Costruire giocattoliOggetti vari

Costruire trampoli fai da te in legno | Guida passo-passo

0
costruire trampoli, trampoli per bambini
 

I pregi dei trampoli fai da te sono il costo limitato, l’altezza regolabile, entro i limiti della prudenza e dell’abilità, e la facilità costruttiva

Costruire trampoli non è difficile: l’unica piccola difficoltà sta nel forare con precisione gli elementi del reggipiede e i due piantoni; una semplice dima autocostruita rende possibile eseguire i fori dove devono essere. L’uso è più semplice di quanto possa sembrare a prima vista. Accostati i trampoli ai fianchi, tenendone la cima dietro la schiena, si sale su uno dei due poggiapiedi, si sposta leggermente in avanti il peso del corpo e, sollevandosi sulle braccia, si posa l’altro piede sul secondo trampolo. A questo punto è solo questione di equilibrio: si sposta il peso su un trampolo e aiutandosi con le braccia e le reni si sposta in avanti l’altro, iniziando a camminare. 

Cosa serve per costruire trampoli:

  • Sega per tagli a squadra;
  • trapano;
  • punta Ø 8 mm;
  • seghetto da metalli (eventuale);
  • cacciaviti;
  • levigatrice;
  • pennelli.
  • Listello sezione 35×35 mm meglio se di legno duro ed elastico (l’ideale sarebbe il frassino): 2 pezzi da 130 mm; 2 da 165 mm; 2 da 200 mm;
  • 2 piantoni da almeno 1800 mm;
  • 4 barrette filettate M8 x150 mm con 8 dadi a cupola e 8 rondelle, oppure 4 bulloni testa tonda con quadro sottotesta M8 x150 mm con 4 dadi e 4 rondelle;
  • 2 gommini paracolpi (o analoghi) con viti di fissaggio;
  • vernice di fondo e smalti o altro materiale di finitura

Per costruire trampoli serve un progetto

come costruire dei trampoli 1

Eseguire precise forature

trampoli fai da te

I tre pezzi di ogni poggiapiede si fissano fra loro ed all’asta con barre filettate tagliate a misura (1) o lunghi bulloni. L’interasse dei fori (2), qui di 120 mm, non è una misura vincolante: l’importante è che l’in­terasse sia uguale sia nei fori dei pezzi del poggiapiedi sia in quelli (3, 4 o più secondo l’altezza desiderata per i trampoli) dei piantoni. Con un’assicella e due listelli, quindi, si crea una dima (3) in cui i pezzi entrino di misura. La dima si poggia sui listelli dei poggiapiedi, a filo di un capo, e si fa il primo foro. Il secondo si fa (4) dopo inserito un perno nel primo. Per il piantone si procede allo stesso modo, partendo dal basso e saltando il primo foro.

Smaltatura e montaggio dei trampoli fai da te

colorare il legno

I piantoni e gli elementi dei poggiapiedi si levigano quanto meglio si può e gli spigoli dei piantoni si smussano, interamente sul lato esterno, solo dall’ultimo foro in alto su quello interno. La smussatura rende più comoda l’impugnatura delle aste ed evita strappi ai vestiti. A tutti i pezzi si dà una mano di fondo ben levigata, contro la formazione di schegge. La decorazione è ovviamente a piacere: qui i piantoni sono divisi in tratti più o meno lunghi, ma uguali a coppie (1), rossi, bianchi, verdi e azzurro-cenere, colori richiamati nei poggiapiedi (2), i piantoni, in effetti, sono stati prima interamente smaltati di bianco e poi (1) colorati. Inserite nei fori dei piantoni due barrette filettate, vi si calza l’elemento più lungo dei poggiapiedi poi, sopra un sottile strato di colla il secondo (2), su cui si incolla il terzo. Due dadi con rondella stringono assieme i pezzi e li mantengono in pressa (3). Due paracolpi di gomma avvitati sotto la base (3), completano il lavoro.

Se vi piacciono i trampoli, a questo link è possibile acquistare materiale per giocoleria sui trampoli!

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *