“Un facile lavoretto…”

Tratto da “Far da sé n.529 – Febbraio/Marzo 2023″

Autore: Nicla de Carolis

Mi piace ricordare con queste parole Massimo Casolaro, fondatore di FAR DA SÉ
nel 1975, morto a dicembre dello scorso anno a 91 anni. Usava spesso con i suoi
collaboratori questo modo di dire in senso ironico/critico quando, nello scrivere
testi e didascalie a completamento delle foto delle costruzioni realizzate in laboratorio,
si tendeva a mimimizzare la complessità del lavoro. Ciascuno di noi, anche
chi si è occupato prevalentemente di teoria, andando in laboratorio o in un cantiere,
ha avuto nel tempo la possibilità di verificare quanto il fare concreto sia ricco
di complicazioni, imprevisti e necessiti di soluzioni estemporanee che solo l’esperienza
può fornire e si è reso conto che di facile non ci sia niente. Così Casolaro ridacchiava
quando un redattore “teorico” era messo alla prova con le difficoltà
della pratica e diceva, appunto “… un facile lavoretto, vero?”
Il suo modo di comunicare, basato sulla correttezza, sullo sperimentare e sul documentarsi
prima di pubblicare qualcosa, è rimasto nel DNA della nostra redazione
ed è chiaro a ciascuno di noi che il giornalismo tecnico e divulgativo che
portiamo avanti sui media EDIBRICO non può essere aria fritta, superficialità,
cose non spiegate o addirittura sbagliate, come oggi avviene spesso sul WEB e
anche sulla carta stampata.
Casolaro credeva talmente nella bontà del far da sé che lo definiva uno stile di vita
e di pensiero; il suo punto di vista, condiviso da quanti hanno lavorato e lavorano
in questa redazione, è lo stesso di voi lettori, lo si percepisce dalle foto e dai testi
dei progetti che ci mandate, realizzati con perizia, precisione, amore e da quanto
raccontate di voi nelle vostre lettere.
“Chi fa da sé è fiero della sua manualità controcorrente, della sua speciale individualità.
In un mondo governato da rigidi sistemi elettronici, programmati, schedati, codificati, è
felice del suo contrario. Ha l’immaginazione lenta, la riflessione, l’indecisione e anche il
ripensamento e, massima espressione di libertà, può perfino contraddirsi… e mentre
aspettiamo che gli esperti studino e organizzino le attività della gente in modo meno
deprimente, ben venga il lavoro far da sé che assicura una piccola fetta di felicità a tutti
i suoi appassionati”.
Così scriveva Casolaro più di 30 anni fa. Se volete andare
avanti in questa lettura, potete scaricare gratis, cliccando su
questo qr-code, tutto il libro PENSIERO FAR DA SÉ.

Articoli simili

- Annunci -

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Tutorial Fai da te

Le guide di Almanacco

Progetti dei lettori

175,965FansLike
8,244FollowersFollow
97,382FollowersFollow
40,000SubscribersSubscribe