Ricette veloci

Ricette con le prugne

0
 

Due ricette con le prugne, “zuccherine” facili da eseguire: confettura e gelatina di prugne vediamo come fare

Il frutto del Prunus cerasus, nome latino che identifica l’albero di prugne, oltre ad essere eccellente da gustare come frutto da tavola ben si presta alla preparazione di numerose ricette che ne prevedono l’utilizzo non solo nelle carni arrosto e nell´essiccazione, ma anche per cucinare dolci vari e soprattutto nella più classica delle versioni, ovvero la confettura di prugne, che si prepara facendo una passata di frutta, zuccherandola e facendola cuocere per 40-60 minuti prima di invasarla a caldo.
Ma ora vi suggeriamo un’altra ricetta fai da te, un po’ insolita, ma altrettanto semplice, che farà la gioia dei più golosi: le caramelle alla prugna.
Per confezionare le gelatine è necessario far cuocere più a lungo la passata in modo che risulti più solida. La si lascia quindi raffreddare su un piano di marmo o sulla placca del forno per poter ricavare le gelatine nella forma desiderata.
La stessa pasta possiamo anche metterla direttamente nei barattoli di vetro, in questo caso non la lasciamo raffreddare, ma invasiamo a caldo, per gustarla come conserva o gelatina.

LA CONFETTURA

  1. Laviamo accuratamente le prugne, tagliamole a metà e priviamole del nocciolo. Mettiamo in una pentola di acciaio inossidabile.
  2. Portiamo a bollore, facendo cuocere per una decina di minuti in modo che la polpa si disfi. Quindi passiamo al setaccio.
  3. Pesiamo la passata per stabilire la quantità di zucchero necessaria e riversiamo in pentola.
  4. Aggiungiamo il quantitativo di zucchero stabilito, mescoliamo accuratamente e rimettiamo sul fuoco per circa 40-60 minuti.

LA GELATINA

  1. Prolunghiamo la cottura del composto in modo che diventi più solido rispetto alla preparazione della confettura. poi versiamolo sulla carta da forno appoggiata sul piano di marmo o sulla placca del forno stesso.
  2. Con il mestolo di legno livelliamo bene allargando il composto.
  3. Con la rotella per dolci ricaviamo, in questo caso, tanti quadratini. Possiamo, però, tagliare la pasta nella forma che più ci aggrada.
  4. Le gelatine una volta tagliate si passano nello zucchero. Conserviamole in scatole di latta separando gli strati con fogli di carta oleata.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *