Installazioni

Come installare un pluviale

0
come installare un pluviale, installare un pluviale, ristrutturare casa, pluviale fai da te, installare una grondaia, pluviale in rame fai da te, pluviale in rame
 

Ecco come installare un pluviale che scarica direttamente nello scarico delle acque bianche

Piccole falde di tetto, specialmente se basse e sporgenti sul giardino, non vengono di solito raccordate con lo scarico delle acque piovane, ma vengono applicati alla grondaia terminali brevi, come le cosiddette teste di serpente, rivolti sul prato su cui riversano l’acqua raccolta. Talvolta l’acqua cade in una zona di passaggio, schizza muri e marciapiede, tant’è che si usano catenelle che rallentano la caduta dell’acqua. È molto meglio capire come installare un pluviale. La testa di serpente va rimossa e si chiude il foro che rimane nella gronda; il nuovo pluviale farà il percorso più idoneo a intercettare la rete di raccolta delle acque bianche che passa nelle vicinanze. Il problema maggiore è la rottura del marciapiede per far passare il primo tratto della tubazione interrata. La parte sottotraccia di conduttura è realizzata con tubo di PVC per scarichi, steso con una pendenza di circa 1 cm al metro.

Come installare un pluviale – Il materiale necessario

  • Tubo rame Ø 80 mm: 2 curve 60°, 2 segmenti rettilinei lunghi 2000 mm, 2 fascette fermatubo
  • Tubo scarico PVC Ø 80 mm: segmenti rettilinei e curve calcolate sul percorso
  • Pezzi speciali di PVC: 1 segmento di raccordo Ø 80 mm a 120 mm, 1 braga Ø 120 mm, 1 giunzione Ø 120 mm
  • 1 scarto di foglio di rame, colla per PVC, silicone per lattoneria.

come installare un pluviale, installare un pluviale, ristrutturare casa, pluviale fai da te, installare una grondaia, pluviale in rame fai da te, pluviale in rame

Come installare un pluviale

come installare un pluviale, installare un pluviale, ristrutturare casa, pluviale fai da te, installare una grondaia, pluviale in rame fai da te, pluviale in rame

  1. Rimosse alcune piastre di luserna, andando in profondità con il martelletto demolitore, è possibile scavare una galleria per il passaggio dello scarico, rompendo in superficie solo lo stretto necessario al prolungamento del pluviale.
  2. Partendo da sopra, componiamo la tubazione inizialmente senza incollare gli elementi: un primo tratto verticale, poi la curva a 90° e lo spezzone rettilineo in uscita. Gli spezzoni si tagliano alla giusta lunghezza con un seghetto da ferro.
  3. Tagliati tutti i pezzi, in modo che il tratto verticale sporga appena dalla pavimentazione, incolliamoli in successione con colla specifica per PVC, controllando con la livella il rispetto della pendenza necessaria al corretto scarico.
  4. Terminata la stesura delle tubazioni, iniziamo a ricoprire il tratto che rimane interrato oltre il marciapiede. Dapprima formiamo sul fondo uno strato di sabbia fino a ricoprire il tubo, poi ripristiniamo lo strato di terra e il manto erboso.
  5. Nella zona del marciapiede, dopo aver riempito con sabbia e ghiaia, armiamo la gettata con bacchette di ferro Ø 12 mm. Per una maggior tenuta, leghiamo le bacchette con il filo di ferro doppio da carpenteria.
  6. La gettata di cemento e ghiaia deve riempire bene tutti gli anfratti sottostanti, aiutando la penetrazione con la cazzuola e un bastone. Sopra va portata al livello d’appoggio delle piastre di luserna, spianata e lisciata in modo uniforme.
  7. Un particolare della fase di lavorazione dello scavo in cui il tubo di PVC risulta collegato allo scarico.

Vedi anche

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Installazioni