Fai da te Legno

Come mordenzare

0
 

Intervento bricolage alla portata di tutti vediamo come mordenzare

Quando abbiamo da trattare un legno rustico, in stile o anche per scurirne uno troppo chiaro, è meglio mordenzare.

Anche un legno non troppo pregiato, acquista bellezza con questo trattamento.
Il mordente è un colorante, generalmente a base di aniline. Si trova sia ad acqua che ad alcool. Se usiamo un mordente ad acqua è indispensabile passarlo sulla superficie più di una volta.
Ma noi sappiamo che un legno tende ad assorbire acqua, quindi si gonfia.
Allora, molto spesso, capita che ad asciugatura ultimata, il piano trattato presenti dei rigonfiamenti che devono essere ricarteggiati e rimordenzati.
Perciò non è consigliabile stendere mordenti ad acqua sopra legni molto porosi; conviene trattarli con coloranti ad alcool. Questi sono molto rapidi ad asciugare e come unico inconveniente hanno che, se passiamo con il pennello su una parte appena trattata, vi rimane una striscia più scura. La superficie da trattare va prima sgrassata e per farlo usiamo una soluzione di acqua e ammoniaca, utile anche a favorire l’apertura dei pori del legno. Una volta pronto, facciamo una prova su un pezzo di scarto, della stessa essenza del manufatto che vogliamo colorare. Dobbiamo usare il pennello con mano decisa, stendendo il liquido nel modo più uniforme possibile.
Terminata la mordenzatura, lasciamo asciugare per almeno 24 ore.

L´applicazione di un mordente (ad acqua o ad alcool) può avvenire con una spugna, tampone o a pennello e successiva verniciatura finale con un protettivo trasparente. Oppure si può verniciare con un prodotto “mordenzato” che realizza, contemporaneamente le due finiture, opzione utilizzata con maggior frequenza nel fai da te.

Leggi la nostra guida su come verniciare il legno

Verniciare il legno | Guida completa illustrata

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *