Oggetti decorati

Come si fa la pasta di sale

0
pasta di sale
 

Un impasto casalingo di costo modestissimo permette di modellare soprammobili, pupazzi, bamboline e altri oggetti decorativi

Come si fa la pasta di sale? Per ottenere composizioni artistiche di sicuro effetto possiamo utilizzare un “mix” piuttosto semplice, la pasta di sale, che ci permette di ottenere un materiale modellabile tipo plastilina.

Pasta di sale ricetta

Misceliamo otto etti di farina con un chilo di sale fino e un cucchiaio di colla per tappezzeria, amalgamandoli con l’aggiunta una tazza d’acqua. Gli impasti colorati richiedono la miscelazione con colori a tempera. Per i soggetti che esigono tinte più variegate oppure sfumate si interviene, dopo la modellazione e la cottura in forno, con un ritocco ad acquerello.

Come fare la pasta di sale

  1. Un cucchiaio di colla per tappezzeria aggiunto nell’impasto assicura una buona coesione generale e facilita l’aderenza tra le varie parti della composizione.
  2. I pezzi che richiedono una colorazione uniforme vengono lavorati partendo da un impasto tinto con colori a tempera incorporati con una buona manipolazione.
  3. L’impasto, preparato miscelando a secco i vari ingredienti e aggiungendo l’acqua solo in ultimo, viene modellato a partire dalla massa compatta oppure da una sfoglia allargata con un rullino.

Lavoretti pasta di sale

  1. Le piccole palette di plastica vendute con le confezioni della plastilina sono gli strumenti più adatti, oltre alle dita, per modellare la pasta.
  2. Per incollare tra loro le varie parti si inumidiscono prima le superfici di contatto con acqua additivata con un pizzico di colla per tappezzeria.
  3. Uno stecchino serve, oltre che per modellare, anche per assestare i pezzi nella posizione voluta. L’oggetto finito va lasciato essiccare per 24 ore prima di essere messo a cuocere in forno a 70 °C per 36 ore.
  4. Eventuali ornamenti di stoffa o di passamaneria vengono applicati dopo la fase di modellatura e cottura in forno, utilizzando la pistola per termocolla.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *