Home / Ristrutturare casa / Lavori in casa / Bagno / Nuovo bagno con SottoSopra
sottosopra

Nuovo bagno con SottoSopra

 

Il ciclo SottoSopra che comprende la colorazione di fondo e la successiva finitura con trasparente, rende in modo eccezionale anche sulle piastrelle consentendo di trasformare il bagno.

Il ciclo sottosopra è una soluzione di prima coloritura o di rinnovamento delle superfici composta da due fasi: applicazione del colore di fondo, che aderisce senza pretrattamenti a qualsiasi superficie, e successiva finitura trasparente, che può essere opaca, satinata o lucida. La gamma di colori ottenibili è ricchissima, grazie all’utilizzo dei tanti pigmenti messi a disposizione, e quanto sia semplice il sistema di dosi che permette di ripetere, ogni volta identica, una stessa tinta. Sono disponibili anche diversi tipi di resina di fondo (Sotto), essendoci, in aggiunta alla resina standard, anche una varietà perlata e una metallizzata.

Oltre all’effetto reso, queste varianti, unite ai pigmenti, danno tonalità di colore particolari, che la ditta ben illustra su apposite cartelle colori: per esempio, in questo servizio abbiamo usato la base metallizzata che, essendo grigia, invece che bianca, fa assumere al composto finale un tono più scuro ed enfatico. Con il trattamento di finitura, bicomponente all’acqua, si ottiene una superficie estremamente resistente non solo all’umidità, ma anche ai detersivi e ai detergenti che si usano comunemente in bagno.

I prodotti utilizzati

sottosopra

Sottosopra – La preparazione del “Sotto”

sottosopra

 

1. Anche sulle piastrelle la resina ha un potere aggrappante molto elevato e non tende a colare. Tuttavia, per essere sicuri di non sporcare, si applica il nastro maschera sul confine delle parti che non vanno colorate.

2. Le istruzioni per l’uso e i due componenti epossidici sono contenuti all’interno di un unico grande barattolo che serve anche per miscelare il composto.

3-4. Per ottenere la tinta scelta sulla cartella colori di sottosopra è possibile che vengano indicati anche due pigmenti da associare. I pigmenti vanno versati nel barattolo del componente B e rimescolati sino a ottenere un colore uniforme, cosa agevole perché non sono in polvere, ma in microgranuli.

5-6. Nel contenitore grande si versa prima il componente A (resina base metallizzata) e successivamente il componente B (induritore), premiscelato con il pigmento.

7. Come accade con tutti i composti bicomponente, nel momento in cui i due si uniscono, va presa l’ora per tener conto della cosiddetta “finestra di apertura” del prodotto, ovvero del tempo entro il quale è utilizzabile. In questo caso si tratta di circa 60 minuti, a decorrere da quando si è terminato di mescolare bene il composto.

8. Va tenuto conto che, finito di mescolare, il prodotto deve riposare per 5 minuti, poi va aggiunta una dose indicata di acqua e infine va uniformato nuovamente.

Sottosopra – Stesura del “Sotto” e la finitura con il “Sopra”

sottosopra

 

1-2. Per la stesura è indicato un piccolo rullo di spugna; si versa il prodotto in una vaschetta di piccole dimensioni e si impregna bene il rullo, sgrondandolo, per iniziare l’applicazione a dovere.

3. Il rullo va portato sempre in una direzione. Questa regola è ancor più ferrea, data la natura metallizzata della tinta. Tuttavia ci è concesso di ripassare su punti in cui è già stata data per tirarla ove ne sia rimasta in eccesso oppure risulti carente.

4. Nulla vieta di stendere una seconda mano di resina colorata, ma la prima, come dimostra la foto, risulta già molto coprente.

5. I dati tecnici della confezione usata (500 ml) indicano una resa di 5 m2. La superficie che abbiamo trattato è di circa 6 m2 e al termine è avanzato ancora un po’ di colore.

6. La finitura, anch’essa bicomponente all’acqua, si prepara in modo analogo al colore di fondo, unendo il contenuto dei due barattoli, prima l’A e poi il B, nel contenitore metallico che li confeziona.

7. La miscela va uniformata bene, si consiglia di rimescolare per almeno 3 minuti; il composto resta bianco lattiginoso.

8. La preparazione della finitura trasparente è più veloce di quella della resina colorata: non c’è la fase di aggiunta dei pigmenti e neppure quella dell’aggiunta d’acqua. Anche in questo caso la finestra d’apertura è di circa 60 minuti, pertanto, dopo aver fatto riposare i soliti 5 minuti il composto, lo si versa nella vaschetta per iniziare la stesura.

9. Per l’applicazione è indicato lo stesso tipo di rullo usato per la resina colorata. Per le zone d’angolo, dove convergono due pareti, pavimento e parete o giungendo al braghettone di una porta, sono molto efficaci i rulli di taglio ancora più piccolo, senza l’estremità arrotondata, ma diritta.

10. Stesa sulle pareti, la finitura rimane lattiginosa ancora per poco; in pochi minuti diviene completamente trasparente. Resina colorata e finitura sono “fuori polvere” in 3 ore, pronte per una seconda mano in 6 ore, sovraverniciabili in 24 ore. La riga biana di piastrelle, volutamente non trattata, sottolinea il contrasto cromatico ottenuto e fornisce un motivo di raccordo con il muretto di separazione, alleggerendo l’aspetto della grande parete vuota.

Maggiori informazioni a questo link

Guarda il video di sottosopra

www.youtube.com/watch?v=ThkXVx8-gvs

Nuovo bagno con SottoSopra ultima modifica: 2014-04-17T15:32:19+00:00 da Redazione Bricoportale

8 commenti

  1. Vorrei fare un bagno con le piastrelle a terra. cosa mi consigliate? il bagno è 3metri quadri Potete farmi un preventivo? grigio fumo le piastrelle del muro e grigio chiaro il pavimento

     
  2. Buongiorno, vorrei riverniciare un bagno di 5mq sia piastrelle parete che pavimento. Le pareti di un colore e il pavimento di un altro. Dovrebbero bastarmi due confezioni da 500 ml considerando due mani?

     
    • Buongiorno Loredana,

      I barattoli da 500 ml garantiscono una resa di circa 5mq (noi ne abbiamo fatti 6 mq con 500 ml). Tenga presente che già una mano risulta molto soddisfacente in termini di copertura.

      Cordiali saluti.

       
  3. Vorrei comprare tutto il materiale x pavimenti ma non so cosa prendere potreste aiutarmi grazie

     
  4. Roberto Donato

    Attenzione, non usare latte da 2 lt, il risparmio si paga durante la fase di preparazione e di applicazione. Sui rivestimenti più o meno scuri non considerate 1 li/10 mq circa, ma utilizzate questo parametro di 6 o 7 mq/lt. L’autonomia del prodotto è bassa, si addensa e non si può utilizzare. Bruttissima esperienza e Azienda madre poco disponibile al dialogo. UTILIZZATE latte da 0,250 ml e pulite bene i rivestimenti, ma proprio bene, in conclusione prodotto ottimo ma carente ed impreciso nelle istruzioni. .

     
    • Roberto, visto il suo commento mi permetto di chiederle un’informazione. Sarei interessata a questo prodotto per cambiare il colore delle piastrelle sopra il piano cottura della mia cucina. Mi sembra un buon prodotto ma non riesco a trovare riscontro in merito alla durata. Sono un po’ diffidente quando le cose sono presentate come “quasi perfette”… Qual è la sua opinione in merito a resistenza ad acqua/calore e durata?

      Grazie.

       
  5. Antonio finotti Antonio

    Devo verniciare a mo di paraspruzi le piastrelle della cucina, 5,30 Mt di lunghezza per 80 cm. Mi bastano 500ml. ? Grazie. Inoltre dove posso acquistare il prodotto?

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *