Letti

Letto ad angolo fai da te | Soluzione salvaspazio

0
letto ad angolo
letto ad angolo
 

Con un letto ad angolo possiamo sfruttare meglio gli spazi

Un letto ad angolo fai da te, occupa la medesima superficie di quando è disposto parallelamente alle pareti. L’importante differenza sta nel fatto che lo spazio rimasto libero, ai lati e ai piedi del letto, si utilizza meglio ed è privo di stretti corridoi tra letto e parete.

Se, in più, la testata letto fai da te comprende anche i comodini, un ripiano portaoggetti ed uno spazio chiuso ove riporre cuscini e coperte, abbiamo sfruttato pienamente la superficie triangolare compresa tra le reti del letto ad angolo fai da te e le due pareti ad angolo.

Cosa serve per costruire un letto ad angolo

  • Multistrato di pioppo spesso 18 mm (circa 9,5 metri quadrati);
  • listello piatto con bordi stondati 5×20 mm;
  • listello di abete sezione 20×20 mm;
  • cerniera a metro lunga 900 mm;
  • viti autofilettanti 4×30 mm;
  • viti autofilettanti 3×20 mm;
  • chiodini a spillo;
  • colla vinilica;
  • fondo acrilico;
  • smalto acrilico

Si tratta di tagliare con un seghetto alternativo ed unire con viti e colla un certo numero di pannelli in multistrato spesso 18 mm; non servono incastri e gli elettroutensili necessari si riducono ad un seghetto alternativo e ad un trapano. Tutta la struttura è sorretta dai due pannelli ad angolo, aderenti alle pareti; dopo avere applicato ai pannelli, con viti e colla, i due listelli che reggono il piano d’appoggio triangolare superiore ed avere avvitato quest’ultimo ai listelli, l’insieme si regge in piedi da sé.

II piano inferiore è formato da un triangolo centrale, due triangoli laterali e da un coperchio rettangolare, alzando il quale si accede all’interno del vano. Il coperchio ruota su una cerniera a metro, avvitata sul bordo non in vista: l’altra banda della cerniera è avvitata al bordo del pannello triangolare.


Tutti i bordi a vista del multistrato nei letti ad angolo sono rivestiti con un listello piano dai bordi stondati, largo 20 mm. Ogni comodino è formato da quattro pezzi: due pannelli orizzontali a forma di triangolo, due pareti verticali rettangolari.

Come costruire una testiera letto ad angolo

Tagliamo il multistrato con il seghetto alternativo: per avere tagli regolabili è consigliabile, però, seguire una guida costituita da un listello di legno fissato al pannello mediante strettoi.

Applichiamo la cerniera a metro, con viti da 20 mm, al bordo dello sportello ed a quello del ripiano triangolare in modo che il lungo perno cilindrico rimanga superiormente all’esterno.

Tutti i ripiani orizzontali sono fissati (con colla e una vite ogni 300 mm) ai listelli 20×20 mm, avvitati ai pannelli laterali.

La paratia anteriore si inserisce con precisione sotto i ripiani  e costituisce la chiusura del contenitore portacuscini.


Rifinire la testata letto

Su tutti i bordi a vista applichiamo il listello piatto con spigoli stondati, largo 20 mm; stendiamo sul legno uno strato sottile di colla vinilica a presa rapida.

Incolliamo il listello al bordo e fissiamolo con chiodini a spillo, quindi eliminiamo con uno straccio umido le sbavature di colla; a colla asciutta carteggiamo gli spigoli.

Il comodino si applica al pannello laterale per mezzo di viti avvitate dal lato interno; con uno strettoio blocchiamo il comodino in posizione.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Letti