De'Longhi Radiators

Radiatori ad acqua | Garanzia a vita De’Longhi

0
radiatori ad acqua
 

La gamma dei radiatori ad acqua De’ Longhi gode di una garanzia di 15 anni che può essere estesa a vita se si montano, in abbinamento ai kit, detentore e valvola dello stesso marchio

Tutta la gamma di radiatori ad acqua De’ Longhi, di cui fanno parte anche le piastre, i radiatori decorativi e i termoarredi normali, misti e Air System, godono di una garanzia di 15 anni. Inclusi nella confezione dei radiatori ci sono i fissaggi a parete, ma non le valvole e i raccordi con l’impianto termico esistente.

Qualora si usino i kit di raccordo della casa, De’ Longhi, consapevole dell’alta qualità dei propri prodotti e della loro affidabilità nel tempo, offre la possibilità di estendere a vita la copertura di garanzia, sia del radiatore sia del kit accessori.

Un vantaggio non da poco considerando la possibilità di scelta fra kit con detentore a squadra e valvola con o senza testa termostatica, fermo restando che, in quest’ultimo caso, si tratta comunque di una valvola termostatizzabile che consente l’acquisto in un secondo tempo della testa termostatica.

Termoarredo De’Longhi

La confezione dello scaldasalviette comprende lo sfiato dell’aria e i fissaggi a parete, con distanziali regolabili, viti, tasselli a espansione e tappi di finitura.

Montaggio detentore e valvola

Tolti i tappi di protezione alle estremità del radiatore, si applica in alto, dove c’è un unico terminale forato, la valvolina di sfiato, mentre nella parte bassa (presenza di un foro per ogni terminale) vanno applicati il detentore e la valvola, entrambi a squadra. I due elementi si smontano per avvitare dapprima il raccordo con la sede del radiatore.
Ogni raccordo ha un o-ring di guarnizione e va serrato con una chiave esagonale da 13 mm.
La valvola ha una parte filettata su cui si avvita il collare del raccordo, che va serrato con una chiave a forchetta o una a pappagallo.

Tutte le possibilità di scelta

Fra i kit di raccordi all’impianto termico esistente c’è possibilità di scegliere fra blister completi di detentore e valvola termostatizzabile a squadra, altri identici kit con l’aggiunta della testa termostatica, oppure l’acquisto della sola testa termostatica, senza altri annessi.

Questo per rispondere alle esigenze di chi preferisce verificare prima, con l’uso effettivo del radiatore, la necessità di regolazione automatica dello stesso e aggiungere la testa termostatica solo in caso di necessità.

Chi invece sa già che è necessaria si procura il kit completo, dove sono presenti sia la valvola termostatizzabile sia la testa termostatica.

Le valvole e detentori, dalle gradevoli linee di design, sono in finitura cromata.

Una facile installazione

Si misura la distanza tra gli attacchi idraulici e il punto in cui vanno messi gli attacchi a parete: due nella parte alta del radiatore, uno al centro in basso.
Si riportano sulla parete le misure prese, facendo riferimento alla posizione degli attacchi idrici presenti, e si effettuano i fori per l’inserimento dei tasselli a espansione, inclusi nella confezione.
I distanziali sono costituiti da due pezzi dei quali uno entra di misura nell’altro per poter effettuare l’opportuna regolazione. Il bicchiere più grande va verso la parete e si fissa con la vite del tassello. Dopo aver inserito il secondo pezzo di ogni distanziale e averlo bloccato provvisoriamente con la vite laterale, si mette in posizione il radiatore (i distanziali superiori devono rimanere nel secondo spazio dall’alto, mentre quello inferiore nel secondo spazio dal basso).
Per assicurare il radiatore ai distanziali si usano i fermi di ritegno di materiale plastico, identico a quello dei distanziali, con una lunga vite centrale.
Prima di serrare a fondo le viti dei distanziali si centrano le valvole del radiatore con gli attacchi dell’impianto idraulico esistente e si avvitano i grossi dadi con una chiave a forchetta o a pappagallo.
Con l’ausilio di una livella a bolla si controlla la verticalità dell’elemento nella vista frontale e laterale; fatti gli aggiustamenti si serrano le viti dei distanziali, prima le principali poi quelle di lato.
L’applicazione dei tappi a pressione conclude l’installazione a parete del radiatore, che rimane così rifinito a dovere, senza viti in vista.
Per il montaggio della testa termostatica si rimuove la manopola di plastica che copre la valvola e al suo posto si applica quella automatica, avvitando a fondo la sua ghiera di tenuta.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *