Strumenti musicali

Xilofono fai da te | Costruzione passo-passo

0
xilofono fai da te
 

Un progetto che accontenta gli amanti della musica e quelli del bricolage. Ecco una guida passo-passo su come costruire uno xilofono fai da te

Quando viene fatta vibrare una corda tesa, ne scaturisce un suono che può essere amplificato con una cassa armonica, questo è il funzionamento di fondo dello xilofono fai da te. A seconda dei materiali che compongono la cassa armonica e dalla sua forma, il suono assume caratterizzazioni molto diverse. Questo stesso principio viene rispettato se a produrre la vibrazione sonora sono elementi di natura differente: per esempio pezzi di canna di bambù.

Tutto ciò viene implementato in uno strumento musicale double-face: ogni lato produce suoni del tutto diversi, connotati da uno squisito sapore etnico. La costruzione prevede l’utilizzo di materiali di recupero come due vecchi cassetti, ritagli di legno, barre filettate, sfere di mouse, morsetti di ottone ecc.

Costruire uno xilofono fai da te

Tempo richiesto: 1 giorno.

  1. Rimuovere il fondo al cassetto

    A uno dei due cassetti si rimuove il fondo.

  2. Tagliare due pannelli

    Si tagliano due pannelli di listellare di abete, sulle dimensioni esterne dei cassetti.

  3. Avvitare i pannelli ai cassetti

    Si avvitano momentaneamente i pannelli chiudendo una faccia di ogni cassetto.

  4. Unire i due cassetti

    Si uniscono i due cassetti fissando lateralmente due tavolette spesse 6 mm, che arrivano a filo sopra e sotto.

  5. Elementi speciali della costruzione

    Alcuni degli elementi speciali di questa costruzione: barra filettata M6, sfere recuperate da vecchi mouse di computer e una barretta di alluminio a sezione esagonale tagliata in pezzi uguali, poi tutti forati assialmente e filettati internamente con diametro M6.

  6. Dorare con vernice spray

    Gli spezzoni filettati di barra esagonale, insieme a due segmenti di tondino, vengono dorati con vernice spray in bomboletta.

  7. Forare la tavola della cassa armonica

    Si tolgono le tavole top dai due lati della cassa armonica e su una si pratica una serie di dieci fori di grande diametro, usando una mecchia, e una serie di dodici fori da 6 mm di diametro. La prima serie si effettua nella zona centrale della tavole, con fori allineati in 5 coppie da 2. Nella seconda, invece, mantenendo la simmetria, le coppie di fori si fanno partendo vicino al bordo e proseguendo verso l’interno sino all’ultima coppia.

  8. Inserire i bulloni e avvitare un foglio lamiera

    Nei fori da 6 mm si inseriscono bulloni per fissare le barrette esagonali, mentre i fori al centro si chiudono avvitando un foglio di lamiera sottile, cui si effettua una fitta serie di piccoli fori per lasciar passare l’aria.

  9. Assicurarsi che le barrette non ruotino sul legno

    Visto da sopra il top dello xilofono fai da te mostra le sei coppie di barrette che oltre a essere strette dal bullone M 6 sono anche incollate, in modo da non poter ruotare sul legno. Per applicare le corde d’acciaio, sulle barrette va fatto preventivamente un foro laterale passante, vicino a un’estremità. L’applicazione di un dado M6 anche su questo lato permette la realizzazione di un morsetto che stringe la corda tesa.

  10. Avvitare la brra M6 alle sfere del mouse

    Le sfere dei mouse vanno forate sino al centro e il foro va filettato in modo da potervi avvitare la barra M6. La bacchetta viene completata fasciando la barra con guaina termorestringente.

  11. Tagliare i segmenti di canna di bambù

    Si tagliano sette segmenti di canna di bambù di buona sezione; la lunghezza dei pezzi deve essere decrescente, in modo da produre suoni con differenti altezze. Con una lunga serie di tagli, accorciando ogni volta di poco ogni pezzo, si ottengono approssimativamente le sette note.

  12. Forare l’altro lato della cassa armonica

    Il top della cassa armonica, sul lato delle canne di bambù, necessita di una foratura differente: i fori laterali di piccola sezione devono essere fatti a una distanza fra loro che permetta il posizionamento della relativa canna e del suo sistema di sospensione; per favorire l’amplificazione armonica, con una fresatrice a tuffo si esegue una serie di sette asole, orientate verso i fori laterali.

  13. Fissare i fogli di rete rigida nella parte inferiore

    Nella parte sotto del top si fissano tre fogli di rete rigida che impediscono l’entrata di oggetti, senza bloccare il passaggio dell’aria.

  14. Installare i perni di sostegno delle canne di bambù

    I perni di sostegno delle canne di bambù sono fatti tagliando segmenti di uguale lunghezza da un tubo di ottone filettato internamente M4, tranne le due coppie relative alle canne più lunghe, sempre filettati M4, ma con sezione esterna maggiore. I sostegni sono avvitati da sotto e incollati per renderli maggiormente solidali con il top.

  15. Forare la canna di bambù per il filo d’acciaio

    Per lasciare libera ogni canna di vibrare e non emettere, quindi, un rumore sordo, si fanno piccoli fori passanti alle estremità per far passare filo d’acciaio atto a legarle. Il filo dovrebbe essere armonico: si utilizza quello di una lunga molla, tagliandone gli spezzoni necessari.

  16. Installare le canne di bambù

    Le canne di bambù prendono posto sul top dello xilofono fai da te, messe in tensione fra i sostegni. Dall’anello armonico al sostegno si applica un sottile filo d’acciaio attorcigliato su sé stesso, messo in trazione e bloccato all’apice del sostegno, avvolgendolo attorno a una vite M4 che lo trattiene fra due rondelle.

Ribaltamento dello strumento

Con la sega a tazza si ricavano due dischi dal diametro di circa 80 mm, tagliandoli da un foglio di multistrato spesso 8 mm.

Si tagliano quattro tavole di uguale larghezza, mentre la lunghezza deve essere tale da poter contornare con un po’ di abbondanza la cassa armonica dello strumento. Al centro dei due pannelli più lunghi si pratica un foro di diametro 8 mm; serve per il passaggio del perno che permette il sostegno e la rotazione della cassa armonica, un lungo bullone M6 che si avvale anche dell’ausilio dei dischi di legno preparati prima, di rondelle e dadi.

l sistema di blocco della rotazione della cassa armonica è fatto con due blocchetti di legno massello spessi 10 mm, forati al centro, una barretta di alluminio filettata M6 per un buon tratto a un’estremità e una manopola con boccola con diametro interno di 6 mm con vite di ritegno.

I due blocchetti di legno si applicano sulla faccia esterna e interna del fascione con quattro viti per lato; si fa passare il perno con la molla che lo mantiene in pressione, in modo da sporgere posteriormente, penetrando in un foro fatto appositamente nella cassa armonica.

Assemblata la cassa armonica sul fascione di sostegno si possono applicare agli spigoli del suddetto le quattro gambe. In ultimo si montano i top sui due lati della cassa e lo xilofono fai da te è pronto a funzionare.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *