Fai da te Legno

Set di sgorbie per tornio, per iniziare e imparare

0
sgorbie per tornio
 

Quattro utensili che non possono mancare nella dotazione di chi tornisce, soprattutto per chi inizia e deve fare pratica con le lavorazioni

In tutte le specifiche lavorazioni del materiali c’è sempre una dotazione di base che non può mancare; nel caso della tornitura, oltre alla macchina e agli accessori di presa sul pezzo (mandrini, contropunte ecc), ci sono gli utensili da taglio. Abbiamo identificato quattro sgorbie per tornio che sicuramente sono fondamentali per l’esecuzione del lavoro, sia da parte del neofita, sia del professionista. Tutti, anche coloro che lo fanno solo per passione, con il tempo vedono aumentare la dotazione dei propri strumenti, cosa che avviene passando a lavorazioni più complesse, ma resta il fatto che all’inizio di qualsiasi progetto servono sempre quelli di base.

Il set indispensabile di sgorbie per tornio

Le quattro sgorbie che indichiamo sono: la sgorbia per sgrossatura, la sgorbia per profilare, la sgorbia a unghia per esterni e interni e il bedano. È evidente che le quattro indicate sono fondamentali, ma sicuramente non sufficienti ad affrontare tutti i lavori, per i quali possono essere necessari altri ferri, che mano a mano ci si deve procurare.

Questi sono ideali per imparare, se ci si sta avvicinando per la prima volta alla tornitura e continueranno a essere fedeli compagni per tutte le future occasioni di questo lavoro, essendo ideali per sgrossare il pezzo, per dargli la forma, per eseguire la presa a mandrino, per rifinirne i dettagli esterni nelle concavità e scavare l’interno delle ciotole. Tutti i maestri di tornitura consigliano di impratichirsi con queste operazioni più semplici, prima di passare a cose più difficili.

Tempo di lettura: 5 minuti.

  1. Bedano, cesello o troncatore

    Molto versatile, si utilizza in diverse situazioni: riportare le misure dei diametri sul pezzo in lavorazione, intestatura di pezzi, preparazione di prese mandrino (sia parallele sia a coda di rondine), fare incisioni più o meno profonde e strette, che possono essere poi allargate con le sgorbie, rifinire superfici piatte, curve e convesse.

  2. Sgorbia per profilare

    Questo utensile è utilizzato principalmente nella tornitura tra le punte, per dare all’oggetto la forma desiderata. Infatti, la forma della sezione, unita all’angolo di affilatura molto acuto, compreso fra i 30° e i 45°, permette di ottenere dettagli minuti e difficilmente ottenibili con altri utensili.

  3. Sgorbia per sgrossatura

    È la sgorbia che si usa sempre per iniziare il lavoro di tornitura, quando il pezzo è ancora irregolare. La robustezza, le dimensioni e l’angolo di affilatura di questa sgorbia sono fatti per consentire di regolarizzare il pezzo anche se ha la corteccia, se ha ancora spigoli e se non gira bilanciato a causa dell’irregolarità della sua forma.

  4. Sgorbia per scavare

    È la sgorbia più versatile. Simile a quella per profilare, ha i labbri più pronunciati, la gola molto stretta e l’affilatura a unghia. Con queste caratteristiche, che le conferiscono anche una notevole rigidità, si presta ottimamente alla tornitura trasversale (a traverso vena) e alle operazioni di scavo di ciotole e vasi.

Nelle foto: sgorbie per tornio di Gamma Zinken.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *