GiornalistiOggetti decorati

Doratura a missione | Come realizzarla senza problemi

3
 

Dagli affreschi bizantini alle cornici del ‘700 la doratura a missione con foglia d’oro (o argento) è la regina delle rifiniture di pregio. Impariamo ad applicarla con una tecnica antica ed affascinante

La decorazione, e quindi il restauro, con doratura a missione a foglia d’oro si perde nell’antichità. Già centinaia d’anni fa si era in grado di battere l’oro (con i “battiloro”) fino a fargli assumere uno spessore di 0,001 mm, per poi applicarlo su tavole ed affreschi. Oggi la foglia d’oro viene utilizzata praticamente solo per il restauro. La sua applicazione non è semplicissima in quanto la sua estrema sottigliezza la rende difficile da maneggiare e da applicare, per cui è necessario impadronirsi della tecnica di esecuzione. La foglia d’oro viene confezionata in libretti formati da bustine che contengono le singole foglie. Un libretto con 25 foglie da 8×8 cm costa 18,50 euro. I materiali e gli attrezzi necessari per effettuare al doratura a missione non sono molti, ma indispensabili:

  • colla animale (di pesce o di coniglio), serve per far aderire la foglia;
  • bolo, impasto molto fine di argilla particolare con colla di coniglio. È una pasta fluida che si stende sulla parte da dorare come sottofondo alla foglia d’oro. Il suo colore è rosso scuro;
  • cuscino, coltello, pennello di martora da doratore per lavorare, tagliare ed applicare la foglia;
  • pietra d’agata per premere la foglia e rifinire la doratura, rendendola più brillante.

Quanto si è detto è valido anche per la foglia d’argento, di cui riportiamo una applicazione.

Gli strumenti necessari per praticare la doratura a missione

attrezzatura per doratura a missione

 

  • A: cuscino da doratore: è una tavoletta rivestita con materiale morbido per posarvi e sezionare la foglia, un riparo di carta difende la foglia da spifferi d’aria che la farebbero volare via.
  • B: pennello di martora per applicare la foglia.
  • Clibretto con bustine portafoglie.
  • D: coltello per prelevare e sezionare la foglia

Questi utensili si posso traovare ed acquistare su Antichitàbelsito

applicazione bolo

Sulla parte da rivestire, dopo l’applicazione e l’asciugatura del bolo fluido, si stende un sottile strato di colla di coniglio liquida

coltello per foglia oro

Con il coltello si preleva la foglia e la si seziona poggiandola sul cuscino. Agire con attenzione e delicatezza per non danneggiare il foglio sottile.

pennello di martora

Prelevata la foglia con il pennello di martora la si colloca delicatamente sulla parte da rivestire. Si agisce con lentezza e precisione.

pietra agata

Con l’attrezzo fornito di pietra d’agata si preme delicatamente la foglia per farla aderire, spianare eventuali pieghe e donarle maggiore lucentezza.

Vedi anche

3 Commenti

  1. certo che voi confondete le idee ai principianti.
    Avete descritto il metodo di applicazione della foglia d’oro a guazzo(con acqua ) e non a missione che può essere a olio o ad alcool inoltre i prezzi indicati per la foglia d’oro se si intendono per oro vero minimo 22Kti sono leggermente più elevati e dipendono anche dal variare del prezzo dell’0oro sul mercato.
    Per favore quando pubblicate un articolo fatevi consigliare da qualcuno che se ne intende veramente oppure almeno copiate con un bel copia ed incolla le tecniche dai siti dei produttori di oro( i cosiddetti BNATTILORO) che pubblicano le tecniche corrette

     
    1. Buongiorno Marco,

      La ringraziamo per averci “strigliato”, andremo a modificare l’articolo e cercheremo di chiarirci le idee sulla doratura a missione che evidentemente abbiamo sbagliato a descrivere.

      Cordiali saluti.

       
  2. […] predefiniti o personalizzabili), di grande dimensione, reperibile presso i negozi di belle arti. La foglia d’oro è applicata, utilizzando l’apposita missione all’acqua, sui fogli di carta di riso con il […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Giornalisti