelli e rulli da pittura; 2, 3, 4: plafoncini per stendere pitture murali su superfici estese; 5: mini rulli di ricambio con cui applicare smalti all’acqua; 6: rullo a pelo lungo per tinteggiature su muri ruvidi; 7: rullo per legno e altri supporti; 8: rullotto per smalti; 9: tamponi per effetti decorativi; 10: pennelli angolati a manico lungo per radiatori; 11: pennelli per pitturare con setole e pelo adatti a tempere, acquerelli ecc.; 12: pennelli “rechampir” a punta per ritocco e rifinitura; 13: pennelli tondi, detti “strozzati”, per decorazione murale; 14: pennelli piatti per prodotti all’acqua che cedono pittura in modo uniforme; 15: pennelli piatti per smalti a solvente, resistenti ai solventi stessi; 16: pennelli piatti per impregnante; 17: pennellino a setole rigide per decorare a stencil; 18: kit con rulli decorativi per pareti e tampone per decorazione muri “alla veneziana”.

Prolunghe

Per lavorare sulle parti alte di pareti e sui soffitti ci conviene utilizzare un’asta telescopica sulla cui testa si inseriscono i manici dei rulli o si fissano quelli dei pennelli. Con questo accessorio possiamo tinteggiare la maggior parte della superficie, lasciando solo alle finiture lungo i bordi il lavoro con il pennello o con il rullo piccolo che ci impongono di salire sulla scala. 

asta telescopica rullo

Rulli e pennelli per imbiancare

  • Pitturare con il pennello: stendiamo la pittura a strisce dall’alto verso il basso e viceversa, alternando le passate che si affiancano.
Pitturare con i pennelli
  • Pitturare con il rullo: scarichiamo la pittura sul muro con passate non troppo veloci stese a zig-zag su un’area di 60-80 cm, quindi uniformiamo la distribuzione della pittura effettuando passate verticali che si sovrappongano.
Pitturare con il rullo

Rullo con vaschetta o serbatoio

Il rullo classico si alimenta facendolo passare in una vaschetta in cui si immette la pittura; il piano inclinato serve per sgrondare il rullo della pittura eccessiva.

pennelli e rulli

Molto pratico è il rullo con serbatoio che contiene la pittura e la cede a poco a poco, evitandoci la perdita di tempo per intingerlo nella vaschetta. 

La pittura, un poco più diluita del normale, si versa nel serbatoio prima di iniziare il lavoro.

rullo con serbatoio

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *