Letti

Letto fai da te a due piazze con cassetto su ruote e comparti chiudibili

0
letto fai da te
 

Questo letto fai da te è quasi interamente fatto con pannelli di MDF di tre spessori, che tagliamo con la sega circolare e uniamo con colla vinilica e viti. La finitura è a smalto all’acqua, previa stesura di fondo

Affrontando un progetto di un letto fai da te in legno come questo, per prima cosa si pone l’interrogativo di scegliere il tipo di legno da utilizzare e se vogliamo che appaia la sua fibratura oppure intendiamo rifinirlo con vernice coprente. Scelta quest’ultima opzione, ci orientiamo su un derivato del legno come l’MDF (medium density fibreboard), che non costa una fortuna, si lavora facilmente ed è disponibile in pannelli in un’ampia gamma di spessori fra i quali scegliere liberamente per il nostro progetto.

L’MDF, oltre a essere facile da lavorare, ha anche una notevole resistenza all’imbarcamento e a nulla importa se non è bello da vedere, tanto, al termine, lo smalteremo. Per questo letto matrimoniale fai da te, con comparti laterali e cassetto estraibile nella pediera, scegliamo MDF di spessore 28 mm per i componenti portanti, 16 mm per il cassetto estraibile e alcuni pannelli interni, 6 mm per i pannelli più leggeri, per esempio le antine dei comparti laterali.

Come materiali servono anche alcuni listelli di faggio o ramino, che utilizziamo come sostegno o rinforzo in punti strategici, 4 rotelle, piccole manopole per le antine ecc. Grazie alla regolarità del progetto e alle facilitazioni offerte dall’MDF, per questa costruzione possiamo anche utilizzare due soli elettroutensili: la sega circolare e il trapano avvitatore a batteria.

A – pannello top e pannello fondo cassone
B – parete frontale cassone
C – setto intermedio cassone
D – sponda contenimento
E – zoccolo di sostegno
F – schienale unico
G – frontalino cassone
H – frontalino cassa estraibile
J – parete interna cassone
K – pannello top sopra cassa estraibile
L – parete laterale cassa estraibile
M – parete posteriore cassa estraibile
N – fondo cassa estraibile
O – anta scorrevole cassone
P – listello sostegno pannello K
Q, R, S – profilato mezzo tondo massello

Le giunzioni fra i pannelli le facciamo con colla vinilica e viti la cui testa deve necessariamente rimanere sotto filo piano: con una spatolatina di stucco, la finitura ricoprirà tutto, senza che si possa vedere traccia dei fissaggi. Per abbellire la costruzione abbiamo seguito la strada più veloce, applicando sui fianchi, con colla e chiodini senza testa, alcune semplici modanature di legno color noce.

Quella più in alto l’abbiamo messa in corrispondenza del bordo in modo che il suo profilo arrotondato possa smussare lo spigolo vivo dell’MDF. L’alternativa poteva essere quella di arrotondare gli spigoli con la fresatrice e una fresa concava con cuscinetto in testa. La finitura con smalto bianco all’acqua è preceduta da un paio di mani di fondo, intercalate da carteggiatura a grana medio-fine (180-240).

Costruire un letto con pochi attrezzi

Tempo richiesto: 2 giorni.

  1. Effettuare i tagli dei pezzi lunghi

    I tagli dei pezzi lunghi li facciamo facilmente con una guida laterale (per esempio un pezzo di scarto perfettamente diritto), tenuta ferma con morsetti. Lo stesso sistema lo utilizziamo anche dopo, per fare le scanalature per lo scorrimento delle antine. In questo caso, regolata la profondità di lavoro della lama, per ogni scanalatura eseguiamo 2 tagli paralleli i cui limiti esterni siano a 7 mm uno dall’altro.
    letto fai da te legno

  2. Spianare il fondo dei tagli effettuati in precedenza

    I due tagli paralleli lasciano un setto intermedio (foto precedente): usiamo uno scalpello stretto e ben affilato per rimuoverlo e spianare bene il fondo. Notare che le scanalature sui due pannelli non hanno la stessa profondità: quelle meno profonde devono necessariamente ricadere sul pannello inferiore, una volta montato il cassone laterale. Questo è necessario per poter mettere e togliere comodamente le antine scorrevoli, anche con il cassone e il letto interamente montati. Conviene lasciare le scanalature larghe 7 mm in modo che, con l’aggiunta dello spessore della finitura, riesca a scorrere liberamente l’antina spessa 6 mm, anche lei rifinita con smalto.
    letto fai da te

  3. Preparare i pannelli e forarli

    Prepariamo i pannelli praticando fori passanti sul bordo di quello che va in appoggio; ricordiamo che ogni foro passante va anche svasato per accogliere comodamente la testa della vite. Con i fori passanti fatti, si uniscono in bianco i pezzi, in modo che i fori stessi ci possano guidare nell’esecuzione dei prefori sui pannelli riceventi. Fatti i prefori, spalmiamo di adesivo vinilico la superficie di contatto, quindi avviciniamo i pezzi tenendoli in una posizione che permetta l’accoppiamento in squadro, per esempio, appoggiati sul pavimento.
    costruire un letto

  4. Aiutarsi con gli strettoi

    Usiamo uno o più strettoi, a seconda della situazione, per aiutarci a mantenere i pezzi in posizione durante l’avvitatura.

  5. Chiudere i cassoni laterali

    I cassoni laterali hanno quattro lati formati da pannelli da 28 mm, mentre il quinto lo chiudiamo con un pannello da 16 mm, applicato con le stesse modalità degli altri.
    struttura letto fai da te

  6. Montare il cassetto centrale

    Il cassetto centrale è interamente fatto con pannelli di MDF da 16 mm. La modalità di giunzione è sempre con adesivo e viti. Per la movimentazione agevole applichiamo 4 ruotine a direzione fissa, che avvitiamo sotto, una volta montato il cassetto.

  7. Mettere in posizione e fissare il piano soprastante

    Fatti i due cassoni, fissiamo sulla loro faccia interna i listelli che devono reggere il piano soprastante, che mettiamo in posizione per poi fissare, lato testiera, un pannello di MDF che abbracci tutta la larghezza del letto fai da te.
    costruire un letto

  8. Fissare i pannelli verticali di completamento

    Sull’anteriore i pannelli verticali di completamento sono 3: uno per ogni cassone e uno per il cassetto scorrevole.
    costruire un letto

  9. Installare le serrature per bloccare il cassetto

    Per poter bloccare il cassetto nella sua posizione di riposo, applichiamo ai lati due piccole serrature a chiavistello.

  10. Unire i cassoni e rifinire le parti che restano a vista

    Uniamo i cassoni con il pannello posteriore e completiamoli anteriormente con i pannelli frontali; davanti lasciamo lo spazio di misura per l’inserimento del cassetto su ruote. Non tutte le superfici vanno rifinite: diamo fondo e poi smalto soltanto alle parti che inevitabilmente restano a vista.
    letto fai da te legno

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Letti