Fai da te costruzioni
Home / Fai da te / Costruzioni fai da te / Costruzioni per animali / Casetta per conigli fai da te
casetta per conigli fai da te

Casetta per conigli fai da te

 

Costruiamo una casetta per conigli fai da te per dare il massimo comfort al coniglietto nano cresciuto in famiglia. Piano nobile con scala di accesso al piano terra; ruote per il posizionamento sole/ombra e marciapiede/erbetta; una stanza senza finestre per i momenti privati e il tetto ribaltabile per le pulizie e il cibo

Come costruire una casetta per conigli fai da te
Quando si amano, tutti gli animali, anche quelli da cortile, diventano speciali. Se n’è accorto anche il nostro lettore Antonio Mordenti, che ha visto l’intera famiglia coinvolta dalla simpatia e dall’affetto che ha saputo corrispondere il giovane coniglietto nano, chiamato Billy.

“Adottato” non appena svezzato, in occasione di una fiera agraria, Billy ha trascorso i mesi invernali in casa, coccolato da tutti, ma, giunta la bella stagione, si è reso necessario destinarlo a un ambiente più consono, all’aria aperta. Si avvia quindi il progetto di costruzione di una casetta per conigli fai da te da sogno per Billy: è spaziosissima, ha due piani ed è dotata di tutte le comodità.

Il piano terreno non ha fondo in modo che il coniglio possa godere del terreno erboso del giardino, contando sul fatto che, grazie alle ruote, l’intera casa è trasferibile in zona asciutta in caso di pioggia. In più, la scaletta di collegamento fra i piani è azionabile con un leveraggio, per impedire a Billy la discesa durante gli spostamenti della gabbia nel giardino. La casetta per conigli fai da te  ultimata è 1000×500 mm e alta 1100 mm col tetto a due falde.

La finitura è con impregnante effetto cera, dato solo esternamente, mentre all’interno è a smalto bianco. è facilmente movimentabile grazie alla maniglia posta su un lato e alle ruote fissate alle gambe di sostegno sul lato opposto.

Casetta per conigli fai da te

conigliera fai da te

  1. Il tetto è completamente rimovibile; la manovra è facile da attuare, in modo che si possa provvedere senza impedimenti al totale riassetto della casetta e all’approvvigionamento del vitto.
  2. Per dare maggiore libertà di movimento, si concede a Billy di scendere al pian terreno della sua abitazione, dove può disporre di erbetta fresca. La parte bassa della rete che circonda il piano terra è ripiegata all’interno per circa 10 centimetri, per ottenere il massimo della tenuta.
  3. La copertura, formata dal tetto a due falde e i due timpani, si solleva interamente, essendo incernierata su un lato. Una stecca di legno, articolata a un’estremità, si ripiega e si apre a compasso, per mantenere nella posizione di massima apertura la parte mobile.
  4. Sul lato opposto alle ruote, per agevolare gli spostamenti della gabbia, c’è la maniglia, fatta di legno.
  5. In un punto della rete si fa un’apertura ritagliandone un riquadro. Con un pezzo di rete leggermente più ampio di quello tagliato si realizza una porticina, completa di chiusura a molla.
  6. Sempre piegando alla bisogna avanzi di rete e sostenendola con listelli di legno, si realizza anche il contenitore dell’erba. 7.
  7. Le ruote, di plastica, sono montate su un asse d’acciaio che passa da parte a parte l’estremità delle gambe posteriori della gabbia.

Adattamenti per la casetta

conigliera in legno

  1. La foto ritrae la casetta in una fase intermedia di costruzione; ciò permette di notare molti dettagli costruttivi. In particolare, la scaletta che porta dal piano terra al primo piano, che appoggia sul risalto marcapiano e dispone di una serie di listelli trasversali per permettere al coniglio di non scivolare.
  2. La “soletta” del primo piano è posizionata a incastro, in modo da poterla sempre rimuovere, in caso di pulizie di fine stagione. L’apertura per la discesa alla scala, ha il bordo rilevato per il contenimento della sabbietta cosparsa sul pavimento.
  3. Per concedere a Billy la dovuta privacy, al piano si realizza anche una stanzetta-tana, con una sola apertura, quella per entrare. Anche questa si posiziona a incastro e resta rimovibile per qualsiasi particolare necessità.
  4. Al primo piano tre pareti sono del tutto chiuse con tavole di abete, mentre la quarta lo è solo per un breve tratto, corrispondente alla stanzetta. I pannelli si realizzano avvitando le tavole ai travetti strutturali e ai longheroni perimetrali.
  5. Tenendo in posizione i timpani sulle pareti perimetrali, si posizionano e si fissano le falde del tetto, costituite da pannelli di lamellare di abete.
  6. I robusti travetti posti verticalmente ai quattro angoli della gabbia si estendono sino a terra, andando a formare le lunghe gambe di sostegno dell’intera costruzione. Alle due posteriori vengono fissate le ruote per la movimentazione.

Altre guide utili:

Casetta per conigli fai da te ultima modifica: 2015-07-27T10:27:28+00:00 da Redazione Bricoportale

2 commenti

  1. Salve, la casetta è stupenda e vorrei costruirla anche io per il mio coniglietto, soltanto che non sono esperta di fai da te quindi volevo chiedere se fosse possibile avere le misure delle varie parti per riuscire a costruirla. Grazie

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *