bricolage in giardino

Muri in pietra fai da te | Come realizzarli con elementi modulari

1
muri-in-pietra
muri-in-pietra
 

Con gli elementi modulari in calcestruzzo si possono realizzare facilmente muri in pietra di contenimento, recinzioni, bordure per aiuole

Anche tra i far da sé ognuno “è maestro nelle proprie arti”: c’è chi è bravo a lavorare il legno o il ferro, ma non si trova a proprio agio con i materiali edili e nel provare a realizzare muri in pietra di contenimento o un tratto di recinzione incontra qualche difficoltà, soprattutto dovendo coniugare la funzionalità con il risultato estetico complessivo.

Con i mattoni e i blocchi in calcestruzzo che riproducono l’effetto naturale e rustico dei muri in pietra è tutto più semplice: sono elementi modulari che si posano accostati o a incastro e si stabilizzano con uno speciale adesivo in cartuccia per pistola a estrusione, senza bisogno di impastare e stendere prodotti cementizi.

Sistema innovativo per realizzare muri in pietra – Il mattone Tango

Il sistema più innovativo per la posa fai da te è quello che si basa sul mattone Tango di Ferrari BK, un unico elemento a forma di T che permette di realizzare con molta facilità muri in pietra fai da te o curvi e pilastri utilizzando elementi identici e divisibili per ricavare i pezzi di completamento degli spigoli; gli unici pezzi speciali necessari per completare il lavoro sono le copertine o i cappelli dei pilastri. Ogni mattone presenta due facce ortogonali con l’aspetto della pietra spaccata, le altre superfici sono lisce per facilitare l’accostamento. 


Sistema “muro antico” per recinzione con diverse possibilità di posa

muro antico

muri in pietra

Tango colore Sabbia, finitura Crunch.

Tango colore Sabbia, finitura Crunch.

Il sistema Muro Antico è composto da sei blocchi di dimensioni differenti e perfettamente modulari tra loro, oltre alla copertina e ai pezzi speciali che possono comunque essere realizzati in cantiere con facilità; offrono infinite possibilità di posa per murature con doppia faccia a vista o pilastri (anche con irrigidimento interno in calcestruzzo). La finitura dei blocchi può essere Splittata o Palladio: appena scabra la prima, per un’estetica più lineare, sbrecciata e naturale la seconda, entrambe disponibili nei colori Trento, Grigio d’Istria e Giallo Lessinia, abbinabili alle pavimentazioni.

Come sezionare gli elementi modulari per ottenere muri in pietra perfetti

scalpello paracolpo

4-5 I mattoni Tango misurano 303x144x100 mm e possono essere frazionati per ottenere i pezzi angolari necessari alla chiusura delle testate: la faccia superiore è preincisa (7) lungo la linea mediana ed è sufficiente un largo scalpello paracolpi per la divisione dell’elemento.

Ti serve uno scalpello paracolpi? Ecco alcuni consigli per l’acquisto

6 –  6. La spaccatura produce due elementi angolari perfettamente uguali.

7-8 Con lo stesso sistema, ma asportando il dente posteriore, si ottiene il terminale per completare colonne o muretti con due facce a vista.

9 – I mattoni Tango si possono anche accostare in fila per bordare le aiuole, con due differenti modalità di posa: per una maggiore stabilità si realizza un solco in cui inserire i mattoni con il dente rivolto in basso, altrimenti si divide il mattone come mostra la foto 9 e si utilizzano entrambi i pezzi, alternandoli, semplicemente appoggiati sul terreno decorticato per qualche centimetro.

Come realizzare i pilastri in pietra

1 – I blocchi di Muro Antico permettono di realizzare pilastri con misura di base 480 o 360 mm seguendo uno schema di posa che prevede tre corsi differenti per disposizione e altezza; i tre corsi successivi si ripetono nello stesso schema, ma disposti a 90° rispetto ai precedenti. Alla sommità si può chiudere il pilastro con un sottocappello più largo e un cappello stretto, o viceversa, oppure semplicemente con un cappello più largo. L’adesivo speciale è un prodotto a presa rapida con un’elevata resistenza all’acqua, ai raggi UV e a temperature comprese tra -40 e +100 °C.

2 – 3 Per comporre il pilastro con i blocchi Tango è sufficiente disporli a correre e formare un quadrato, lasciando a vista sempre le parti sbrecciate; ogni fila va sfalsata rispetto alla precedente. Arrivati alla sommità, il sottocappello si può realizzare dividendo due mattoni per ottenere gli elementi angolari, per poi completare con il pezzo speciale a cappello che misura 380x380x100 mm.

Vedi anche

1 Commento

  1. […] scelta di ridossare la casetta attrezzi fai da te a un muro di contenimento in pietra impone un’attenzione particolare nell’impedire infiltrazioni d’acqua e possibile ristagno di […]

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *