Costruzioni fai da te

Tettoia in lamiera per proteggere la legnaia

0
Tettoia in lamiera
 

Bastano tre lamiere per copertura grecate lunghe sei metri e larghe uno per coprire un’area adiacente alla casa in cui mettere al riparo dalla pioggia grossi pallet con cesta metallica, pieni di legna da ardere

Utilizzare la legna dei nostri boschi per scaldare la casa, usandola per far funzionare il caminetto o la caldaia, sta tornando di attualità per motivi economici e di sensibilità ecologica. Ma la legna è ingombrante e deve essere tenuta all’asciutto, ecco quindi come realizzare una tettoia in lamiera perfetta per chi la conserva in bell’ordine dentro grossi contenitori metallici e vuole proteggerla da pioggia e intemperie.

Si utilizzano piantoni metallici da ponteggio, quelli in cui due elementi scorrono uno dentro l’altro e possono essere bloccati ad altezze diverse, potendo così con facilità dare l’opportuna pendenza alla copertura. Con tubolari di ferro e tavole da cantiere si realizza la struttura del tetto, solida e robusta, capace di reggere in tutta sicurezza il peso delle tre lunghe lamiere e dell’eventuale neve invernale.

I piantoni sono fissati al pavimento con tasselli specifici per muratura e sulla loro parte terminale a forma di T vengono fissati i due profilati quadrati, disposti nello stesso senso dei lati lunghi dell’area e delle lamiere di copertura.

Una tettoia in lamiera usando piantoni, profilati e tavole

Tempo richiesto: 4 ore.

  1. Inquadramento dell’area su cui lavorare

    L’area compresa tra il muro esterno dell’abitazione e la recinzione che affaccia sui fondi della casa stessa ben si presta a essere sfruttata per questa costruzione lunga e stretta. Il tetto sporge oltre la larghezza dell’area per proteggere meglio la legna.

  2. Fissare al pavimento i piantoni metallici

    Si utilizzano, come pilastri destinati a reggere la copertura, dei piantoni metallici (in dialetto “cristi”), che in cantiere servivano a reggere i ponteggi, telescopici, inutilizzati da molto tempo. Vengono regolati ad altezze diverse per dare pendenza alla copertura e fissati al pavimento.

  3. Fissare i due profilati tubolari sui piantoni

    Sui piantoni metallici (tre per ogni lato lungo dell’area) si fissano due profilati tubolari sezione 60×60 mm. In considerazione delle misure dei pezzi che vengono movimentati bisogna essere almeno in due in ogni fase della costruzione.

  4. Posizionare le tavole di legno e le lamiere di copertura

    In corrispondenza dei piantoni e a metà della tratta tra un piantone e l’altro si posizionano delle robuste tavole da cantiere spesse 40 mm con lo scopo di reggere le lunghe lastre di copertura impedendo che cedano e si imbarchino. Su di esse si posizionano le tre lastre da 6×1 metro, sovrapposte per un’onda, e si fissano alle tavole di legno.

  5. Spostare la legnaia sotto la tettoia

    I pezzi di legna da ardere, tagliati a misura, sono conservati dentro grossi cestoni metallici bloccati su bancali che vengono movimentati con un transpallet per sfruttare al meglio lo spazio.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *